Rosso d'autunno

Media utenti
Titolo originale: Silent Fall
Anno: 1994
Genere: thriller (colore)
Note: Primo film di Liv Tyler, giunto in Italia solo dopo il successo di "Io ballo da sola".
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/10/08 DAL BENEMERITO RENATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 5/10/08 13:44 - 1511 commenti

I gusti di Renato

Perché mai vederlo? Perché è il primo film di Liv Tyler... Tolto questo è il solito thrillerino con bambino autistico incorporato. La vicenda, già non eccezionale di suo, è appesantita da dialoghi imbarazzanti ed ingenuità da rotocalco nel trattare un tema piuttosto delicato. L'impressione è quella del tv-movie, anche se a dirigere c'è uno che qualche film giusto l'ha pure azzeccato. Mah.

Stefania 23/06/10 23:39 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Film brutto, ravvivato da sprazzi di ridicolo. Sembra che lo spunto thriller sia un pretesto per parlare delle problematiche relative all'autismo, ma l'operazione è condotta con goffaggine imbarazzante. Le indagini le conduce questo psichiatra che, inopinatamente, elegge a testimone-chiave di un delitto un bambino autistico, perciò tocca aspettare che questo bambino parli, manco fosse l'oracolo di Delfi, per rivelare una verità che, fatti due conti, è la più facilmente intuibile! Regia anonima, la Tyler molto giovane, incerta, inespressiva.
MEMORABILE: La scena finale è veramente, ma veramente, tra le più ridicole mai apparse su grandi e piccoli schermi!

Corinne 30/09/11 23:14 - 400 commenti

I gusti di Corinne

Scialbo dal punto di vista thriller (la soluzione è tra le più prevedibili), ingenuo e poco verosimile dal punto di vista psicologico, con una Liv Tyler dalla recitazione imbarazzante e monoespressiva. Il classico film che si dimentica a dieci minuti dalla fine.

Galbo 3/01/16 09:24 - 11305 commenti

I gusti di Galbo

Regista che ha convinto raramente con i suoi film, Beresford dirige una pellicola incentrata su un omicidio che ha un bimbo autistico come testimone. Nonostante una "confezione" dignitosa, il film non decolla mai, né come thriller, la cui soluzione è intuibile senza grandi difficoltà, e ancora meno come opera di introspezione psicologica sulla problematiche dell'autismo. Quest'ultimo aspetto è anzi ancora di più fastidioso perché svolto con pochissima verosimiglianza con il reale. Attori al di sotto del loro standard, Dreyfuss in primis.

Hackett 11/10/16 20:41 - 1719 commenti

I gusti di Hackett

Thriller che parte in maniera abbastanza interessante e si avvale di un'ambientazione provinciale americana sempre adatta a creare la giusta atmosfera. Detto questo resta purtroppo da constatare l'estrema labilità di una trama poco convinta che procede a stento e culmina in un finale artificioso. Dreyfuss è sempre carismatico, ma può poco con una storia scritta male.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 14/05/13 23:27
    Scrivano - 9617 interventi
    Dal 15 Maggio 2013 in DVD per Quadrifoglio con queste specifiche: Audio Dolby Digital 5.1 Video Wide Screen Sistema Pal Lingua italiana Sottotitoli: Italiano
    Ultima modifica: 14/05/13 23:27 da Mco