LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/02/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 23/02/07 16:14 - 4722 commenti

I gusti di B. Legnani

Curiosa commediaccia, non priva di inventiva, nella quale Carlo Giuffré (bravissimo) si trasforma, da mercante di giacche, in medico specialista per disturbi sessuali. Il film, pur se lento, ripetitivo e di mediocre livello, evita di cadere nella volgarità deteriore grazie alla simpatia del protagonista. Da ricordare che l'addetto alla moviola degli amplessi, trasformando il cognome del celebre Eros Vitaletti della "Domenica Sportiva", si chiama "Pitaletti". Splendida, come sempre, la Aumont. Brava la polselliana Rita Calderoni, moglie napoletana.

Undying 6/10/07 04:15 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Giuffré nei panni del sessuologo non è (cosa difficile, dato l'assunto di sceneggiatura) affatto volgare e, nel complesso, la parte meglio riuscita è da attribuire agli interpreti. Tutti in un grado di aggiungere valore ad un film, altrimenti men che inutile. La polselliana Rita Calderoni è sempre un bel vedere... Poteva essere qualcosa di diverso, se i dialoghi fossero stati più curati.

Schramm 22/11/07 15:09 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Fin dai primi minuti ci si domanda che schifo di karma si debba avere per essere incappati in un prodottaccio così scoraggiante: fa male al cuore vedere cavalli di razza del calibro di Marilù Tolo, Gianni Agus e Adriana Asti smarchettare controvoglia in quest'iniquo pasticciaccio, la cui deprimente visione affonda in uno scoramento che nemmeno il pimpante mordi-e-fuggi banfiano ridimensiona.

Daidae 4/06/10 16:13 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Divertente commedia, dove il simpatico Carlo Giuffrè si trasforma da povero venditore in ricco dottore specializzato in un campo particolare. Cast ricchissimo, film non eccezionale (Corbucci ha fatto di meglio) ma che diverte e si lascia guardare. Scorrevole.
MEMORABILE: Voglio la medicina!

Homesick 10/12/11 18:27 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Il catalogo di inibizioni e bizzarrie sessuali nella vita di coppia si presenta in una veste solare e giocosa e oppone ai possibili rischi di caduta nel cattivo gusto la solida barriera di Giuffrè, che mantiene contegno e professionalità in tutti i pezzi proposti: alcuni sono più riusciti (le esilaranti fregole di Banfi e la cura dell’ipodotato Crocitti), altri meno, perché flosci (Agus e il transgender) o inutilmente reiterati (gli agguati della Asti). Valida spalla Cannavale; bollente la Tolo. Per la colonna sonora Continiello utilizza “Il ballo del qua qua”.
MEMORABILE: Banfi in macchina e in ascensore; la Asti che tenta il suicidio e finge di telefonare alla madre malata.

Motorship 29/06/12 17:37 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Una curiosa commedia con protagonista assoluto il grandissimo Carlo Giuffrè nei panni del falso medico che usa la sua farlocca professione per soldi e per concedersi qualche bella occasione in quanto a donne. Giuffrè è esplosivo, divertente e non volgare, confrmando le sue doti di attore e di comico. Ottimi comprimari Enzo Cannavale, sempre all'altezza nei panni del suo sgangherato assistente, le bellissime Marilù Tolo, Tina Amount e Rita Calderoni, un giovane Lino Banfi già divertentissimo. Noioso l'episodio con Agus.

Modo 20/08/12 22:53 - 824 commenti

I gusti di Modo

Film che si lascia guardare nonostante alla lunga stanchi. Simpatica interpretazione di Giuffrè dottore truffatore specializzato nel far tornare le coppie attive sessualmente. Banfi relegato a comparsa fa la sua parte, ma tutti i protagonisti si comportano bene. Da vedere prima di addormentarsi in "prima"notatta!

Matalo! 27/12/14 17:40 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Fedele compagno da terza serata delle mie privatine; è quello che è ma resto basito dalla disinvoltura con cui si usavano i miti d'epoca (qui Master & Johnson) per creare disincantate commedie pecorecce non ancora svilite dai vari Milizia & c. Nonostante sian barzellette c'è un'aria disincantata e gaglioffa che mi fa divertire. Giuffré e Cannavale sempre fantastici; Calderoni e Aumont molto belle, quasi quanto l'infermiera ricciolona che è il mio top estetico. Asti ripetitiva ma si sente la grande artista che sa adeguarsi alle zone "basse".
MEMORABILE: Il moviolone; Gli strafalcioni di Giuffrè (i "tambù", "pigliatevi questo 'cetrato di magnesio').

Herrkinski 6/05/18 14:38 - 5135 commenti

I gusti di Herrkinski

Curiosa commedia che mette in scena un bravo Giuffrè nei panni di un improvvisato sessuologo, coadiuvato dall'assistente Cannavale; l'intero cast a dire il vero è di buon livello, con una brillante comparsata di un giovane Banfi, una Asti molto brava e una Calderoni sempre bellissima, oltre a vari altri caratteristi del periodo. Ci si diverte a intermittenza, pur senza scendere mai troppo nella volgaritá; certo, lo script è robetta, ma si parla di cinema senza pretese e il film scorre bene, regalando tutto sommato qualche risata a denti stretti.

