Charlot e Fatty boxeurs

Media utenti
Titolo originale: The knockout
Anno: 1914
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia: Mack Sennett (n.c.)
Note: In diversi siti è indicato come regista, in alternativa, Charles Avery (n.c.).
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/02/13 DAL BENEMERITO GIùAN
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Giùan 15/02/13 23:50 - 2868 commenti

I gusti di Giùan

Fatty, incitato da alcuni amici, si decide ad utilizzare la sua mole per un incontro di boxe col temibile Cyclone Flynn: dove non arrivano i cazzotti potran le pistole? Veicolo comico su misura (?) per le fattezze di “Bomber” Arbuckle, mentre Charlie si ritaglia uno dei suoi rarissimi ruoli da “sparring partner”. Appunto la sua apparizione sul ring, come “suonato” referee del match, è il culmine di questa “2 reels”, per il resto abbastanza raffazzonata e poco godibile a dispetto delle premesse. Chaplin e Roscoe daranno il meglio di sé lontani dalla Keystone

Pigro 21/02/13 10:34 - 7699 commenti

I gusti di Pigro

Fatty litiga con dei tizi per una ragazza, poi va a fare il pugile e alla fine è inseguito dalle guardie: la trama errabonda è il pretesto per infilare una serie di gag particolarmente riuscite, grazie alla simpatia del protagonista Fatty, alla cialtroneria corale dei Keystone Cops e alla frizzante performance di Chaplin nelle vesti di un arbitro suonato che le prende dai due pugili. È proprio questa sequenza, purtroppo breve: preludio al balletto della boxe in City lights, il momento migliore di una comica che impasta gioiellini e zavorra.

Galbo 26/02/13 07:11 - 11309 commenti

I gusti di Galbo

Cortometraggio comico molto movimentato come trama e scenari, costruito sulle doti (e le fattezze fisiche) del protagonista Arbuckle. Il clou narrativo è certamente l'apparizione di Chaplin che interpreta un arbitro malmenato dai pugili; apparizione breve che segna in positivo un cortometraggio comunque gradevole, segnato da un ritmo più che discreto.

Rufus68 12/01/19 17:17 - 3008 commenti

I gusti di Rufus68

Un cortometraggio solo discreto riesce ad alzare il livello grazie alla performance di Chaplin, già grande. Pochi minuti del futuro Charlot e una sfida sul ring, da esibizione slapstick fisica (in cui è comunque esaltata la mole bonaria di Arbuckle), si trasforma in una sarabanda surreale dove l'arbitro assurge a parte in causa devastando ogni senso comune e drammaturgia. Il resto si svolge prevedibilmente tra poliziotti sciocchi e comprimari folli. Caro Fatty, Charles è una spanna sopra di te anche se la danza dei panini l'hai inventata tu.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Pigro • 21/02/13 10:35
    Consigliere avanzato - 1477 interventi
    Su diversi altri siti è indicato come regista Charles Avery (n.c.) e perfino su Imdb nella pagina di Avery: http://www.imdb.it/name/nm0043018/ Quindi, forse, si potrebbe inserire anche lui come regista, messo come alternativa: Mack Sennett o Charles Avery.
  • Discussione Zender • 21/02/13 12:37
    Consigliere - 43797 interventi
    Non posso mettere la "o" nel campo regia. Metto Avery nelle note.
  • Discussione Pigro • 21/02/13 16:27
    Consigliere avanzato - 1477 interventi
    Zender ebbe a dire: Non posso mettere la "o" nel campo regia. Metto Avery nelle note. Benissimo.