Club vacanze

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2005
Genere: comico (colore)
Note: Il film è del 1995 (visto censura dicembre 2006) ma al cinema non uscì mai. Il dvd è uscito nel 2005, 10 anni dopo.
Numero commenti presenti: 8
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Tocca ad Alfonso Brescia, stakanovista della regia a low budget, richiamare sul set alcune vecchie glorie della commediaccia Anni Ottanta per uno stanco epigono fuori tempo massimo. Alvaro Vitali e Lucio Montanaro, a distanza di dieci anni e più dai loro massimi successi, non sembrano cambiati. Andy Luotto, outsider con dei numeri all’epoca male utilizzato, conferma di essere il personaggio più interessante del lotto, capace ancora coi suoi nonsense di strappare qualche sana risata. E’ lui la mente del “diabolico” piano architettato per rubare dalla cassaforte dell'albergo in cui lavora come gestore i due miliardi di lire che uno dei clienti ha appena ottenuto dalla vendita di un ippodromo. Assumerà...Leggi tutto i “soliti ignoti” per il colpo e si troverà a istruire (a suo modo) Alvaro Vitali (l'elettricista), Lucio Montanaro (il “bombista”), una bella biondina (la guardia del corpo) e un giovane imbelle che di lei si innamora (l'autista). Come copertura in attesa del colpo di sabato, Alvaro farà il cameriere e Lucio il barista alle prese con prevedibili cocktail improvvisati e devastanti (una delle gag più vecchie del cinema!). Contorno di seni e deretani al vento (pochi), canzoncine (di Detto Mariano) interpretate in playback dalla bionda e comicità di bassa lega. Solo Luotto, per fortuna in uno dei ruoli principali, salva qualcosa in un film complessivamente sciatto e tristemente nostalgico; gli altri strepitano e si dedicano ai tormentoni d’ordinanza senza proprio lasciare il segno. Una commediaccia sgangherata, disomogenea, con giusto un paio di scenette riuscite.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Plauto 12/09/10 11:40 - 119 commenti

I gusti di Plauto

Una squinternatissima "Scuola di ladri", con Andy Luotto a fare la "mente" di un quartetto assurdo, che ovviamente penserà a tutto meno che a quello che deve fare! Proprio Andy Luotto è il migliore di tutti, con i suoi tic geniali. Vitali è già scoppiato, ormai schiavo delle vecchie battute di Pierino (riproposte anche qui con evidenti forzature nella recitazione), discreto Lucio Montanaro e straordinaria Viola Simoncioni (la bella guardia del corpo), soprattutto quando molla calcione schiaffo e calcione al povero Andy Luotto!
MEMORABILE: Andy Luotto durante la "riunione" spegne la luce e succede di tutto!

Tomastich 10/08/11 18:56 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Alfonso Brescia, nel 1995, tenta di tornare sulla piazza con un misto di Scuola di ladri, Professione vacanze e i classici pieriniani (vedi il ripescaggio di Vitali). Luotto come attore protagonista stufa, mentre Vitali riesce a strappare qualche risata grazie a qualche battuta (riciclata dal suo stesso repertorio barzellettaro).

Motorship 11/04/14 17:13 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Mi aspettavo una ciofeca, ma poi vedendolo mi sono accorto che d'accordo, non è granché, malfatto e privo di sceneggiatura, ma che poi sia tutto da buttare no. Sorprendentemente il più convincente del trio comico presente nel film è Andy Luotto, che come protagonista funziona abbastanza, mentre Vitali è più bolso che mai (praticamente replica Pierino) e Montanaro non incide più di tanto. Convincente invece la bellissima Viola Simoncioni (che ci regala anche un topless su una barca). Curioso.

Herrkinski 19/02/15 02:35 - 4967 commenti

I gusti di Herrkinski

Inenarrabile boiata che parrebbe girata dieci (o più) anni prima, almeno a giudicare dalla qualità della pellicola e della fotografia; l'impianto comico è a sua volta antiquato (qualcuno direbbe "nostalgico"), la sceneggiatura pare messa insieme alla meno peggio, le gag sono bollite e poco spiritose. Per non farsi mancare nulla, presenti pure degli agghiaccianti siparietti canori e qualche nudo, tra cui spicca quello della bionda Simoncioni. Il cast pare improvvisare, anche se nel disastro generale a uscirne meglio è Luotto. Tedioso anzichenò...

