Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo - Film (2007)

Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Pirates of the Caribbean: At World's End
Anno: 2007
Genere: avventura (colore)
Note: sequel di "La maledizione della prima luna" e "Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma"
Papiro: cartaceo
Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 4/06/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zender 4/06/07 09:09 - 305 commenti

I gusti di Zender

Si comincia subito male, chiedendosi come sia possibile che in un film che dura due ore e trequarti non si sia potuta sintetizzare la prima parte. Poi tutto continua senza mai un fremito tra risse, duelli, un Depp che gigioneggia fin troppo e parentesi inutili che a tagliarle ci si guadagnava tutti. Al di là di qualche bell'effetto nel passaggio tra la morte e la vita (con capovolgimento di veliero) ci si adagia nel già visto e già sentito con una sfida tra velieri nel maelstrom che non offre quanto sperato. Superfluo.
MEMORABILE: I cadaveri che come dormienti passano a frotte sotto il pelo dell'acqua tutt'attorno alla Perla Nera.

Galbo 4/06/07 17:14 - 12050 commenti

I gusti di Galbo

La novità di questo terzo (ed evitabile) episodio della saga dei pirati, è che il protagonista assoluto non è più Deep; questo è piuttosto un film corale. Anzi, se di deve ricercare un protagonista, questa è Keira Knightley. Per il resto niente di nuovo sotto il sole: la solita sequela di (pseudo) colpi di scena con effetti speciali già visti ed una durata francamente eccessiva che fa sì che lo spettatore guardi troppo spesso l'orologio.

Xamini 16/07/07 01:12 - 1172 commenti

I gusti di Xamini

Possibile che in tre film su tre il rilievo fondamentale, condiviso da chiunque, sia l'eccessiva lunghezza? Possibile che non abbiano fatto nulla per risolvere il problema? Troppo preziose le gag? Troppo epopeiche le situazioni? Comunque, a essere sincero, l'ho apprezzato più del secondo, grazie in particolare al solito Depp e a tutti i comprimari, escludendo Bloom e Knightley, bellocci quanto ingessati. Ma i confini del mondo potevano essere approfonditi meglio e qualche scontro navale poteva essere risparmiato.
MEMORABILE: Quella mappa che tanto ricorda la rotella dei codici di The Secret of Monkey Island...

Blutarsky 25/07/07 18:29 - 356 commenti

I gusti di Blutarsky

Impossibile raccontare in maniera sintetica la storia, considerata la marea di personaggi e sottostorie presenti. Decisamente troppo lungo e con troppa carne al fuoco. Alcune sequenze prese da sole mi hanno divertito (quasi sempre c'era Depp di mezzo), ma più di una volta mi sono ritrovato a guardare l'orologio per vedere quando finiva il film. Fracassone ed esagerato, con scene spettacolari come lo scontro finale. Capisco che con il cervello spento possa anche divertire... ma non è stato il mio caso.

Puppigallo 8/07/08 10:37 - 5000 commenti

I gusti di Puppigallo

Una devastante mattonata, piena di dialoghi logorroici, qualche pura scemenza e azione che, dopo più di due ore, non ti fa più alcun effetto, se non quello di guardare insistentemente l'orologio, stupendoti della lunghezza abnorme di questo minestrone piratesco dove, mancando ormai le idee (a parte la nave da capovolgere e poco altro), si punta ad ammassare personaggi su personaggi (almeno c'è il capitano polpo, che fa sempre la sua porca figura). Un'operazione palesemente commerciale, visto il successo dei due precedenti episodi. Passo decisamente falso.
MEMORABILE: La battaglia nel gorgo (anche quella, comunque, tirata all'inverosimile).

Flazich 9/07/08 20:15 - 659 commenti

I gusti di Flazich

Lo sapevo, lo sapevo che avrei buttato via il mio tempo guardando l'ennesimo capitolo di questa saga a dir poco sopravvalutata. In "Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo" tutto appare (ed è) profondamente barocco a partire dai dialoghi per finire con le scenografie. Il vuoto pneumatico (credo che sia la definizione più calzante) di questa pellicola è tale da trasportare lo spettatore in uno stato di semincoscenza che lo accompagnerà fino alla fine (unico motivo plausibile al fatto che lo spettatore sopravviva a tale obbrobrio).

