Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ONIBABA - LE ASSASSINE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/8/08 DAL BENEMERITO COTOLA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 5/6/15


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 29/9/09 11:55 - 3875 commenti

In piena guerra, vivono d'espedienti una giovane donna e sua suocera: depredando, per necessitÓ vitali, i cadaveri di uomini caduti in battaglia. L'apparizione di un samurai con, celato sotto la maschera, un volto in putrefazione dÓ corso a strani e inquietanti eventi. Primo dramma, dalla considerevole venatura horror, realizzato in giappone -ed approdato con ampia distribuzione nel mercato occidentale- in grado di porsi solo apparentemente sul piano di denuncia sociale. Lo stile di Shind˘ opta per un inizio lento ed esasperante destinato poi a tramutarsi in un finale concitato e coinvolgente.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 4/8/08 13:34 - 7212 commenti

Splendido dramma, con leggere virature nell'horror e nel fantastico, scritto e diretto da Shindo che Ŕ bravissimo nel costruire una storia che dopo una prima parte dai ritmi piuttosto dilatati, cresce poco a poco fino ad arrivare ad una parte finale molto intensa e coinvolgente che non lascia scampo, emozionale, allo spettatore. Narrativamente piuttosto semplice lo Ŕ meno da un punto di vista del significato se si esclude una troppo semplicistica lettura antibellica in virt¨ della quale la guerra Ŕ colpevole di far uscire gli istinti peggiori.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 2/3/15 9:27 - 8607 commenti

In un paese dilaniato da lotte intestine, una donna e la giovane nuora depredano i cadaveri dei soldati per sopravvivere, finchÚ l'arrivo di un uomo mette a rischio il loro rapporto... Potente apologo della guerra come buco nero delle coscienze e della forza del desiderio capace di vincere anche la paura dell'inferno, Onibaba Ŕ una sinfonia visiva di straordinaria bellezza, con le canne della palude che, mosse dal vento, diventano testimoni e complici della follia umana. Capolavoro, trasmette come pochi altri il senso panico della natura, anche grazie alla colonna sonora di grande suggestione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La donna pi¨ anziana abbracciata all'albero secco; La corsa della ragazza di notte, sotto la pioggia, verso l'amante; l'urlo nel finale .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 23/6/15 17:23 - 2075 commenti

Annoverato dalla critica occidentale negli annali dell'horror, il film di Shindo Ŕ in realtÓ un apologo morale che deve la sua cifra terrifica alla matrice fiabesca. Visivamente Ŕ un'opera abbacinante, in cui la contrastata fotografia di Kiyomi Kuroda trasforma il cannetto ondeggiante in un languido e malsano indice emozionale. Nella dialettica tra le due protagoniste - straordinarie - si consuma un processo di liberazione sessuale che riflette il dissolversi del sistema feudale, stigmatizzando il controllo culturale operato sulle coscienze. Eccezionale il commento sonoro di Hiraku Kayashi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fughe notturne attraverso il canneto.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Pinhead80 24/8/19 16:48 - 3629 commenti

In un periodo medioevale non ben definito, due donne sopravvivono alle guerre che si susseguono intorno a loro, catturando a tradimento giovani combattenti. L'arrivo di un uomo spezzerÓ l'equilibrio che teneva legate insieme suocera e nuora. Grandissimo film che si pu˛ definire un horror a tutti gli effetti. Le corse attraverso i campi sono tra le cose pi¨ belle di un film che non smette di stupire per ingegno ed efficacia. La lussuria e l'invia sono due demoni che possono portare alla follia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il buco.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Gi¨an 28/1/20 10:33 - 2724 commenti

Esemplare quanto vigoroso apologo nel quale, partendo da un racconto della tradizione buddista, Kaneto Shindo costruisce un climax di tensione primigenio e inesorabile. L'intero apparato narrativo e scenografico del film (la esiguitÓ e nodalitÓ dei personaggi, la morbositÓ dei rapporti che li avvincono, l'ambientazione in uno scenario naturale drammaticamente esiziale) risultano propedeutici alla creazione di un racconto estremo, rarefatto ma per questo ancor pi¨ realistico e spaventoso, in grado di agitare spettri inconsci e bisogni inestinguibili.
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

