My name is Joe

Media utenti
Titolo originale: My Name Is Joe
Anno: 1998
Genere: commedia (colore)
Regia: Ken Loach
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/03/09 DAL BENEMERITO WILD TRAMP
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Wild tramp 19/03/09 20:00 - 5 commenti

I gusti di Wild tramp

Siamo a Glasgow, Scozia. Joe è un ex alcolizzato disoccupato che cerca un riscatto sociale allenado una sgangherata squadra di calcio ed intrattenendo una relazione amorosa con un'assistente sociale. Ambientazione di degrado sociale ed emarginazione dove emergono valori come l'amicizia, l'amore, la solidarietà. Emozionante e commovente!

Pinhead80 11/06/09 11:44 - 4038 commenti

I gusti di Pinhead80

In questo film Ken Loach ci catapulta per un'ora e mezza in una Glasgow livida e spietata, dove tutti i personaggi della storia cercano di reagire ad un destino che pare loro ineluttabilmente segnato. Persino l'amore chiede il suo prezzo, laddove anche una semplice squadra di calcio può trasformarsi nell'unica famiglia. Un grande Peter Mullan (Joe) riesce a far percepire allo spettatore ogni suo singolo stato d'animo con profonda delicatezza. Assolutamente da vedere.

Galbo 13/05/10 15:29 - 11517 commenti

I gusti di Galbo

Nella quotidiana battaglia per la sopravvivenza, l'operaio ex alcolista e disoccupato Joe che allena una scalcinata squadra di calcio, si dimostra uno dei personaggi più riusciti del cinema di Ken Loach. Come sempre l'autore britannico si occupa del proletariato, rappresentandolo (nella rabbia energica e ribelle del suo protagonista, un bravissimo Peter Mullan) come pochi altri registi sono in grado di fare.

Nando 31/05/10 08:25 - 3498 commenti

I gusti di Nando

Spaccato, questa volta in salsa scozzese, del proletariato britannico, magistralmente narrato da Loach. Joe fa dell'amicizia e della solidariaetà il suo credo dopo un passato da ex-alcolista. La trama è abbastanza scorrevole e propone momenti altamente drammatici e toccanti. Buono l'apporto degli interpreti.

Mickes2 16/08/11 21:49 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Storie borderline dell’Inghilterra proletaria. Droga, criminalità organizzata, vissuti tormentati. Storie di riscatto, di vite appese a un filo, consumate dall’interno, con poche possibilità e vie di scampo. A tratti molto intenso, Loach narra le gesta di Joe: un uomo che cerca in tutti i modi di riprendersi la vita che l’alcol in passato gli stava strappando. Il cineasta inglese è in grado di sondare gli animi, farci empatizzare con i personaggi senza mai giudicare le loro gesta. L’amore e l’amicizia, la forza di battersi per dare voce: questo è Loach.
MEMORABILE: Il finale; Joe che racconta il motivo per cui ha smesso di ubriacarsi.

Paulaster 11/09/13 12:19 - 2913 commenti

I gusti di Paulaster

Loach riesce a documentare uno stile di vita suburbano modulando l’emotività. Fasi più leggere come il calcio o il flirt tra i protagonisti, abbinate alle dipendenze da droghe o bere. Né totalmente dramma né commedia, vive in una terra di mezzo dove la cultura dei personaggi e l’ambiente povero si fondono e Mullan ricopre il ruolo del paladino risorto a dar l’esempio alla comunità. Finale che raddrizza le carte, anche se non convince del tutto.

Hackett 20/01/20 18:55 - 1784 commenti

I gusti di Hackett

Loach è al solito molto bravo e delicato a tratteggiare la la classe britannica ai margini, quella che vive di sussidi ed espedienti, tra un'ingiustizia e l'altra, tra assenza sociale dello stato e criminalità. Questa volta seguiamo il personaggio di Joe, interpretato splendidamente da Mullan, ex alcolizzato allenatore di una sgangherata quadra di calcio che si fa in quattro per tenere la sua vita in piedi nonostante tutto sembri volerlo scoraggiare. Al solito un cinema dell'impegno e del rigore. Per riflettere.

Gary Lewis HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 14/02/13 18:24
    Scrivano - 9687 interventi
    Dal 20 Febbraio 2013 in DVD per BIM.