Lo specchio della vita - Film (1959)

R
Lo specchio della vita
Media utenti
Titolo originale: Imitation of life
Anno: 1959
Genere: drammatico (colore)
Note: Remake dell'omonimo (anche in italiano) film del '34 di John M. Stahl.

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 8/05/07 14:47 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Attrice di successo rimane vedova, pensa alla carriera e trascura la figlia, affidata alla nanny di colore, anche lei tuttavia alle prese con figliola problematica... Douglas Sirk colpisce ancora, per la gioia dei fabbricanti di fazzolettini, con questo remake di un film degli anni '30 in cui da par suo (cioè esagerando) mette in scena drammoni e conflittoni turgidissimi. Cast folle che abbina Sandra Dee e Lana Turner, e altro titolo che diventerà un modo di dire.

Ciavazzaro 17/04/08 14:44 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Drammone di quelli che piacciono a me: una Lana Turner eccezionale nel ruolo della protagonista, degna di nota anche l'interpretazione della Kohner e c'è pure Sandra Dee!!! Ora non fa più certamente piangere, ma comunque risulta molto più efficace del pallido remake con Julianne Moore nel ruolo che fu di Lana Turner. Godibile.

Gugly 18/04/08 21:03 - 1194 commenti

I gusti di Gugly

Bellissimo film che non ha perso per efficacia delle interpretazioni del quartetto femminile; certo a volte si rischia l'effetto Mamie troppo buona con ricordi di Via col Vento, ma le schermaglie delle madri con le rispettive figlie sono molto intense e vanno al di là del facile effetto lacrima finale della governante. Grandissima la scena del funerale gospel: un tripudio, per quanto strano, di suoni e colori.
MEMORABILE: Il funerale gospel, appunto.

Ammiraglio 28/06/08 11:14 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

"Imitation of life" è un film particolare, strano. In un unico lungometraggio ci vengono presentati tanti (forse troppi) spunti di riflessione: il problema razziale ancora presente negli USA; la voglia disperata di carriera; cosa porta davvero felicità nella vita. Il risultato è molto buono anche se, purtroppo, nell'ultima mezz'ora il film sembra scendere di tono e perdere il fascino che l'aveva accompagnato fino a quel punto. La scena finale è decisamente strappacuore.

Stefania 22/01/10 21:02 - 1599 commenti

I gusti di Stefania

Tipicamente sirkiano, quindi laccato e altisonante, e si che qui bastava la materia a nobilitare lo stile. Storia bellissima, due modi specularmente opposti di essere madre, l'abnegazione di Annie e l'egocentrismo di Lora. E due modi specularmente simili di essere figlia, di rinnegare le proprie radici per poi ritrovarle. La tematica razziale invecchia questo melodramma, sostanzialmente attualissimo.

Galbo 25/01/10 05:58 - 12456 commenti

I gusti di Galbo

Uno dei film più significativi di Douglas Sirk, nonchè il suo maggiore successo commerciale, è un potente dramma che affronta i temi del razzismo, dell'ambizione sociale e della frustrazione delle illusioni. Il regista mostra una solida capacità di "governare" il tutto e un'ottima capacità di dirigere un valido gruppo di attori, nel quale spicca la Turner al massimo del suo fulgore fisico ma che dimostra comunque discrete doti di attrice.

Pigro 1/07/10 09:28 - 9800 commenti

I gusti di Pigro

Due madri e due figlie: è tutto intensamente femminile l'ultimo mélo diretto da Sirk, una raffinata geometria di rifrazioni (come nei brillanti che inondano i titoli di testa) sentimentali di intima solidarietà. Quattro donne compongono una famiglia compatta e complessa, dove si riverberano ricomposte le questioni sociali e razziali, ma dove penetrano a stento scialbe figure di uomini. Non a caso il film chiude splendidamente sulla frattura di questa famiglia di fatto anziché sul pur annunciato matrimonio tradizionale. Sottilmente intrigante.

Lupoprezzo 7/08/12 20:03 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Melodramma in pieno stile Sirk: turgido e lacrimevole come si confà alla tradizone hollywoodiana del melò. Il dramma prettamente femminile messo in scena dal regista conquista soprattutto per la solida interpretazione del cast, piuttosto che per i temi trattati (il razzismo, la carriera frapposta agli affetti, il dramma d'essere madri). La sequenza del pestaggio è decisamente un gran bel pezzo di cinema e non lascia indifferenti, così come il finale. Regia di gran classe, che predilige la profondità e le inquadrature da basso.

Fafo1970 12/06/13 22:20 - 30 commenti

I gusti di Fafo1970

Una pellicola strappalacrime ma confezionata con classe e stile; indimenticabile la dolce Annie di Juanita Moore, ma tutto il quartetto femminile merita una menzione. Impossibile non commuoversi al funerale di Annie, la cui presenza stabile e discreta era indispensabile per tutti.