Hackett 10/07/08 09:29 - 1846 commenti

I gusti di Hackett

Stanca e un po' trita terza parte di una saga che già nel primo capitolo aveva dato il meglio. I tempi sono dilatati al massimo per permettere ai personaggi di restare in scena più tempo possibile a discapito del ritmo. Alcune sequenze, come quella onirica di Depp nel deserto, appesantiscono troppo la trama. Abbastanza deludente, il film lascia il finale aperto a un quarto capitolo... speriamo ci ripensino, ma il botteghino regna.

Caesars 8/09/08 09:04 - 3532 commenti

I gusti di Caesars

La lunghezza eccessiva è il difetto peggiore del terzo (e conclusivo?) episodio dedicato ai pirati dei Caraibi. A ciò bisogna aggiungere che, stranamente, Johnny Depp non è più il protagonista principale della vicenda ed è un peccato perché suoi sono i momenti migliori della pellicola. Per il resto tutto quanto è come si ci poteva aspettare, con una trama insignificante messa al servizio di situazioni che dovrebbero meravigliarci, ma stavolta pare anche che la fantasia degli autori sia venuta a scarseggiare. Cameo di Keith Richards.

Bruce 25/02/09 15:21 - 1007 commenti

I gusti di Bruce

L’originalità, la fantasia e l’ispirazione iniziali si sono perse. Rimangono invece i difetti dei due precedenti episodi e cioè le lungaggini insopportabili e la trama sempre più inconsistente. Oramai è chiaramente una operazione solo commerciale. “Molto rumore per nulla”.

Sabryna 4/04/09 16:25 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Terzo episodio della trilogia di Pirati dei Caraibi. Effetti speciali a go-go, soprattutto in alcune sequenze. Anche questo terzo atto non raggiunge i vertici del primo episodio, ma termina abbastanza degnamente la serie. In alcuni punti risulta anche migliore rispetto al precedente film (di cui è la continuazione). Buona come sempre l'interpretazione di Depp, anche se non è più il personaggio-chiave del film (e questo rappresenta un limite per la saga). La coppia Knightley-Bloom è sempre più stucchevole, ma doveva andare così. Passabile.

Gore Verbinski HA DIRETTO ANCHE...

Tarabas 14/04/09 10:13 - 1865 commenti

I gusti di Tarabas

Capitan Jack deve recuperare un cuore che forse è il suo. O forse è quello del film, girato senza un briciolo di decenza riciclando tutto il riciclabile dei primi due episodi. Terribilmente lungo, con effetti speciali che sostituiscono in toto il poco di trama che rimaneva nella seconda puntata. Depp riduce a macchietta l'azzeccatissimo personaggio del primo film. Più spazio ai comprimari e alla Knightley. Da Triangolo delle Bermude.

Ciavazzaro 15/04/09 12:02 - 4773 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non credo che dopo questo vedrò altri capitoli della serie, da tanto è caduta in basso nel corso degli anni (non che il primo capitolo fosse un capolavoro, intendiamoci). Ci sono il solito Depp, discreti effetti speciali, ma la storia fa acqua da tutte le parti.

Belfagor 10/04/10 10:10 - 2663 commenti

I gusti di Belfagor

La durata è davvero eccessiva e diluisce i momenti buoni della pellicola. Eppure, nonostante la lunghezza, permane un senso di ingolfamento ed esagerazione, a causa dell'eccessivo numero di sottotrame e personaggi tirati in ballo senza un motivo valido. Una cosa che non perdonerò mai a questo film, ad esempio, è l'aver fatto morire in modo quanto mai pretestuoso due personaggi secondari ma molto ben riusciti. Molto ben realizzata la battaglia nel Maelstrom, ma anche questa è troppo tirata per le lunghe.

