Fuga dalla Casa Bianca

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Peter Segal prova a rifare la STRANA COPPIA sostituendo Walter Matthau con James Garner, ma l'alchimia non è la stessa e soprattutto Jack Lemmon fatica ormai a trovare la verve di un tempo. I due nel film sono entrambi ex presidenti (Lemmon repubblicano, Garner democratico) sostuituiti, alla Casa Bianca, dall'ex collaboratore del primo, ovvero Dan Akroyd. Quest'ultimo, rischiando serie accuse per uno scandalo di tangenti, pensa di fare lo scaricabarile accusando Lemmon e decidendo di far fuori lui e Garner dopo aver verificato che tutti e due sanno troppo. Gli ex presidenti, che non si erano mai sopportati, si ritrovano così a fuggire insieme dai servizi segreti animando una sorta...Leggi tutto di road movie da terza età che Lemmon riproporrà ancora due anni dopo con Matthau proprio nel sequel ufficiale della STRANA COPPIA. Gli andrà leggermente meglio, perché qui – causa anche una sceneggiatura debole scritta a più mani che demotiva un regista pimpante come Peter Segal – i duetti con Garner difficilmente si rivelano divertenti. Chi spera poi di trovare un Aykroyd in grado di fare da terzo incomodo sappia che il suo è un ruolo defilatissimo e piuttosto serioso (muove al sorriso solo nella scena di jogging a Washington), utile giusto per dare consistenza all'intrigo-base della trama. Pure Lauren Bacall, quarta star in ordine di credits, si ricava poco più che due o tre comparsate come moglie di Lemmon (anche per lei un'unica scena divertente quando rimprovera il marito, taccagno, vedendolo sostituire l'acqua al whisky nelle bottigliette del frigobar dell'albergo). Il film, in sostanza, lo fanno i due nemici-amici, quasi sempre sul set e protagonisti di scene talvolta di pura azione (qualche inseguimento in auto non manca). Purtroppo, come detto, per quanto attori di rango entrambi sembrano poco a loro agio nei panni dei due presidenti e non riescono a far scattare la giusta alchimia dando al film la sensazione di un'opera stanca quanto loro, nella quale l'encomiabile volontà di proporre un tipo di umorismo mai volgare non basta a rendere soddisfacente la visione. Si dimentica presto...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/12/09 DAL BENEMERITO SKINNER POI DAVINOTTATO IL GIORNO 8/09/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Skinner 20/12/09 13:47 - 593 commenti

I gusti di Skinner

Due ex-vicepresidenti USA, l'avido e tirchio repubblicano Lemmon e il democratico donnaiolo Garner, si alleano per sventare un complotto. Divertente oltre le aspettative, con tante battute e gag riuscite e qualche concessione alla volgarità. Si sente la mano del regista. Pessimo (ma davvero...) il doppiaggio italiano. Da noi uscito direttamente in video.

Lovejoy 21/12/09 14:47 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

A parte qualche lungaggine di troppo, è una commediola moderatamente divertente, in cui si fanno apprezzare sopratutto i tre simpatici protagonisti, tutti in gran forma. Jack Lemmon e James Garner duettano alla grande, nei rispettivi ruoli di due anziani ex Presidenti Usa e risultano la cosa migliore del film. Aykroyd gigioneggia da par suo e la Bacall è eccellente. Non male anche John Heard. In definitiva, certo non un capolavoro ma divertente.

Rambo90 25/11/13 17:35 - 6318 commenti

I gusti di Rambo90

Il principale scopo per cui guardare questa pellicola è l'ottima intesa fra due mostri sacri come Lemmon e Garner, che regalano molti dialoghi e battibecchi divertenti facendoci sorvolare sulla storia non troppo sorprendente. Il regista inoltre sa dare al film il giusto ritmo e non ci si annoia mai. Gradevole anche il cast di contorno, con un Aykroyd truffaldino e una piccola partecipazione della Bacall.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Skinner • 30/01/10 16:45
    Servizio caffè - 123 interventi
    Originariamente a far coppia con Lemmon ci sarebbe dovuto essere il fido Walter Matthau, che dovette rinunciare per problemi di salute.