Altitude

Media utenti
Titolo originale: Altitude
Anno: 2010
Genere: horror (colore)
Note: Presentato al 28° Torino film festival nella sezione "Rapporto confidenziale".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/10/10 DAL BENEMERITO BRAINIAC
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Brainiac 28/10/10 17:27 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Cinque personaggi (fra cui un'aerofobico) pressati nell'angusta cabina d'aereo a schifarsi vicendevolmente per tutta la durata di questo simpatico b-movie (prigionieri dell'ultraleggero?), braccati in tempo reale da entità nebulose, volatili ed affamatissime (I langol-oggi?) che li scortano presso un finale (e ad alcuni snodi narrativi) dissennatamente idioti come l'episodio di un'oscura serie sci-fi Anni Sessanta (ai confini della cromosfera?). Altitude è una gitarella "fori de porta" e fuori-di-testa come poche: amena e tonificante.
MEMORABILE: L'incipit "discendente"; La prima (semi)apparizione del mostro, che somiglia in maniera sconcertante agli sgorbi del manga Uschio e Tora.

Undying 13/11/10 16:01 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Estensione canadese dell'episodio Nightmare at 20,000 Feet presente nel lungometraggio Ai confini della realtà, in grado di irritare per la bella messa in scena e la credibilità della scenografia (realistica nella sua pochezza: pare davvero di essere rinchiusi nel piccolo aereo) in nètto contrasto con l'idiozia e l'impossibilità dei profili psicologici, a cominciare da quello della "pilota" d'aereo che ha perso la madre in un incidente di volo. Cervellotica la motivazione finale che sembra arrivare, di peso, da Triangle e da Los cronocrimenes. Ci viene mostrato anche un vecchio albo E.C. Comics
MEMORABILE: Sulla coda dell'areo, legato ad un cavo, in mezzo alle nubi: situazione talmente irrealistica che nemmeno in sogno, o in incubo...

Daniela 23/11/10 08:16 - 9502 commenti

I gusti di Daniela

Cinque amici (si fa per dire, paiono detestarsi a vicenda) in volo su un aereoplanino attraversano una misteriosa turbolenza, ma il maltempo non è il pericolo maggiore... Quasi interamente ambientato all'interno di un claustrofico abitacolo, ecco il classico esempio di filmetto horror citazionista, ben fatto considerato il budget a disposizione, ma molto carente sotto il punto di vista del disegno dei caratteri, in quanto i protagonisti sono stupidi e/o rozzi in modo imbarazzante. Poco originale ma caruccio il colpo d'ala parados/temporale.

Greymouser 23/11/10 22:59 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Una valanga di situazioni del tutto irrealistiche, ai limiti della puerilità assoluta. Un unico spazio angusto come unica location. Cinque protagonisti antipatici e idioti come pochi. Le inevitabili incongruenze di ogni trama che tocchi il tema dei paradossi temporali e dimensionali. Cosa può attrarre di questo film? Solo un po' di discreta tensione in qualche sequenza iniziale. Una nota di merito anche per la capacità di girare un film che sarà costato 200 euro, bisogna dirlo.

Cotola 7/12/10 22:27 - 7553 commenti

I gusti di Cotola

Prima della bara fu la carlinga. Possibile girarvi (quasi) un intero film al suo interno? Certo. Risultato? Ben poco lusinghiero. Se nella prima parte, infatti, si dà troppo spazio alle scialbe ed inutili beghe personali dei protagonisti, nella seconda irrompe il ridicolo e regna supremo. A quel punto si susseguono dialoghi e situazioni da non crederci, tanto che sospendere l’incredulità non basta: è necessario disintegrarla. Pessimo.

Schramm 5/01/11 01:41 - 2417 commenti

I gusti di Schramm

Chi troppo in alto sale cade sovente idiotevolissimevolmente. Come se Creepshow, in eccesso di zelo onfaloscopico e metanarrativo s'arrischiasse a giocare il jolly trilatero. Di mezzo ci lasciano lo zampino epidermiche tentazioni lovecraftiane, altrettanto esteriori ammiccamenti al re, pagliaccesche implausibilità come se grandinasse, noia ad altissima quota e attori che sei felicissimo di vedere morire: apriti cielo, chiuditi cinema. Un film acefalo, con la testa tra le nuvole. Meglio un clistere di succo d'ortica.

Pumpkh75 2/12/13 11:04 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

Docilissimo giocattolino basato sull’ormai abusato paradosso temporale che però, in questo caso, risulta ampiamente insufficiente per giustificare un intero film. Ne conviene che, escludendo la creatura tentacolare e l’omaggio agli EC comics, l’opera si dimostra vuota e spesso noiosa, nonostante i personaggi cerchino, con mirabolanti peripezie ben oltre il limite del ridicolo, di risollevare le nostre pesanti palpebre. Niente male la fotografia, attori decorativi. Non brutto, ma inutile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.