Deepred89 31/08/13 03:13 - 3742 commenti

I gusti di Deepred89

Godibilissimo melodramma hollywoodiano, sovraccarico di temi, ripetitivo, spesso eccessivo nelle sue bordate sentimentali ma indubbiamente appassionante. Piacevole la fotografia dai colori tenui, dialoghi enfatici ma gustosissimi, una recitazione caricata e ridondante (a mo' di soap opera) che azzera la verosimiglianza ma esalta le scene più a effetto (e lo sguardo di Lana Turner, che buca lo schermo). Ciò che si discosta dal classico si impone però sul resto: il pestaggio, il gospel, le scene al night. Merita, senza dubbio.

Douglas Sirk HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Magnifica ossessioneSpazio vuotoLocandina Come le foglie al vento...Spazio vuotoLocandina InterludioSpazio vuotoLocandina Lo sparviero di Londra

Daniela 24/11/15 16:49 - 12789 commenti

I gusti di Daniela

Nell'arco di circa un ventennio, il legame fra due donne - l'attrice bianca e la governante nera - che hanno dovuto allevare da sole le proprie figlie. Pur essendo un remake, il maggior successo commerciale di Sirk (non il suo film migliore) è un melodramma tutto al femminile cne ne porta l'inconfondibile firma. Ipersaturo, eccessivo nei contrasti, zeppo di scene madri, impudico per come punta a spremere le lacrime (tutta la parte finale è l'equivalente cinematografico di una cipolla), ma sublimato da uno stile superiore che finisce trasformare un banale fotoromanzo in un classico.

Vito 1/06/17 05:33 - 695 commenti

I gusti di Vito

Classico del melodramma hollywoodiano anni '50. Ben diretto dallo specialista Douglas Sirk, qui al suo ultimo film, quello di maggior successo sia di pubblico che di critica. L'interpretazione della bellissima Lana Turner è ottima e intensa: l'attrice riesce a bucare veramente lo schermo e offre la sua prova migliore. Da guardare con un pacco di fazzolettini.

Nancy 28/02/18 20:47 - 778 commenti

I gusti di Nancy

L’ultimo film di Sirk parla di vita, morte, ambizione, realtà sociale. Due donne, una bianca e l’altra nera - ma con una figlia bianca - decidono di condividere il loro percorso di vita. Non si conosceranno mai veramente, entrambe occupate a fare i conti con ciò che la società pensa di loro (parte cruciale del film). Interessante la visione dell’universo femminile e la rappresentazione della tenacia nel perseguire i propri desideri malgrado tutto. Ma il film è appunto uno specchio della vita e non conclude veramente mai.

Siska80 2/03/20 16:14 - 4019 commenti

I gusti di Siska80

Due giovani non accettano le rispettive madri (una perché troppo presa dal successo, l'altra semplicemente perché nera). Particolarmente bravo il cast femminile, trama che fa riflettere sul sempre difficile rapporto genitore-figli con un finale che, visti i fatti narrati, non poteva essere differente. La vita è inclemente con chi commette gravi errori e le protagoniste lo capiranno a loro spese.
MEMORABILE: Sarah Jane vuole cambiare scuola perché i compagni hanno scoperto che la madre è nera.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Ciavazzaro • 10/12/09 16:07
    Scrivano - 5591 interventi
    Per il ruolo interpretato da Susan Kohner fu considerata Natalie Wood.

    Fonte: Imdb
  • Discussione Harrys • 26/01/10 14:23
    Fotocopista - 649 interventi
    Questo è un remake dell'omonimo film del '34 di John M. Stahl.
  • Discussione Zender • 26/01/10 17:50
    Capo scrivano - 7 interventi
    Giusto, messa l'iconcina, grazie.
  • Discussione Deepred89 • 30/08/13 16:15
    Comunicazione esterna - 1603 interventi
    Accendo la tv su Rete4 ma mi accorgo che il film è iniziato da dieci minuti. Così clicco sul pulsante INFO del telecomando per dare una sbirciata alla trama. Peccato che il commento in sovraimpressione si chiuda nientemeno che con un "Per una volta vi sveliamo il finale", e a seguire un paio di frasi terribilmente esplicative. Roba da matti!
  • Discussione Gugly • 30/08/13 18:14
    Portaborse - 4710 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Accendo la tv su Rete4 ma mi accorgo che il film è iniziato da dieci minuti. Così clicco sul pulsante INFO del telecomando per dare una sbirciata alla trama. Peccato che il commento in sovraimpressione si chiuda nientemeno che con un "Per una volta vi sveliamo il finale", e a seguire un paio di frasi terribilmente esplicative. Roba da matti!

    Ma veramente?????? Ma da non credere...a volte mi chiedo chi compili le trame delle INFO e anche di Televideo....
  • Curiosità Lucius • 12/05/19 00:01
    Scrivano - 9041 interventi
    Direttamente dall'archivio cartaceo Lucius, il flano originale del film:

  • Homevideo Digital • 24/09/22 09:56
    Portaborse - 4039 interventi
    Blu-ray A&R disponibile dal 14/10/2022.
    Ultima modifica: 27/09/22 14:50 da Digital