Discussioni su Com'è dura l'avventura - Film (1987)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Zender • 30/06/17 07:24
    Pianificazione e progetti - 46424 interventi
    Pessoa, scrivi:

    Commediaccia di Mogherini che ripropone la coppia Banfi-Villaggio in trasferta africana con risultati disastrosi. Il film è girato quasi all'impronta, con una sceneggiatura che quando c'è si ispira al film citato (l'aereo, il naufragio).

    Quale sarebbe l'altro film? Pappa e ciccia? Ma non ricordo naufragi in quel film, ammesso che il villaggio turistico fosse in Africa.
  • Pessoa • 30/06/17 12:17
    Formatore stagisti - 416 interventi
    Ciao Zender, quoto da Wikipedia, in neretto le risposte ai tuoi dubbi:

    Paolo, un modesto geometra, dopo mesi d'attesa, vede finalmente pubblicata la lettera inviata al direttore del Corriere della Sera in cui ripercorre le peripezie capitategli durante il soggiorno ad un villaggio vacanze in Kenya. Partito con un collega, il pittoresco perito Guido Colzi, era stato inizialmente vittima di un terrificante viaggio su una carretta dei cieli guidata dal maldestro capitano Tombale; poi, arrivato miracolosamente alla meta, si era trovato coinvolto in varie disavventure che lo portarono a fuggire su una zattera da quel luogo di pace apparente.
  • Zender • 30/06/17 15:32
    Pianificazione e progetti - 46424 interventi
    Sì il fatto è che per l'appunto non esiste alcun naufragio in Pappa e ciccia, semplicemente lui prende una zattera per fuggire dal villaggio, è quello che non capivo. Quanto al Kenya ok, quello non lo ricordavo.
  • Pessoa • 30/06/17 18:06
    Formatore stagisti - 416 interventi
    Hai ragione, non è esattamente un naufragio, ma una fuga in zattera dove comunque le coincidenze non mancano (l'ultima lettera). La situazione è piuttosto simile anche se tecnicamente è una fuga in zattera e non un naufragio. Se vuoi puoi eliminare dal mio commento la parte fra parentesi, tanto il concetto resta invariato, anche perché di piccole analogie fra i due film ce ne sono anche altre, sebbene in contesti differenti.
  • Zender • 30/06/17 19:02
    Pianificazione e progetti - 46424 interventi
    Se ne hai un'altra di analogia magari la sostituisco al naufragio. Per esempio l'ultima lettera. Siccome "Com'è dura l'avventura" non lo ricordo proprio... anche lì qualcuno scrive un'ultima lettera da una zattera?
  • Pessoa • 30/06/17 19:37
    Formatore stagisti - 416 interventi
    Banfi (con Villaggio di fronte) scrive su una sorta di diario di bordo un addio che ha un incipit molto simile alla lettera al direttore di Villaggio. Magari fra le analogie lascerei solo quella dell'aereo, che è la più palese.
  • Zender • 1/07/17 08:17
    Pianificazione e progetti - 46424 interventi
    Come vuoi, io ci avrei visto bene anche la lettera, ma va bene.
  • Mauro • 29/07/17 16:19
    Disoccupato - 11147 interventi
    Alle riprese del film avrebbe dovuto prendere parte Ugo Tognazzi, che rinunciò perchè aveva paura di prendere il mare.

    Fonte: Scuola di Cult (Mediaset, cinepanettoni.it)