Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CUORI SENZA FRONTIERE

All'interno del forum, per questo film:
Cuori senza frontiere
Dati:Anno: 1950Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Luigi Zampa
Cast:Gina Lollobrigida, Raf Vallone, Cesco Baseggio, Erno Crisa, Enzo Staiola, Ernesto Almirante, Gino Cavalieri
Visite:340
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/11/10 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/5/13 10:34 - 11136 commenti

Un po' film neorealista, un po' commedia all'italiana. Il regista Luigi Zampa fa funzionare meglio la commedia, mettendo in secondo piano il valore di denuncia sociale e il messaggio politico contenuto tra le righe della vicenda. Meglio i "siparietti" brillanti tra i personaggi anche grazie agli attori impegnati più in target col genere. Si può vedere.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Homesick 27/11/10 17:23 - 5737 commenti

La “linea bianca”, posta al confine italo-jugoslavo nel 1947, taglia a metà un paese e strazia sentimenti e affetti dei suoi abitanti: Zampa segue i canoni del dramma sociale di derivazione neorealista e assume gente del posto, ma la sua canzonatura a bassa voce di preti, baciapile e marxisti intransigenti preconizza le tante commedie di costume che lo renderanno famoso. Le vicissitudini del piccolo Staiola di Ladri di biciclette e il volto rassegnato di Baseggio oscurano il rifritto triangolo amoroso Lollobrigida-Vallone-Crisa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il sindaco, con la voce strozzata, annuncia la divisione del paese.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Saintgifts 23/6/15 8:09 - 4099 commenti

A differenza della locandina, il volto della Lollobrigida non è mai sorridente nel film: presa tra due pretendenti concede solo due casti baci al buon Vallone. Fuori dalla storia sentimentale il dramma focalizza la brutalità politico-militare nel tracciare il nuovo confine tra Italia e Jugoslavia, dividendo in due un piccolo paese montano. I bambini sono i protagonisti: prima della divisione giocano assieme, dopo il tracciamento della lunga linea bianca i "grandi" riescono a instillare, anche in loro, conflittualità e inimicizia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'immagine del piccolo Staiola con il segnale di confine sulle spalle, come un Cristo bambino con la croce verso il Calvario; Le fotografie.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 17/11/15 16:51 - 3416 commenti

L'annosa disputa sui confini italo-slavi in una pellicola di Zampa che intreccia denunce a una vicenda sentimentale e melodrammatica. I bambini rappresentano l'innocenza e il loro incedere e rifiutare certe imposizioni offre buoni spunti di riflessione. Ironia e critiche agli schieramenti contrapposti e un cast che si avvale di un'angelica Lollo e un tenebroso Vallone. Il piccolo Staiola di nuovo protagonista con un amaro ma speranzoso finale.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Noodles 12/3/19 23:58 - 634 commenti

Mentre un paese friulano viene diviso da una linea bianca a segnare il nuovo confine tra Italia e Jugoslavia, si svolgono due vicende. Un triangolo amoroso e la lotta tra due gruppi di bambini, divisi dalla linea. Il primo è senz'altro dimenticabile e fin troppo melodrammatico, mentre interessante è la parte inerente i bimbi, peraltro bravissimi, più dei grandi. Un confine forzato non può che portare drammi. Buon esempio di neorealismo, breve e incisivo.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)

Maxx g 8/7/19 14:29 - 460 commenti

Il film racconta come gli echi della Seconda Guerra Mondiale siano ancora presenti, nonostante la recente fine del conflitto. Si raccontano le vicende di un Paese che subisce all'improvviso la creazione di una linea che lo taglia in due, assegnando una parte all'Italia e l'altra alla Jugoslavia. Il dramma è palpabile, visto che agli abitanti tocca scegliere da quale parte andare. Zampa funziona maggiormente sul testo neorealistico, piuttosto che in qualche siparietto che vorrebbe alleggerire il tutto. Sufficiente.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)