The perfection

Media utenti
Titolo originale: The Perfection
Anno: 2018
Genere: horror (colore)
Note: Distribuito dalla piattaforma Netflix.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/05/19 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 27/05/19 11:16 - 9530 commenti

I gusti di Daniela

Valente violoncellista deve abbandonare gli studi per accudire la madre malata. Dieci anni dopo, scopre che un'altra allieva è diventata la beniamina della coppia proprietaria della prestigiosa scuola di musica... Perché accontentarsi di un solo twist? E perché piazzarlo proprio nell'epilogo, ossia quando il pubblico se l'aspetta? Ed infatti qui ce ne sono due nel mezzo, con tanto di rewind, prima di culminare in una chiusa all'insegna del sado-maso visivamente d'impatto. Film dalla trama poco convincente per snodi forzati e incongruenze, ma spiazzante, originale, ben interpretato.
MEMORABILE: Il viaggio in corriera; La sequenza finale

Pesten 23/06/19 09:17 - 639 commenti

I gusti di Pesten

Nulla che faccia gridare al miracolo, però... c'è un però. La voglia di creare qualcosa di diverso con l'utilizzo dei vari twist e rewind che ogni volta mostrano un pezzo di storia e un pezzo di verità ben diversa da quello che si immaginava fino a quel momento, dimostra che in un genere ormai piatto come questo si può ancora girare qualcosa di decente. Certo, le banalità ci sono e le situazioni trite non mancano, ma nel complesso il risultato finale è tale da far meritare al film una chance. Bella la musica, a base di violoncello ovviamente.

Taxius 4/07/19 11:16 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Promessa del violoncello è costretta ad abbandonare una prestigiosa accademia per accudire la madre malata; anni dopo stringerà un morboso rapporto con la ragazza che ha preso il suo posto. Inquietante e strano horror capace di tenere sempre sulle spine lo spettatore per i suoi continui e improvvisi colpi di scena che stravolgono totalmente il senso del film. Diverse, forse troppe, sono le forzature, ma nonostante questo il film funziona decollando nella parte finale, quando il vero orrore viene a galla. Bello!
MEMORABILE: Gli ultimi 10 secondi...

Kinodrop 7/07/19 18:55 - 1546 commenti

I gusti di Kinodrop

Una prestigiosa, "filantropica" scuola di musica che forma e sostiene valenti violencelliste in realtà nasconde ben altri scopi. Un horror particolare che con eleganza sfrutta fino alla fine gli aspetti più masochistici dello studio estremo, la spinta al primato, con appendice di frustrazioni insanabili che determineranno le diverse svolte della storia. Le due protaniste riescono a far proprie le ambiguità e le contorsioni, ma anche la fermezza negli intenti del loro sodalizio. Originale e attraente per la tecnica "esplicativa" priva di effettacci.
MEMORABILE: Il viaggio in corriera; La resa dei conti in casa Bachoff; L'esibizione finale.

Herrkinski 6/08/19 03:42 - 5211 commenti

I gusti di Herrkinski

Interessante mix di thriller e horror a sfondo musicale che riesce a tenere alta l'attenzione grazie a svariati twist e stravolgimenti del narrato; dopo una prima parte che sembra volgere verso il cinema delle contaminazioni virali (con qualche gustosa scena splatter) il regista rovescia le carte in tavola e sorprende rivelando la vera storia portante, non troppo originale e certamente poco credibile ma che non risparmia alcune brutalità concettuali e visive, specialmente nel finale. Un lavoro ambizioso che può dirsi tutto sommato riuscito.

Pinhead80 20/11/19 13:43 - 3970 commenti

I gusti di Pinhead80

Due talentuose violoncelliste (una del passato e una del presente) che si stimano reciprocamente si conoscono durante un concorso di musica. Diventeranno subito complici, ma l'idillio verrà spezzato da una strana malattia. Non c'è che dire, come horror funziona alla grande, anche perché alcune cose proprio non ce le aspettiamo (stupenda l'idea di far vedere la storia da due prospettive differenti per ben due volte). Il ritmo viene scandito da quattro tempi, diversi tra loro ma ugualmente affascinanti.