Redeyes 16/05/10 16:04 - 2355 commenti

I gusti di Redeyes

È proprio questo il classico esempio di pellicola, che non ha niente da dire ma riesce, in qualche modo, a tenerti sulla poltroncina col fiato sospeso fino all'ultimo. Sì perché ti aspetti che qualcosa debba succedere ed invece niente. Al di là della insostenibilità di Bloom come pirata e marinaio e simili, si finisce per esser stufi del gigione Depp, per carità bravissimo nella caretterizzazione ma ripetitivo, giocoforza, alla lunga. Keira alla fine sembra quasi esser la migliore. Un film che si può vedere come non farlo.

124c 1/06/10 17:50 - 2853 commenti

I gusti di 124c

Ancora più sconcertante e senza trama questa terza parte della saga piratesca disneyana, ancora Jack Sparrow, vero fulcro di divertimento di questi film, relegato in secondo piano, manco fosse il C3PO di Star Wars. I buoni che diventano cattivi, i vecchi cattivi che diventano buoni (Geoffrey Rush), alcuni attori di culto (come Chow Yun Fat e Jonathan Pryce) relegati ad imbarazzanti cameo e tutto per accontentare legioni di bambini che non hanno conosciuto né il Capitan Vallo di Burt Lancaster, né il capitan Blood di Errol Flynn. Tristezza!
MEMORABILE: Keith Richards dei Rolling Stones che fa il padre di Jack Sparrow, in un breve cameo.

Rambo90 27/05/11 01:38 - 7278 commenti

I gusti di Rambo90

Al terzo capitolo le avventure dei pirati perdono smalto; purtroppo la durata è davvero eccessiva e soprattutto nella parte centrale (le lungaggini della fratellanza, l'eccessiva scena con Depp sdoppiato) si guarda spesso quanto manca alla fine. Però le scene d'azione funzionano ancora, il finale con Bloom e la Knightley è commovente e il gruppo è al gran completo (Rush è strepitoso, Yun Fat azzeccato e gli altri simpatici); chi è fan della saga si divertirà nonostante i minuti di troppo, gli altri forse un po' meno.

Fabbiu 7/10/11 15:35 - 2088 commenti

I gusti di Fabbiu

Il terzo capitolo fa fatica a planare ed è alquanto altalenante; sarà che la caratterizzazione di Jack Sparrow si è ormai esaurita senza lasciar sorprese, o sarà che la trama, ripartita in troppi frammenti, stordisce un po' lo spettatore, nella durata complessiva davvero ingente; ma le scene da amare a mio parere ci sono e il senso dell'avventura è diventato un contesto quasi epico; molto humour e le buone invenzioni non mancano, gli effetti sono ancora deliziosi. in definitiva con questo titolo si chiude decentemente la saga.

Enzus79 23/05/12 15:42 - 2505 commenti

I gusti di Enzus79

Pur essendo un buon film, diretto ed interpretato benissimo e con effetti speciali all'avanguardia, non si possono dimenticare difetti come per esempio la durata (non si potevano tagliare alcune scene?) e la ripetitività di alcune scene. Una cosa comunque è sicura: diverte.

Cloack 77 13/10/12 20:52 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Non tutto naturalmente fila liscio; il personaggio interpretato da Chow Yun-fat sembra un riempitivo inutile e si trascina intorno un ritmo lento a rischio noia. Dalla morte di Sao Feng e con l'inizio della battaglia invece, il film vola, diverte, avvince e sorprende per un finale non banale. Grande il cameo di Keith Richards, immenso quando imbraccia la chitarra e rompe la corda.
MEMORABILE: Jack Sparrow nel limbo (surrealismo allo stato puro); Davy Jones che si commuove suonando l'organo e ripensando ad un amore.

Lucius 27/06/13 00:11 - 2988 commenti

I gusti di Lucius

Piu apparenza che sostanza. Non aggiunge nulla di nuovo e gli effetti speciali, per quanto notevoli, sembrano quasi di riempitivo alla storia. D'altronde quando si vogliono resuscitare i morti (vedi saga Venerdì 13) si parte già col piede sbagliato. La confezione è sempre degna di nota, ma questo capitolo non è in grado di sorprendere né di innovare. Ai confini della noia.

