Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA PRINCIPESSA SUL PISELLO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/2/16 DAL BENEMERITO DUSSO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 28/7/16 23:06 - 4564 commenti

Pazzesca regnolata la cui fama è dovuta solo alla lunga invisibilità. L'operazione è già folle per il fatto che nelle due favole rivisitate (definiamole così...) non c'è quella del titolo e per il fatto che un episodio dura il doppio dell'altro, a costo di andare di fretta nel primo e di inserire riempitivi letali (le torte in faccia!) nel secondo. Il primo è meno peggio (con Pagnani che in pratica fa Monocolao...) e forse varrebbe una palla e mezzo, ma l'altro è davvero micidiale, nonostante un'irresistibile Linder. La vecchina che narra le favole è la Cealti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Linder che sorridente munge una mucca, facendo impazzire il cacciatore che dovrebbe eliminarla.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 16/4/16 16:49 - 3011 commenti

Caso non infrequente di fama dovuta all'invisibilità e non meritata, questo indigesto pateracchio di Regnoli inopinatamente ricomparso su youtube veleggia fra il decamerotico e le idee (?) folli alla Oscar Brazzi. Il risultato? Una noia mortale, solo a malapena attenuata dalle polpe della Linder. Giusti gli accredita un incasso di settemila lire: possibile?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "E se fosse la Finanza?" "Porca Eva" "Porca Iva!".
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Fauno 26/9/19 2:01 - 1874 commenti

La presa in giro è totale, sia per la satira sul titolo (ovvio che non si poteva raccontare questa fiaba alle prostitute), sia per Cenerentola (che quando si rompe l'incantesimo torna tutt'altro che "Cenerella"), o Biancaneve, che trova il rimedio per mantenere un Principe Azzurro rimbambito e rammollito. Qualche gag sparsa la troviamo (i sette nani che si fingono invalidi per paura della visita del fisco, il nonno del Principe di Cenerentola, assai famelico con le pretendenti...); la farsa però non tiene botta e la pateticità è l'approdo inevitabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ti dico che non era una puttana" "Ma non hai detto che era una donna?"; "I tempi cambiano, ma la gente vive sempre allo stesso modo" (Vero!).
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Dusso 5/2/16 11:19 - 1534 commenti

Non fatevi ingannare dal titolo perché si tratta in realtà della rivisitazione in chiave sexy delle favole di Cenerentola (Susanna Martinková) e Biancaneve (Christa Linder) condite da dialoghi cui non mancano doppi sensi e trovate demenziali. Bisogna dire a suo favore che si nota una certa professionalità nel tutto e che complessivamente è ben recitato; poi certo, la lunga scena con la rissa dei nani e le torte in faccia è ad esempio pessima, ma mi aspettavo peggio. Buone anche le musiche di Fidenco.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Panza   15/3/16 18:49 - 1465 commenti

Rivisitazione sporcacciona di due note favole (ma non quella della principessa sul pisello!) suddivise in due episodi di diversa lunghezza. I sette nani diventano degli evasori fiscali, Cenerentola cerca di sverginare un principe, Biancaneve è una rivale sessuale della regina... Operazione folle, con qualche fase calante (perlopiù nella "favola" di Biancaneve, quella più lunga), però sempre con quella sensazione di sregolatezza che ha il suo fascino. Indubbiamente curioso, merita un'occhiata, soprattutto per gli aficionados degli anni '70.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I nomi dei sette nani: Sozzolo, Mosciolo, Fregnolo, Caccolo, Petolo, Michiolo e Ciucciolo; La Linder nuda sul letto; La prova delle mutande.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Pessoa 10/5/17 21:21 - 1003 commenti

Regnoli confeziona una favola per adulti derivata dal genere decamerotico. In realtà le favole sono due, Cenerentola e Biancaneve, mentre quella citata nel titolo serve solo per lo scontato doppiosenso. La messa in scena è poveristica e non si ride mai; anche le grazie delle attrici, che in film del genere dovrebbero essere il piatto forte, vengono mostrate con parsimonia. Qualche spunto simpatico viene rovinato da una sceneggiatura assente e una recitazione sulla quale sorvolerei volentieri. Si salva solo una scenografia credibile. Inutile!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'entrata in scena dei nani; La casa dei nani.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)