LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/09/11 DAL BENEMERITO KANON
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Kanon 13/09/11 23:42 - 602 commenti

I gusti di Kanon

Horror d'annata che a dirla tutta genera molta simpatia, donata dal folklore russo e dai personaggi all'incirca (quasi) sempre alticci. Favola nera del giovane (un po' naif) che si ritrova a fronteggiare il male, allestita con grezzissimi effetti speciali tuttavia apprezzabili e soprattutto fondamentali per ravvivare il minimalismo spiccio della novella. Agli occhi occidentali potrebbe apparire vagamente bislacca.

Belfagor 8/09/13 18:37 - 2645 commenti

I gusti di Belfagor

Trasposizione dell'omonimo racconto di Gogol e caso più unico che raro di horror sovietico, è un film minimalista, lontano dai canoni occidentali (la pellicola alla quale si avvicina di più è probabilmente La maschera del demonio) e fortemente influenzato dal folklore. Alla prima parte, lenta ma nobilitata da una fotografia fredda e spettrale, fa seguito il confronto fra il giovane protagonista e le forze del male, queste ultime ben rese da effetti speciali ormai datati ma originali ed efficaci. Insolito.
MEMORABILE: La terza notte.

Rufus68 6/03/16 21:42 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

Il film rende bene i due versanti del racconto di Gogol: la parte realistica, con la descrizione dei seminaristi goliardi; e quella fantastica, capace d'esaltare gli umori del folclore russo (ricchi anche d'influenze slave e germaniche). Il crescendo di tensione fantastica delle tre notti di veglia al corpo della strega è la parte migliore della pellicola; la terza notte, in special modo, col suo convitto di creature sovrannaturali, rimane ben scritta nella memoria.

Bubobubo 23/01/19 12:31 - 1545 commenti

I gusti di Bubobubo

Tratto da uno dei più suggestivi racconti brevi di Gogol' (1835), è la quarta trasposizione cinematografica del soggetto (e prima conservatasi), nonché uno dei primi horror sovietici, per quanto sui generis (l'impianto è quello della fiaba nera, popolata da creature mostruose e incentrata sull'incontro fra iperreale e sovrannaturale, tra mondo dei vivi e dei morti). Trasuda un fascino misterico difficile da descrivere. A rivedere oggi la resa grafica del Vij, uno sgraziato golem con gli occhi coperti da lunghe palpebre, viene da sorridere.
MEMORABILE: Il finale della terza notte, sospeso tra fantastico popolare e orrore misterico.

Daniela 24/10/21 17:31 - 10901 commenti

I gusti di Daniela

Con la promessa di una lauta ricompensa, un seminarista deve vegliare per 3 notti la salma della figlia di un possidente ma la fanciulla è una strega in grado di evocare  mostruose creature... Tra le varie opere che si rifanno al racconto di Gogol, ispirato a sua volta ad una antica leggenda slava, questa è la trasposizione più fedele nel testo ed anche nell'alternanza dei toni. inizialmente  grotteschi e poi sempre più cupi fino a culminare iin una sequenza orrifica di grande suggestione nonostante l'evidente artigianalità degli effetti speciali. Film curioso, migliore del remake. 

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.