Panza 20/09/15 17:35 - 1487 commenti

I gusti di Panza

Disperato tentativo di riportare in auge un modo di fare cinema che negli anni '90 era ormai estinto e impraticabile (tanto che il film non uscì mai nelle sale). Colpa sicuramente di una sceneggiatura che ricicla vecchie situazioni e battute strevecchie all'interno di una trama orrenda. Vitali e Montanaro danno una prestazione "appannata", mentre Luotto poteva essere sfruttato meglio. Pazzesco l'inserimento di due o tre brani malamente cantati dalla Simoncioni (che almeno lascia a bocca aperta per la sua bellezza). Orrendo.
MEMORABILE: La tremenda alternanza tra presa diretta e doppiato nel primo dialogo tra Luotto e Vitali.

Homesick 5/12/15 10:20 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Nel pieno degli anni Novanta e della crisi del cinema italiano, Brescia riaccende deboli fuochi della commedia del decennio precedente in un'estrema economia di mezzi - un albergo come location pressoché unica - e riesumando la comicità barzellettesca di Alvaro Vitali, sempre d'effetto. Entrambe generose nel nudo, la Simoncioni e la Topazio si dividono il ruolo di bellona di turno; Luotto si limita più che altro a qualche tic e abbassamento di voce e Montanaro a spalleggiare Vitali, di fatto ragion d'essere dell'intero film.
MEMORABILE: L'entrata in scena "pierinesca" di Vitali; le pulizie con gli aspirapolvere e l'attacco d'asma del commendatore.

Markus 3/02/17 08:22 - 3230 commenti

I gusti di Markus

L'idea di rinverdire la pochade di grana grossa Anni '70/'80 nel pieno dei Novanta poteva essere buona, ma avendo a disposizione una così blanda sceneggiatura, caratteristi ormai bolliti e un budget risicato, il risultato è questa tediosa e francamente squallida messinscena (che tra l'altro uscirà sono in home video dieci anni dopo la realizzazione). Gag agghiaccianti e storia poco interessante; tutto già visto e persino già sentito, visto che le musiche sono riciclate. C’è poco da ridere... è questo il "dramma" del film.

Daidae 1/01/18 19:37 - 2720 commenti

I gusti di Daidae

Non poi così male. Diciamo che "soffre" un po' l'età, essendo uscito quando ormai il cinema italiano aveva, purtroppo, cambiato registro e andavano di più i film impegnati piuttosto che le commedie vacanziere (genere ormai tramontato). Il cast è buono e negli anni 90 si è visto di molto peggio. Ambientazioni e colonna sonora piuttosto scarne. Un'occhiata la merita.
MEMORABILE: Il cocktail esplosivo di Lucio Montanaro.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Panza • 11/09/15 09:52
    Contratto a progetto - 4970 interventi
    Nonostante un visto censura rilasciato nel dicembre del 1996, il film risulta non essere mai uscito al cinema ed edito direttamente in DVD nel 2005 come testimoniato dal Pulici e il Poppi ("Film che non risulta essere iscritto al Pubblico Registro Cinematografico, nè se ne conosce l'incasso").
  • Discussione B. Legnani • 17/10/19 15:24
    Consigliere - 13752 interventi
    Note Il film è del 1995 (visto censura dicembre 2006) ma al cinema non uscì mai. Il dvd è uscito nel 2005, 10 anni dopo. ………. Domanda: è possibile uscire in dvd nel 2005 ed avere il visto di censura nel 2006? Per la tv?
  • Discussione Zender • 17/10/19 18:28
    Consigliere - 43806 interventi
    Beh direi di sì, ricordo che a volte leggevo sui retri delle vhs qualcosa del tipo: "Non abbiamo bisogno di censura visto che è un prodotto homevideo. Lasciateci in pace".
  • Discussione Carlitos • 5/05/20 22:15
    Galoppino - 54 interventi
    B. Legnani ebbe a dire: Note Il film è del 1995 (visto censura dicembre 2006) ma al cinema non uscì mai. Il dvd è uscito nel 2005, 10 anni dopo. ………. Domanda: è possibile uscire in dvd nel 2005 ed avere il visto di censura nel 2006? Per la tv? In realtà il film era già pronto nel 1996. E già in quell’anno aveva un visto censura : La 7^ sezione della Commissione cinematografica revisionato il film (…) esprime parere favorevole alla concessione del nullaosta di proiezione in pubblico senza limiti d’età e per l'esportazione. Il presente nulla osta ha effetto a decorrere dal 19/11/1996.