Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BELLA, RICCA, LIEVE DIFETTO FISICO, CERCA ANIMA GEMELLA

All'interno del forum, per questo film:
Bella, ricca, lieve difetto fisico, cerca anima gemella
Dati:Anno: 1973Genere: commedia (colore)
Regia:Nando Cicero
Cast:Carlo Giuffrè, Marisa Mell, Erika Blanc, Gina Rovere, Elena Fiore, Nino Terzo, Dante Cleri, Alfonso Tomas, Renato Pinciroli, Ugo Fangareggi, Renato Malavasi, Adriana Facchetti, Gino Pagnani, Nino Vingelli, Alfonso Tomas
Note:Aka "Bella ricca lieve difetto fisico cerca anima gemella".
Visite:2640
Filmati:
Approfondimenti:1) INTERVISTA A GINA ROVERE, 2) INTERVISTA A GIGI OLIVIERO
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Cosa si fa per campare... Carlo Giuffrè, moglie e figli a carico, ha trovato il sistema: attraverso gli annunci matrimoniali cerca vedove danarose (anche con lieve difetto fisico) e ci sta un po' assieme per estorcer loro qualche centomila, quindi si finge morto e ricomincia daccapo. Nando Ccero, regista di solido mestiere e un certo senso dell'umorismo, divide il film in tre episodi dissimulati (uno per... vedova) intervallandoli con qualche parentesi casalinga (la moglie sa e anzi si informa divertita sulle vicissitudini del marito) o poco riuscite scene all'ospizio dove vive l'anziano padre (che non disdegna di assalire le suore in cerca di sesso a buon mercato). La prima vedova è una sospetta “licantropa”, con madre megera a carico e un domestico (Nino Terzo in una delle più riuscite caratterizzazioni “non asmatiche” della sua carriera) rude ma simpaticissimo. La seconda, detta Sora Checca, è una macellaia che soffre di aerofagia, esuberante e incontenibile (in ogni senso). La scena al ristorante (con un Giuffrè al meglio) è quasi da antologia, anche se delude proprio... sul più bello. La terza - sorpresa - è la splendida Marisa Mell, che dalle lastre risulta soffrire di “criptoermafroditismo” (tiene sotto due piccoli testicoli “in erba”, in pratica). E’ l'episodio più debole e più lungo, con qualche punta eccellente (per merito di Giuffrè) che porta a una sequenza conclusiva geniale e perfetta. Il film è come quasi sempre capita con Cicero decisamente incostante: a momenti riuscitissimi (non troppi, a dire il vero) ne alterna altri molto meno coinvolgenti, e se non ci fosse, a salvarlo, l'espressività insolita di Giuffrè (quasi un Buzzanca più serio e composto) ci sarebbe di che annoiarsi. Ma la sora Checca al ristorante non si dimentica facilmente...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 18/6/07 16:05 - 4426 commenti

Curiosa commediaccia, con uno splendido Giuffré, che compensa il fatto che talora la grana sia grossa (con la flatulente Gina Rovere), mentre altrove si guida con levità di tocco (il finale). Tutto sommato, si riesce ad evitare la ripetitività, piazzando qualche colpetto arguto (il paese ove risiede la “mannara” si chiama “Dente di Lupo”). Qua e là pare, agli occhi odierni, politicamente scorretto. Visibilissima la Mancini, non doppiata, che ha varie battute da femminista. La Mell mostra solo il volto, ingentilito rispetto ad altre occasioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro Giuffré-Pagnani.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 18/10/12 19:56 - 10903 commenti

Sfugge il motivo per cui alcuni esempi del genere a cui appartiene questo film siano assurti allo status di cult-movie, destino che ci si augura non tocchi a questa pellicola farsesca diretta da Nando Cicero, regista fortunatamente dimenticato dai più. Carlo Giuffrè è un granda attore ma qui non lo dimostra regalandoci (?) un'interpretazione monocorde e priva di "guizzi" recitativi degni di nota. La sceneggiatura è becere. Pessimo modo per trascorrere il tempo.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 7/8/09 1:26 - 3875 commenti

Tremendamente volgare, basso e quasi iconoclasta per il coraggio di esporre tipologie di donna piuttosto "particolare". In questo suo essere estremamente disonesto (come pensare di riuscire a far passare Marisa Mell per un transessuale?) il film si connota di un surrealismo grottesco quasi magnetico e macchiettistico, ottimamente sorretto dalla performance di Giuffré, supportato - in questo suo peregrinare tra donne "difettate" - da spassosissime spalle (Terzo, Pagnani, Tomas). Cicero andrebbe riconsiderato, perché riusciva a far risplendere lo sterco: prova ne sia il segmento con Sora Checca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sora Checca e i suoi problemi di aerofagia...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 10/10/13 9:13 - 5737 commenti

Farsa rapida e vivace, parente prossima delle commedie trash che di lì a qualche anno colonizzeranno gli schermi italiani e che avranno uno dei maggiori rappresentanti proprio in Nando Cicero. Il riso è liberatorio e si nota un certo coraggio soprattutto da parte delle donne, sex symbol che non esitano a mettersi in gioco accettando problemi di aerofagia (Rovere) o addirittura cambiamenti di attributi (Mell). Giuffrè maneggia la scabrosa materia con invidiabile classe d’attore e in ritratto compaiono un ringhiante Andronico e il nano Furnari.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’incontinente ballo della Rovere; lo strip tease di Giuffrè davanti alle femministe; la Mell con voce da uomo.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Matalo! 2/8/08 11:01 - 1351 commenti