Gabrius79 21/10/18 23:37 - 1193 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia piuttosto scollacciata che spreca molti volti noti del cinema dell'epoca in una storia di scarso appiglio. Per fortuna la professionalità di Carlo Giuffrè evita il peggio. Qualche gag è anche piacevole, ma sono troppo poche in 100 minuti di pellicola e il canovaccio non prende mai quota come si deve. Bruno Corbucci ha fatto di meglio. Evitabile.

Noodles 5/04/20 17:06 - 847 commenti

I gusti di Noodles

A metà degli anni '70 la commedia sexy era arrivata a un punto morto, sfornando più che altro pellicole mediocri. Non è questo il caso. Non è sicuramente un grande esempio del genere, non si muore dalle risate e la regia è un po' piatta, ma tutto sommato il film è godibile, qualche risata la strappa, le situazioni divertenti ci sono e soprattutto presenta un cast costellato di buoni nomi del nostro cinema (Adriana Asti e Marilù Tolo, tanto per citarne due). Spicca come sempre Enzo Cannavale. Simpatico.

Renato 15/09/20 11:54 - 1557 commenti

I gusti di Renato

Carlo Giuffrè si improvvisa sessuologo dalla sera alla mattina, e inizia a incontrare vari personaggi, ognuno con il suo problema tra le coperte... il film è praticamente tutto qua. Procede a episodi indipendenti tra loro: alcuni divertono, altri meno. Tecnicamente povero e spesso basato su un umorismo rozzo con qualche battutaccia di troppo, si segue comunque con piacere, soprattutto grazie alla simpatia della coppia Giuffrè-Cannavale. Senza scordare il cast femminile, sebbene poco valorizzato. C'è anche Pamela Villoresi, presenza spiazzante nel contesto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Geppo • 1/11/08 19:03
    Addetto riparazione hardware - 4022 interventi
    Nel film vediamo l'esordio cinematografico di un giovanissimo e irriconoscibile Massimo Dapporto, in un piccolissimo ruolo.

  • Homevideo Homesick • 10/04/09 08:50
    Capo scrivano - 1379 interventi
    Poichè i titoli di testa nel dvd 5°Piano sono su sfondo nero, mancano le scene precedenti l'incontro tra Giuffrè e la Aumont incluse, invece, nella versione trasmessa dal defunto canale satellitare Happy Channel, dove i titoli scorrono direttamente sul film.
  • Homevideo Geppo • 10/04/09 10:21
    Addetto riparazione hardware - 4022 interventi
    Homesick ebbe a dire:
    Poichè i titoli di testa nel dvd 5°Piano sono su sfondo nero, mancano le scene precedenti l'incontro tra Giuffrè e la Aumont incluse, invece, nella versione trasmessa dal defunto canale satellitare Happy Channel, dove i titoli scorrono direttamente sul film.

    Stessa situazione anche nel dvd "Il marito in vacanza".
    Il dvd "Minerva" ha i titoli di testa su sfondo nero, mentre la vhs "Olympia" ha i titoli di testa che scorrono direttamente sul film (le scene riguardano l'automobile dove viaggiano Cannavale e Montagnani).
  • Curiosità Cotola • 1/09/09 00:47
    Consigliere avanzato - 3628 interventi
    La Calderoni ha rivelato che la prima scena che venne girata fu la più difficile del film. Pare che le fu tesa una "trappola" poiché il produttore voleva un'altra attrice (ma Corbucci spingeva per lei) e sperava così di poter soppiantarla. Alla fine tutto andò bene e lo girò la Calderoni.


    Fonte: Stracult Puntata del 31 agosto 2009.
  • Musiche Columbo • 18/04/11 10:06
    Magazziniere - 1102 interventi
    Tema musicale scritto da Ubaldo Continiello, tra l'altro uno dei suoi più famosi, o meglio, diventerà famoso pochi anni dopo quando su quella musica verranno adattate le parole e verrà cantato da Romina Power col titolo "il ballo del qua-qua":

    http://www.youtube.com/watch?v=q61FdB53U9k
  • Musiche Matalo! • 27/12/14 17:44
    Call center Davinotti - 620 interventi
    In verità è un branoamericano chiamato Chicken dance piuttosto precedente al film, che è stato regolarmente coverizzato dalla Power (diritti dichiarati) e rubato da Continiello
  • Curiosità Neapolis • 27/04/16 15:42
    Fotocopista - 2042 interventi
    Mentre Galliano Juso e Bruno Corbucci si trovavano a Napoli per girare questo film, a Juso capitò di subire uno scippo ad opera di due delinquenti a bordo di una Kawasaki. Galliano rimase così colpito da quel fatto ("Uno scippo straordinario, irripetibile da quanto era bello..." dirà poi in un'intervista) che gli venne lo spunto per scrivere la sceneggiatura per il primo film della saga di Giraldi: Squadra Antiscippo.

    Fonte: http://militari.forumfree.it/?t=22463426
  • Homevideo Ruber • 16/11/16 14:28
    Compilatore d’emergenza - 8966 interventi
    Il dvd della 5°piano ha una durata di 1h39m17s

    Formato: 1.78:1
    Audio: Italiano 5.1

    Extra:
    Tre schede di presentazione: Il sesso in testa, il brigadiere Pasquale Zagaria..., più questo.

    Screen 48m01s

    Ultima modifica: 16/11/16 17:37 da Zender