Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BIRDY - LE ALI DELLA LIBERTà

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/4/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 25/4/07 0:20 - 4526 commenti

Molto curioso, strano, talora straniante. Prende pieghe che continuano a sorprendere, in un gioco fatto di avvenimenti banali o naturali, ai quali si mescola la voglia di impossibile. Uno dei due aspiranti piccione viaggiatore di cognome si chiama Columbato... Interessante, ma gli manca qualcosa (oppure è il suo essere ibrido che gli rende impossibile il vero salto di qualità).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il volo in soggettiva.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 31/8/08 20:16 - 11087 commenti

Film bello e particolare sulle nefaste conseguenze (specie psichiche) della guerra. Il film appare particolarmente efficace nella caratterizzazione dei personaggi principali attraverso una bella ricostruzione (quasi sempre in flash-back) dei loro rapporti e del legame che li unisce. Clima molto lirico e particolare attenzione alla fotografia e alla recitazione grazie ai bravissimi attori principali all’inizio delle rispettive carriere.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Piero68 30/7/12 9:11 - 2720 commenti

Come aveva già fatto Milius in Un mercoledì da leoni, Parker costruisce una fortissima storia di amicizia fuzionale, alla fine, a una forte critica alla guerra in Vietnam e ai suoi terribili effetti. Nonostante sia ruffiano e con una sceneggiatura risibile non si può non affezionarsi ai protagonisti del film, resi in maniera impeccabile da un grandissimo Modine (che tornerà in Vietnam due anni dopo con Kubrick) e un giovanissimo Nicolas Cage. Lirico ed onirico resta ancora oggi un film unico che, in qualche modo, ha segnato un epoca.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Rigoletto 3/11/18 17:40 - 1444 commenti

Un film difficile, magari anche sgradito allo spettatore medio ma in grado di conservare un suo perché e un'idea cinematografica interessante. I giovani fringuelli Cage e Modine si spartiscono la torta, fatta di bravate (il furto della macchina) unite a drammatiche pieghe psicologiche di uno dei protagonisti. Chi guarda non troverà mai un equilibrio emotivo stabile (cosa in parte disturbante) ma riconoscerà la genuinità del prodotto.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Lythops 13/4/15 20:50 - 972 commenti

Dal poliedrico regista reduce dal tesissimo Fuga di mezzanotte e dallo splendido The wall, arriviamo a una pellicola non semplice da classificare. Se è senza dubbio ammirevole il fatto di avere trattato il tema della guerra del Vietnam in modo non convenzionale, dall'altro - complice forse una sceneggiatura troppo attenta a descrivere gli effetti dei problemi mentali senza le cause - ci si trova di fronte a un prodotto sicuramente confezionato con mestiere ma non partecipato in misura proporzionale al dramma. Guardabile, in ogni caso.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Bruce 3/9/18 16:04 - 952 commenti

Alan Parker ha il merito di aver realizzato film molto diversi tra loro, in molti dei quali la musica assume spesso una grande importanza. Dopo Fame e The wall, prima di The commitments e di Evita, ecco Birdy, opera drammatica sugli effetti devastanti della guerra in Vietnam e l'amicizia di due giovani soldati, interpretati dai convincenti Matthew Modine e Nicolas Cage. E' un soggetto originale, lirico, oscuro e graffiante, nel quale la suggestiva colonna sonora di Peter Gabriel riveste un ruolo fondamentale. Da vedere.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Noodles 21/1/20 16:37 - 554 commenti

Grande merito della buona riuscita del film va alla splendida interpretazione di Matthew Modine (Nicolas Cage non male ma nettamente inferiore). Per il resto si tratta senz'altro di un bel film e di una notevole storia di amicizia, anche se in qualche punto la sceneggiatura stecca e soprattutto c'è qualche concessione al banale. Non si può considerare un capolavoro, però al cuore arriva e commuove. Bella la fotografia, timida la colonna sonora dell'ex Genesis Peter Gabriel.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)