Bill Nighy HA RECITATO ANCHE IN...

Piero68 9/12/13 10:58 - 2905 commenti

I gusti di Piero68

Non sono un amante della saga, ma tutto sommato non capisco la strocatura generale, visto che questo terzo capitolo l'ho trovato perfettamente in linea con i due precedenti. Meno Depp e più coralità sicuramente, ma non è detto che questo sia uno svantaggio, visto che la storia è comunque corale. Inoltre non bisogna mai dimenticare che Pirati dei Caraibi è un franchising di proprietà Disney ergo con un target specifico e un'intenzione prettamente economica. Depp è comunque sempre travolgente nei panni di Sparrows mentre Bloom e Knigthley sempre deludenti.

Minitina80 26/05/16 08:12 - 2766 commenti

I gusti di Minitina80

Fiaba piratesca ridotta a un mega fumetto pompato all’inverosimile da effetti speciali di ampio respiro che però nascondono qualche buco di troppo. Spesse volte si dilunga senza apparente motivo in interminabili duelli e dialoghi che hanno del superfluo e dove, in alcuni casi, si raggiungono picchi elevati di insulsaggine. Resta poco di vagamente interessante, ma si perde miserabilmente in due ore e tre quarti inspiegabili che si potevano risparmiare applicando un po’ di buon senso.
MEMORABILE: Il segreto è convivere con se stessi per l’eternità.

Almicione 6/03/17 01:17 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Si è ricercata la massima spettacolarità e ci si è dimenticati di curare un aspetto che risulta spesso fondamentale per un film: la trama. Non che non ci sia, ma si vede proprio che è tirata fuori con forza e lo spettatore non ne viene coinvolto per la maggior parte del tempo. Metteteci anche le scenette tipiche Disney e si rischia la rotta. Fortunatamente, un po' grazie a Depp (comunque più spento che altrove) ma soprattutto per la mirabile sequenza del maelstrom, il film riesce a risollevarsi. Molti FX, spesso graditi, ma nient'altro.
MEMORABILE: La nave che viene ribaltata.

Taxius 9/02/18 17:46 - 1654 commenti

I gusti di Taxius

Arrivata al terzo capitolo, la saga dei pirati dei Caraibi comincia ad accusare i primi sintomi di stanchezza a causa soprattutto di una trama poco originale e a tratti banale. Esteticamente il film è una meraviglia, con effetti speciali e scene d'azione notevoli, ma oltre a questo non c'è nulla. Difetto principale è l'eccessiva durata (quasi tre ore), che rischia di portare allo sfinimento più di qualche spettatore. Nulla di che.

Rigoletto 28/09/18 08:07 - 1741 commenti

I gusti di Rigoletto

Quanto scritto riguardo al secondo film lo si può parzialmente riportare qui, ma la pellicola risulta ancor più sfuggente, onirica e immateriale. Acquista peso il ruolo della Knightley (fino a sostituire Depp come protagonista) e rimane fantastica la prova di Rush. Ovvio che gli effetti speciali rimangono a trainare una storia nella quale però Verbinski tira troppo la corda, dilatando il film all'eccesso senza dare prova di saperlo gestire.
MEMORABILE: Il duello a tre navi.

Magerehein 7/06/22 21:36 - 565 commenti

I gusti di Magerehein

Ha un difetto molto grave: pur essendo assai lungo e non privo di momenti di stanca, troppi personaggi sono presentati o caratterizzati superficialmente (Sao Feng è una vera delusione), dando l'idea di trovarsi di fronte a un minestrone in cui la quantità degli ingredienti prevale sulla qualità. Lo stesso vale per alcune delle azioni e situazioni in cui i Nostri (ormai il protagonista non è più soltanto Sparrow) incappano nell'arco di tutto il film. I "confini del mondo" citati nel titolo occupano solo una piccola parte (peraltro quella migliore). Tanta azione, poco carisma.
MEMORABILE: L'incontro con le scialuppe che trasportano le anime dei morti, fra cui il governatore Swann; Davy Jones uccide un uomo usando la propria barba.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.