Cotola 9/01/20 18:13 - 7564 commenti

I gusti di Cotola

Thriller, con risvolti grandguignoleschi nell'epilogo, che sa coprire bene il suo gioco, ma a volte lo fa in modo non del tutto limpido nei confronti dello spettatore: i rewind potrebbero non piacere a qualcuno. Ci sono anche diversi colpi di scena: il primo non del tutto imprevedibile (io mi ero fatto, non so perché, una certa idea sin dall'inizio), gli altri sì. Però a volte il troppo stroppia e, narrativamente parlando, c'è qualche forzatura di troppo. Ma è comunque un film gustoso che regala ultimi minuti che potranno deliziare gli spettatori che amano il macabro. Non male.
MEMORABILE: Una mannaia fin troppo "provvidenziale".

Lupus73 20/03/20 03:37 - 639 commenti

I gusti di Lupus73

Perfezione, cercare di raggiungere Dio in un continuo sacrificio di se stessi anche oltre le soglie della follia. Concetto ben trasposto da questo elegante horror che vede due violoncelliste rivali e amanti. La gelosia (che porta a menomare l'altra) è amore e volontà di sottrarla al giogo spietato delle regole "accademiche" (Suspiria). Entra in gioco la profanazione iniziatica del corpo e dell'anima di un mentore che non concepisce l'errore (Whiplash). Riuscito l'effetto rewind nei due twist. Il piano metaforico è troppo predominante (Madre!).

Minitina80 22/04/20 23:38 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Il punto di forza è rappresentato dal modo di raccontare i fatti, inserendo un paio di ribaltamenti di fronte e utilizzando un efficace rewind per scoprire le carte. Il resto lo completa quel tocco morbosamente intrigante rappresentato da quelle istituzioni che nascondono parecchi segreti dietro le apparenze luccicanti e impeccabili. Shepard dimostra di avere un buon occhio, creando fotogrammi dall’impatto discreto, come gli ultimi secondi che chiudono il cerchio in maniera perfetta. Poche le imperfezioni e le forzature.

Pumpkh75 25/08/20 13:58 - 1326 commenti

I gusti di Pumpkh75

Ha più incongruenze e buchi di sceneggiatura degli strumenti di un'orchestra ma, maestro, che musica! Il susseguirsi dei twist che riavvolgono il nastro spiazzano e nutrono l’intrigo, l’ambientazione cinese quasi turistica è una succosa ouverture per gli orrori viscidi che rivelerà l’accademia, il duetto finale ha quel non so che di attraente e contemporaneamente ripugnante che scava la propria nicchia nella memoria. Capitolo attori: la Williams già ingolosiva in Get out, ma qui l’accoppiata con la Browning è un nirvana. Uno dei migliori Netflix Originals.

Anthonyvm 17/10/20 01:55 - 2034 commenti

I gusti di Anthonyvm

Definirlo variegato è un eufemismo: parte come un dramma psicologico tipo Il cigno nero, svolta nel pandemic movie, approda nel body horror (molto angosciante, per giunta), fa una capatina nel revenge flick e sfocia nell'horror barocco e allegorico, fra Argento e Jordan Peele (allaccio reso anche più evidente dalla presenza della bella Williams di Get out), con sprazzi di splatter e un finale weird da incorniciare (il duetto di mutilate, il tronco umano à la American Mary). Invece di focalizzarsi su un solo subgenre, Shepard li abbraccia tutti quanti: caotico, ma originale. Notevole!
MEMORABILE: I vermetti nel vomito; Gli insetti che affiorano dal braccio; I rewind hanekiani che anticipano i colpi di scena; Il moncherino come tortura sessuale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.