Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/01/20 DAL BENEMERITO BUBOBUBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Bubobubo 22/01/20 16:02 - 1690 commenti

I gusti di Bubobubo

A prima vista sembrerebbe il pamphlet autoassolutorio di cui la classe liberal di NY avrebbe bisogno per sciacquarsi la coscienza. Niente di più lontano dalla realtà, perché, ben prima del ripugnante Ailes (un Lithgow laido, sfatto, decadente), il dito viene puntato sull'insensata brama di potere che travalica i confini di genere e innesca la trappola del compromesso a tutti i costi (anche quando servirebbe, piuttosto, un po' di solidarietà in più). Evitabile certa retorica (la redattrice lesbica pro-Hillary), ma il messaggio è chiaro.
MEMORABILE: Le pressioni per entrare nel "team Roger".

Capannelle 10/02/20 17:32 - 4052 commenti

I gusti di Capannelle

Una grande prova della Theron (e di chi l'ha truccata) e una descrizione senza sconti delle dinamiche che si instaurano prima, durante e dopo certi episodi. Dove la solidarietà rimane un'utopia e non esiste limite al peggio. Lithgow nei panni di Ailes è sufficientemente sgradevole ma ogni tanto si avverte troppo l'artificiosità della maschera corporale e mimica che gli hanno costruito addosso. La narrativa comunque funziona e lo rende scorrevole anche se non mancano scene scontate. Quasi buono.

Giùan 28/03/20 14:47 - 3698 commenti

I gusti di Giùan

Meno "disvelatore" sui meccanismi perversi del potere rispetto a Game change ma più incalzante sul piano spettacolare, mettendosi sulla scia del cinema d'inchiesta americano classico, aggiornato da McKay ai (talora troppo) vorticosi ritmi televisivi. Roach non fa lo struzzo e la sua mdp non nasconde sotto la sabbia né la mancanza di sincera solidarietà femminile né la temperie competitiva che ha agevolato il dilagare di comportamenti sessisti. Copione preziosamente servito dalla febbrile sicurezza della Theron e dall'ingenuo arrivismo della Robbie.
MEMORABILE: Alies/Lithgow chiede alla Pospisil/Robbie di continuare ad alzare la gonna.

Rambo90 18/04/20 03:08 - 7111 commenti

I gusti di Rambo90

Il cinema d'inchiesta americano si arricchisce di un altro buon prodotto. Soprattutto un film d'attrici, con le tre protagoniste che offrono ottime prove, senza dimenticare però un Lithgow incredibile (anche per merito del trucco, giustamente premiato con l'oscar). Scivola via bene e Roach sembra impostare il tutto con le dinamiche delle sue commedie, con un montaggio serrato e nessun momento di stanca. Prevedibile in alcuni passaggi ma riuscito.

Galbo 18/04/20 17:53 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Ha il torto di arrivare dopo una serie bella e approfondita come The loudest voice (con un grande Crowe) questo film sulle molestie sessuali nel network Fox News. Rispetto alla serie la vicenda è giocoforza diluita ed inevitabilmente superficiale e tende a fare del personaggio Alies una macchietta, relegando ai margini la sua abilità di manipolatore di menti e persone, e quindi di accanito predatore sessuale. Rimane un film tecnicamente ben fatto, che può contare di ottime interpretazioni maschili e (sopratutto) femminili.

Daniela 7/05/20 05:12 - 11528 commenti

I gusti di Daniela

Poco prima che scoppiasse la bomba Weinstein a Hollywood, un altro uomo di potere era stato travolto da uno scandalo sessuale: Roger Ailes, CEO della FOX di Murdoch, il principale canale di informazione tv della destra americana. Le tappe della vicenda sono narrate inseguendo la verosimiglianza attraverso il trucco che trasforma i volti degli attori per renderli simili agli originali, con una operazione "mimetica" riuscita che resta però piuttosto in superficie. Film interessante, ben diretto ed interpretato, ma resta la sensazione un'occasione persa per un "dietro le quinte" più incisivo.

Pinhead80 27/05/20 18:25 - 4301 commenti

I gusti di Pinhead80

Tratto da una storia vera, il film mostra uno scandalo sessuale che vede come protagonista uno dei più influenti direttori di Network americani. Una vera e propria bomba a mano che sconvolge un sistema di merito basato sulle raccomandazioni e sugli abusi sessuali. I personaggi femminili sono caratterizzati a tuttotondo e appaiono sia fragili che profondamente determinati ad avere giustizia. Roger Ailes forse non viene rappresentato in tutta la sua viscidità.

