Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STARMAN

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 3/5/07 0:51 - 4349 commenti

Non riuscitissimo, ma non così tremendo. Più che altro si impantana poco oltre la metà, quando sono finiti i momenti di adattamento e quando gli effetti "saltellanti", presenti nel comportamento dell'alieno nella realtà terrestre, non costituiscono più una novità foriera di spontaneo divertimento, come invece avveniva nella prima parte. Finale un po' troppo mistico/sdolcinato. L'avesse firmato Pinco Pallo, anziché Carpenter, sarebbe piaciuto di più.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 19/1/09 7:13 - 10786 commenti

Ennesima divagazione (d'autore, considerato il regista) sul tema dell'incontro tra alieni ed esseri umani, è un film interessante sulla carta, ma di fatto non riuscito, tranne forse in alcune sue parti centrali. La causa è probabilmente da ricercare nell'assenza di ritmo, che ne fa un film eccessivamente "meditativo", per non dire francamente noioso. Si salvano la buona colonna sonora e la prova del cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Homesick 8/9/11 18:07 - 5737 commenti

L’ambasceria mistico-messianica di ben più illustri origini viene opportunamente dolcificata e versata nello stampino della fantascienza mainstream predisposta per il grande pubblico avvezzo a spettacoli a buon mercato che dispensino avventura, etica, sentimenti e fiducia in un mondo migliore. A sospingerla poco oltre la mediocrità intervengono tocchi registici congiunti all’effetto speciale (la soggettiva dell’alieno e la clonazione a vista, la mappa degli Usa che appare sul parabrezza) e le mosse robotiche di Bridges, extraterrestre candido e fiabesco. Spielberghiano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cervo riportato in vita; Bridges che canticchia “Satisfaction” e “New York New York”.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Schramm 5/6/15 15:20 - 2250 commenti

Carpenter canticchia E.T. vengo a cercare. Amore dallo spazio profondo, La (Mistica) Rosa da un altro mondo, che assedia e doppia il corpo a fini benefici: Bridges, nomen omen, è la palingenetica stairway to heaven di una vedova poco allegra, stella cadente fattasi desiderio esaudito, che redime i mali del mondo. Non senza verve umoristica, John fa finalmente ruggire il leone Harmony altrove sedato, ma pur buttandosi senza risparmio nella bright side del suo cinema non tradisce la propria midollare linea né dimentica cosa significa affabulare, commuovere e intavolare grandioso cinema epico.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 14/11/12 23:30 - 6869 commenti

Deludente e bruttino, poichè a firmarlo è un certo Carpenter. Tipicamente ottantiano mi ha ricordato certe atmosfere d'altri tempi e non poco un capolavoro spielberghiano, cui non è il caso di accostarlo nemmeno per ischerzo. Troppo lento, prevedibile e ripetitivo per riuscire a coinvolgere e creare empatia con le vicende raccontate ed i personaggi. Si procede per inierzia e tra qualche sbadiglio di troppo, fino ad arrivare ad un finale telefonato, un po' meleneso (e quello ci potrebbe anche stare) e molto ma molto sbrigativo e tirato via. Se non vi aspettate troppo, potete vederlo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 11/8/09 15:49 - 7712 commenti

Un Carpenter decisamente minore, nonostante la nobiltà dell'assunto (l'alieno portatore di un messaggio di pace, con riflessi cristologici di redenzione per una umanità che non se la passa mica bene, a giudicare dagli esemplari rappresentati nel corso della vicenda) e le buone prove di Bridges e della commovente Allen. Mancano, soprattutto nella seconda parte, ritmo e tensione, per cui il viaggio dell'alieno e della vedova dell'uomo di cui ha assunte le sembianze risulta privo di reali sorprese e poco appassionante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'alieno "risveglia" il cervo ucciso dai cacciatori .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 24/11/10 19:52 - 2073 commenti

"Definire Starman": una love story messianico-fantascientifica con l'impalcatura di un road movie. Carpenter scarta il cupo pessimismo che lo contraddistingue, opera un'armoniosa sintesi collimando gli immaginari di mezzo cinema americano e lascia ampio spazio al romanticismo e all'utopia. Illanguidito dai sintetizzatori di Jack Nitzsche, rallentato dalla spettacolare fotografia di Donald M. Morgan, rimane un Carpenter corretto e godibile, con curiose autocitazioni (la soggettiva in incipit, l'alieno che cattura le forme altrui). SFX funzionali e poetici. Ottimo Jeff Bridge, intensa Karen Allen.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La metamorfosi ad opera degli effettisti Rick Baker e Stan Winston.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Magnetti 2/1/08 21:47 - 1103 commenti