Belfagor 5/5/15 16:39 - 2608 commenti

In tempo di guerra la madre e la moglie di un soldato attirano in trappola i soldati per depredarli e ucciderli. Ambientato in un canneto minaccioso e claustrofobico, Ŕ un tumultuoso dramma sulla guerra come ritorno dell'uomo allo stato bestiale, regressione enfatizzata dai suoni naturalistici, dalla gelida fotografia in b/n e dai primi piani che esaltano la tensione fra i protagonisti. Appesantito solo in parte dal proprio insistere sul messaggio antibellico, sorprende per il forte simbolismo e il crescendo di tensione nella seconda parte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'apparizione del samurai; La maschera maledetta; La corsa degli amanti sotto la pioggia; Il finale.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Buiomega71 16/5/15 0:48 - 2118 commenti

Contornato da una natura ostile e pre-kinghiana (i canneti sembra abbiano vita propria), impreziosito da una splendida fotografia in B/N (che risalta i chiaroscuri quasi neorealistici), immerso in una cupezza e in una ferocia che non risparmia nessuno (il finale con la maschera che non si toglie e la disperata corsa notturna nei campi lasciano il segno). Forse ripetitivo in alcuni frangenti, ma trasuda erotismo carnale, follia femminea, superstizione e disperazione. Da antologia l'inizio con l'assassinio dei due samurai e la buca, praticamente muto e sottolineato dal potente score di Hikaru Hayashi. Torbidamente spettrale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La vecchia che, dopo aver visto copulare, presa dal fuoco della passione si strofina contro un albero; L'apparizione notturna del demone nel canneto; La buca con i resti umani.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Mickes2 20/8/12 17:12 - 1551 commenti

Elegante e crudo, realista e lirico apologo sulla disperazione e spietato racconto sulla sopravvivenza nel quotidiano in tempi di guerra. Tetro, spettrale, immerso in una landa desolata, limbo perfetto ed evocativo per accogliere le paure, le gelosie, il cinismo, la rabbia e le prospettive di unĺumanitÓ persa nella distruzione morale e materiale, in viaggio verso lĺinferno. Il gelido b/n ammanta ogni inquadratura, i volti sono esplorati in affascinanti passaggi chiaroscurali, i richiami simbolici vengono sublimati da un sound design ipnotico.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Mdmaster 28/8/11 23:00 - 802 commenti

Tecnicamente superbo, nel film di Shindo paesaggio e personaggi diventano un unicum, intersecandosi nel loro incessante nascondersi e mostrarsi. Un ritmo lento gestito in maniera impeccabile; rimanere attaccati alla storia Ŕ facilissimo con il sapido mix di tensione sessuale, terribili tocchi horror e disperati omicidi. Facile anche vederci una diretta critica al capitalismo, quel continuo alimentare il "buco nero" con il sangue e la corruzione. Ottima pure la soundtrack. Indiscutibilmente favoloso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il manifestarsi del samurai diabolico; la lotta finale per togliere la maschera.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Fedeerra 19/1/20 4:07 - 362 commenti

Splendido e cupissimo melodramma femmineo, diretto da Shind˘ con pennellate dĺinchiostro scuro (proprio come quello usato per i manga). Un apologo sulla sessualitÓ, le pulsioni e l'invidia ferina. Il campo di grano sembra abbia braccia, mani e gambe, vivo e vivido come (se non di pi¨) i personaggi che lo abitano. Il vis Ó vis finale tra le due protagoniste Ŕ sublime; il demone, che vige dentro ognuno di noi, alla resa dei conti fa davvero pi¨ paura quando si palesa senza la sua maschera. Finale assordante, senza speranza. Capolavoro.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)

Max renn 9/3/12 16:38 - 80 commenti

Onibaba ha il fascino del racconto senza tempo, oscura favola mitica ed espressione dell'uomo quale creatura caratterizzata da ancestrali pulsioni ed ardori che travalicano culture e confini. E cosý, nonostante il ritmo lungo e la "cultura del silenzio" tipica del cinema orientale, col passare dei minuti si respira sempre pi¨ questa dimensione universale che Shindo trasmette grazie ad una direzione prossima alla poesia. Un must per gli amanti dell'horror adulto e del cinema in generale.
I gusti di Max renn (Fantascienza - Horror - Western)