Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/10/20 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Buiomega71 2/10/20 01:16 - 2912 commenti

I gusti di Buiomega71

Ritratto di una adolescente (con poco fascino) che da ragazza-madre allo sbando diventa rapinatrice (improbabile) di banche passando per le maglie (banali) della prostituzione. Tutto resta in superficie, il buonismo è incombente e Verbong non riesce a dare nessuna empatia alla sua fastidiosa eroina. Restano gli scorci suggestivi di una Rotterdam notturna quasi postmoderna e riverberi argentiani nella fotografia di Lex Wertwijn. Latitano sesso e violenza e non bastano il nudo integrale della Thijn in dolce attesa e un parto live stile Helga a salvare la pellicola dalla mediocrità.
MEMORABILE: Il patrigno sbircia Lily sotto la doccia; Lily alle prese con un tipaccio aggressivo; La prima rapina al negozio per bebè; Il cliente masturbato.

Daidae 19/02/24 17:52 - 3183 commenti

I gusti di Daidae

Inizio comico: la ragazza è decisa ad abortire, la famiglia è d'accordo e lei... fugge di casa e decide di tenere il bambino. Svarione centrale: un pappone (neanche tanto convincente) la "carica" come avviene per la povera Tracy ne I sogni bruciati e, dopo averla fatta incontrare con un cliente dai gusti particolari, si assiste a una scena che "trasuda" di ridicolo: il pappa sparisce (anche i genitori escono di scena). Trovata una pistola dentro un freezer (sic!)... il film prosegue in stile dramma-azione fino al finale. Troppi difetti rovinano un film che poteva essere migliore.
MEMORABILE: Il tassista pugile; Lo squallido albergo.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La donna indecenteSpazio vuotoLocandina Moose - Un alce in famigliaSpazio vuotoLocandina Dio è donna e si chiama PetrunyaSpazio vuotoLocandina Giovani iene
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Buiomega71 • 2/10/20 10:42
    Consigliere - 26006 interventi
    Altra occasione mancata, dimostrazione che il cinema orange, fuori dall'ottica verhoeviana, non carbura.

    Il ritratto di una adolescente ribelle, cassiera in un supermercato di provincia (da quì il titolo originale), ragazza madre (il fassbinderiano rapporto con il soldato di colore, poi ridicolmente ucciso da due teppistelli in motocicletta in un passaggio a livello), che và a Rotterdam in cerca di fortuna, ma quello che trova è solo emarginazione e una vita di espedienti, passando per il retaggio (banale) della prostituzione, fino a diventare un'improbabile rapinatrice di negozi e banche, per salvaguardare l'incolumità del nascituro.

    Messo giù come un telefilmone, interpretato svogliatamente da una sciapita, fastidiosa e poco fascinosa Marion van Thijn (figlia dell'ex sindaco di Amsterdam, poi, fortunatamente scomparsa nel nulla), con i soliti clichè e un buonismo di fondo assai urticante (il finale in ospedale al ralenti è terribile), dove, fattore ancor più grave visto che il narrato ben si prestava, vengono omessi sesso e violenza, e Verbong (autore dell'interessante  La donna indecente) non riesce a dare nessuna empatia per la sua ragazzetta più antipatica che altro, che da sfortunata e introversa mocciosa provinciale, diventa una poco credibile Bonnie Parker.

    Non bastano una masturbazione ad un cliente ricco e vizioso a cui piacciono le ragazzine incinta, il patrigno che sbircia Lily sotto la doccia, un'agressione in appartamento ai danni di Lily commessa da uno psicopatico, il nudo integrale in dolce attessa della Thijn o un parto live in stile Helga per non far scadere il film nella mediocrità.

    Restano Monique van de Ven nel ruolo di una protettiva ginecologa, gli scorci notturni e suggestivi di una Rotterdam quasi post moderna continuamente sotto la pioggia , impreziosita dai riverberi argentiani della fotografia di Lex Wertwijn, la pistola nescosta nel congelatore e poco altro.

    Poteva venire fuori una robusta storia di emarginazione borderline e asprezza femminea, ma il risultato non và al di là di una convenzionale patina da tv movie nord europeo.

    Notevole l'impaginazione della fascetta italiana della vhs, che lo spaccia per un thriller stile Nikita!
    Ultima modifica: 2/10/20 13:30 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 2/10/20 10:51
    Consigliere - 26006 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Columbia Tristar.

    Edizione: luglio 1993
    Durata effettiva: 1h, 47m e 45s

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images54/lily1.jpg[/img]
    Ultima modifica: 2/10/20 14:44 da Zender
  • Discussione Daidae • 19/02/24 17:45
    Compilatore d’emergenza - 1313 interventi
    Film di esordio per Marion Van Thijn
    che chiuderà la carriera nel 2008 con solo 9 pellicole all'attivo (5 se escludiamo serie tv e video musicali).
  • Discussione Zender • 20/02/24 08:12
    Capo scrivano - 47807 interventi
    Beh non mi sembran così poche sinceramente...
  • Discussione Daidae • 22/02/24 22:19
    Compilatore d’emergenza - 1313 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Beh non mi sembran così poche sinceramente...

    Parere personale, per me sono poche.
    Conta oltretutto che per il cinema sono solo 5.
  • Discussione Zender • 23/02/24 08:02
    Capo scrivano - 47807 interventi
    Sì, ma poche in relazione a cosa? E' strapieno di attori che fanno un due film e scompaiono, voglio dire. Poche perché era molto brava e ne meritava di più?
    Ultima modifica: 23/02/24 08:03 da Zender