Film lentissimo, con un Jeff Bridges che recita in un ruolo difficile. Si sbadiglia parecchio e la solita morale americaneggiante è dietro l'angolo (le istituzioni americane che fanno di tutto per accaparrarsi la forma di vita aliena). Eppure è un film da non bocciare, soprattutto nella parte centrale, in cui il processo di apprendimento dell'alieno presto lo trasforma in un essere migliore degli umani dai quali prende spunto. Vedibile.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Enzus79 18/9/10 16:34 - 1540 commenti

Sembra una storia uscita dalla testa di Steven Spielberg. Questo non è quello che si vuole da John Carpenter. Prima parte non male, la seconda invece è priva di azione e momenti interessanti. Bridges pur bravo e begli effetti speciali non bastano. Parzialmente deludente.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Buiomega71 24/10/11 1:21 - 1924 commenti

Ho sempre adorato Starman e credo sia un film carpenteriano fino al midollo, forse più positivo e lieve rispetto alla sua filmografia, ma la mano e l'anima carpenteriana si sente più di una volta, a cominciare dal satellite all'inizio, che cita Dark star. Per poi proseguire con l'alieno mutaforma alla The thing, il garage di Christine e i bifolchi cacciatori, parenti poveri, "country" e imborghesiti degli assassini urbani di Distretto 13. Peccato che John non firmi anche la colonna sonora, il film ne avrebbe guadagnato. Ottimi sfx di Rick Baker.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La mutazione ad opera di Rick Baker; L'incontro con i cacciatori; La fuga "on the road" di Bridges e della Allen; Il finale, vera gioia per il cuore.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Minitina80 17/3/15 1:09 - 1902 commenti

Cambia la forma, non i contenuti; anche qui Carpenter ripropone il tema della diversità, ma in chiave romantica. L’alieno rappresenta una minaccia per chi detiene il potere; la paura di perdere il controllo e la supremazia prende il sopravvento e l’unica soluzione è eliminarlo attraverso il bieco braccio militare. Paga alcuni momenti in cui il ritmo latita, ma va visto anche solo per il finale, assai struggente. Bella la colonna sonora, straordinari i due protagonisti.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Taxius 20/12/16 22:16 - 1186 commenti

Carpenter prende spunto da E.T. e gira il suo fantasy che ha come protagonista un alieno che, dopo aver preso le sembianze di un uomo morto, rapisce la vedova di questi per farsi accompagnare al punto in cui verrà recuperato dai suoi simili. Il film è una storia d'amore on the road molto semplice ma anche riuscita, soprattutto nella commovente scena finale. Non siamo davanti a un capolavoro e neanche al miglior film del maestro, ma l'ottima fotografia condita dalle notevoli interpretazioni di Bridges e della bellissima Allen lo rende notevole.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Jena 25/6/16 11:32 - 966 commenti

Un Carpenter minore, per non dire minimo, gira il suo E.T. Il punto è che lui stesso non sembra credere molto al progetto e in più è alle prese con una sceneggiatura che non è stata certo scritta da Debra Hill. Così, dopo un buon inizio (l'incarnazione dell'essere), si tira avanti abbastanza stancamente (e noiosamente) fino allo scontato finale. Si salvano qualche buona scena e qualche spunto poetico (la scena del cervo), nonché i sempre bravi Bridges e Allen. Saranno ben altri gli esseri da un altro mondo con cui il Maestro darà il meglio di sè.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'essere "spirituale" che vaga attorno la casa e incontra "Christine"...
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Rocchiola 7/3/19 10:40 - 483 commenti

Carpenter mescola melò, fantascienza e azione e firma un road-movie romantico e commovente che non scade nel patetico. Sicuramente lontano dalle atmosfere cupe e violente dei suoi cult ma non privo del suo tocco personale, ravvisabile nelle citazioni da cinefilo doc e nello splendido uso che fa dello spazio filmico in Panavision. Come per Christine si tratta di un lavoro su commissione ma è meglio di E.T., film con cui spesso è stato confrontato. E riesce anche a dire un paio di cose sull’America reaganiana degli anni 80.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’atterraggio della navicella simile al meteorite di Destinazione Terra; La fermata a Las Vegas; “Definire cazzo!”; Il finale nel Meteor Crater.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Aal 17/9/10 23:56 - 244 commenti

Certamente non il miglior film di Carpenter ma piacevole, nonostante tutto. Convincente Jeff Bridges e abbastanza intrigante la parte fantascientifica, mentre la melassa sentimentale è francamente un po' stucchevole. La tematica avrebbe meritato un approfondimento maggiore, uno sviluppo più dettagliato della trama e qualche spiegazione in più: qual'era in fondo la missione dell'alieno? Da Carpenter era lecito attendersi di più, ma possiamo accontentarci.
I gusti di Aal (Drammatico - Fantascienza - Horror)