Kinodrop 26/06/20 18:44 - 2273 commenti

I gusti di Kinodrop

Nella sede centrale dell'ultraconservatrice Fox News vengono gradualmente alla luce storie di misoginia e di abusi sessuali ad opera del CEO Roger Ailes. E' la denuncia di un sistema di potere e di un modo di far carriera che mette la sordina alla morale e all'integrità, che però alla fine riaffiora ed è impossibile ignorarne le conseguenze. Un buon dramma che procede dritto allo scopo, senza concedere nulla al pruriginoso, proiettando le vicende su uno sfondo politico in grande fermento e attento a ricreare le singole personalità (anche fisicamente) attraverso un cast ammirevole.

Jandileida 7/06/20 21:40 - 1399 commenti

I gusti di Jandileida

Ennesima immersione nelle maleodoranti quinte dei media americani: stavolta a passare in rivista sono le inquietanti pressioni sessuali perpetrate per decenni da Roger Alies all'interno del gigante Fox. Purtroppo, sarà che la vicinanza temporale con le vicende trattate richiede una certa affinità elettiva con la storia USA più recente, sarà per una impostazione generale che risulta superficialmente "Instagramiana", il film non riesce ad incidere troppo; insomma, oltre al trucco c'è ben poco. Operazione meritoria dunque, ma dal sapore un po’ troppo hollywoodiano.

Anthonyvm 29/06/20 14:35 - 3869 commenti

I gusti di Anthonyvm

Interessante drammatizzazione di un rumoroso scandalo sessuale che ha gettato nel caos la Fox. Il rischio di scadere nel semplicismo politicizzato non era da sottovalutare, ma Roach riesce a trattare il tema nei giusti termini, avvalendosi di un tris di attrici perfettamente in parte e di un Lithgow quasi irriconoscibile che, viscidissimo, ruba la scena a tutti. Probabile che un pubblico americano (certamente più familiare coi personaggi citati) ne apprezzi maggiormente certe sfumature, ma la storia avvince e il film si fa seguire. Un po' fuori luogo le rotture della quarta parete.
MEMORABILE: La Robbie costretta a esibire le gambe davanti a un ansimante Lithgow; La moglie di Lithgow che sostiene il marito; Il cameo di Malcolm McDowell.

Jay Roach HA DIRETTO ANCHE...

Fedeerra 21/08/20 00:39 - 795 commenti

I gusti di Fedeerra

Ha la pretesa di voler quasi esorcizzare un argomento spinoso e decisamente scomodo: il sessismo. Purtroppo non sempre ci riesce. La regia di Roach è buona ma televisiva, ha il vanto di avere il giusto ritmo ma non azzarda mai in virtuosismi. Bravissima Margot Robbie, che nella scena della telefonata ci regala un momento veramente intenso. Sublimi ma rese irriconoscibili dal make-up Nicole Kidman e Charlize Theron.

Caesars 23/11/20 14:16 - 3364 commenti

I gusti di Caesars

Al povero John Lithgow toccano sempre personaggi quantomeno sgradevoli. Anche Bombshell non fa eccezione: il bravo attore (sua la performance migliore della pellicola) impersona qui Roger Ailes, noto manager di un grande network, reo di aver esercitato grandi pressioni sessuali sulle sue dipendenti. Se la denuncia del film è lodevole, meno lo è la sua realizzazione, che richiederebbe (forse) una maggiore conoscenza dei personaggi e dei fatti narrati. Lo stile scelto non convince e il tutto appare più che altro un instant movie per sfruttare l'eco che creano scandali di questo genere.

Teddy 4/04/22 02:36 - 213 commenti

I gusti di Teddy

Nell’indistruttibile grattacielo della più famosa emittente televisiva americana è in atto una scandalosa guerriglia femminista, se ne sente l’odore. È odore di evoluzione, di rivincita, ma anche di ambizioni smarrite e di giovani sogni infranti. Un film lineare e compatto, tagliente nei dialoghi, misurato nell’estetica, televisivo nella struttura. Theron, Kidman e Robbie antitetiche paladine del potere.

Enzus79 11/05/22 22:51 - 2302 commenti

I gusti di Enzus79

Biopic che ricostruisce il caso del capo della Fox News, accusato di molestie sessuali. Buon film di inchiesta ben scritto e discretamente coinvolgente. Scorrevole, non lo si può accusare di non essere cinico al punto giusto. Cast stellare con una Margot Robbie qualche spanna sopra gli altri: veramente brava! Regia efficace di Roach. Discreta la colonna sonora.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 22/01/20 18:33
    Pianificazione e progetti - 45838 interventi
    Scrive Bubobubo:

    Nominato in due categorie (miglior attrice per Charlize Theron, miglior attrice non protagonista per Margot Robbie) all'edizione 2020 dei Golden Globes. Nominato in tre categorie (miglior attrice per Charlize Theron, miglior attrice non protagonista per Margot Robbie, miglior trucco) all'edizione 2020 degli Oscar e dei BAFTA.
  • Curiosità Cotola • 10/02/20 04:18
    Consigliere avanzato - 3728 interventi
    Oscar 2020 per il miglior trucco e le acconciature.