Mi spiace per la povera Gina Rovere, che da giovane fu una gran bella ragazzona, ma la scena del sincrono peto-rullata sul ritmo hully gully mi fa ridere (cicero la ripeterà paro paro su Paulo Roberto Cotechinho). Sarà che faccio il batterista, sarà che sono un petomane... Il film è il solito prodotto di bassa commedia che oggi sembra migliore perché ammantato dal velo dell'effetto vintage. Giuffrè bravo ma sempre uguale nel suo indolente borbottìo. Come già fatto qui notare, il film prende una brutta piega con l'avvento della Mell.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'hully gully aerofago.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Fabbiu 31/7/08 14:41 - 1881 commenti

Non fosse per l'espressività di Giuffrè in forma splendida, il film avrebbe molto poco da mostrare. Il soggetto funziona solo all'inizio, quando viene spiegato il gioco delle vedove; la parentesi all'ospizio con il padre del protagonista è un episodio spezzato e inserito nel film a forza per non far sembrare il prodotto troppo misero. Passate le prime due vedove, si passa alla terza (la bella Mell), ma la storia assume delle strane pieghe... il filo logico scende in picchiata nel momento in cui subentra la questione dei piccoli testicoli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima vedova allupata si getta violentemente su Giuffrè immobilizzandolo a terra.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Trivex 9/12/10 10:07 - 1406 commenti

Incredibile crossover italiano, dove albergano varie e nuove tendenze, in corso di affermazione. Le inserzioni sui periodici finalizzati alla ricerca dell'amore (o del sesso), le rivendicazioni femministe contro la donna-oggetto (notevole l'attacco delle militanti), la possibilità di usare la chirurgia per correggere il proprio corpo (e non solo sotto il profilo estetico). Non è proprio incalzante; anzi, in alcuni parti risulta noioso, dilungandosi oltremisura in dialoghi inutili, mentre altrove accelera e diverte. Comunque il finale sconcerta, con un sorriso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La voce finale della Mell!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Stefania 16/5/12 20:28 - 1600 commenti

Uno spunto politicamente scorrettissimo (come sempre, quando si ridicolizzano difetti fisici o... disfunzioni), anti-femminista se non misogino tout-court, grottesco ma pedestre, senza colpi d'ala verso il surreale... No, non una gran prova neppure per Giuffrè, che risulta monotono fin da subito! Curiosamente, l'episodio principale, quello con Marisa Mell, sembra una rivisitazione comico-pecoreccia de La mia droga si chiama Julie, soprattutto per il dettaglio della foto... mendace. Greve, neppure piccante, tanto meno sapido o sapiente!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Mia moglie mi faceva cornuto con un negro che vendeva la droga!"; l'irruzione della polizia per liberare Giuffrè dalle femministe militanti.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Furetto60 16/4/14 9:16 - 1129 commenti

Nonostante la presenza di un attore valente come Giuffrè e un contorno femminile dignitoso, anche artisiticamente parlando, la commedia parte abbastanza bene per poi perdere interesse, anche a causa di una sceneggiatura sfilacciata e una vis comica al limite della sufficienza. Scarso.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Motorship 30/5/13 18:17 - 567 commenti

Commedia molto leggera, abbastanza divertente con qualche trovata riuscita, altre invece un po' meno (la scena della petomane) ma che nel complesso non dispiace. Anche per merito di un simpatico Giuffrè e di amabili caratteristi tra cui Pagnani, Thomas e Terzo. Bellissime sia la Blanc che la Mell (anche se con la voce di Albertini nel post operazione fa un po' impressione...). Il finale francamente mi ha lasciato un po' perplesso. In definitiva un film di bassa lega, ma se vogliamo piuttosto dignitoso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro con la "lupa mannara"; Giuffrè da Pagnani...
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

John trent 22/1/11 15:25 - 326 commenti

Niente male. Giuffè gigioneggia e la Blanc lo asseconda nel suo "lavoro": spillare danaro a vedovelle o zitelle con vari difetti fisici (che variano dalla licantropia all'aerofagismo). Molte scene sono gustosissime (la lupa mannara su tutte) e anche se c'è qualche caduta di stile il film regge bene fino alla fine. Bellissima la Mell (anche in versione trans, perché no!) e notevole il frammento femminista che vede coinvolto Alfonso Tomas nei panni del commissario di polizia. C'è anche Nino Terzo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo strip-tease in versione femminista.
I gusti di John trent (Commedia - Horror - Thriller)

Marione 19/12/14 0:00 - 103 commenti

Uomo di bell'aspetto si finge in cerca di consorte per spillare denaro a donne benestanti. Carlo Giuffrè, con il solito recitare elegante e teatrale, stempera una trama dai temi ambigui (soprattutto per l'epoca) e degnamente si prodiga tra flatulenze, cambi di sesso e altro. Quasi una sorta di Buzzanca con più stile e meno ormoni in una commedia dove l'uomo viene svilito da femministe, donne licantropo e transessuali. Forse uno dei film meno volgari di Cicero, tutto sommato. Simpatico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I tonsiglioni...
I gusti di Marione (Comico - Horror - Western)