Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/12/07 DAL BENEMERITO COTOLA
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 4/12/07 00:48 - 9176 commenti

I gusti di Cotola

Splendido film a metà tra il noir ed il thriller. Kazan costruisce un'opera dal ritmo avvolgente ed incalzante che tiene sulla corda per tutta la durata della pellicola. L'accerchiamento progressivo del "malato" è condotto con grande maestria e capacità registica. Bravi gli attori. Bello il soggetto che verrà poi ripreso, con pessimi risultati, dal nostrano Milano: il clan dei calabresi.

Daniela 22/12/10 11:03 - 12803 commenti

I gusti di Daniela

Dopo la scoperta che un armeno assassinato era affetto da peste, la polizia di New Orleans cerca di individuare chiunque sia entrato in contatto con l'uomo, per circoscrivere il contagio. Ma gli assassini non ci tengono affatto a farsi rintracciare. Bel thriller, con un efficacissimo Widmark - duro come sempre ma qui pure "buono" (credo per la prima volta in carriera) - nella parte dell'ufficiale medico che conduce le indagini, rese spasmodiche dalle circostanze. Ottimi anche i fuggiaschi: il sadico Palance e il querulo Zero Mostel.
MEMORABILE: Il malato scaraventato giù dalle scale - l'inseguimento finale nel porto

Homesick 6/02/11 17:22 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Il miglior Kazan risiede nei successivi lavori con Brando e Dean; qui invece non si naviga sempre con il vento in poppa, giacché le valide notazioni ambientali di taglio semi-documentaristico (la vita al porto, i limiti posti alla libertà d’informazione in caso di epidemia o catastrofe) e le decise impennate nel segno del noir subiscono rallentamenti logorroici o frenano in futili incisi melensi (la vita coniugale di Widmark e il suo desiderio di una seconda paternità). Sugli attori s’impone Jack Palance con le nequitose prepotenze messe in atto dal temibile “Blackie”. **!/***.

Lupoprezzo 16/08/12 23:49 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Noir dall'implacabile spirale di morte, che si avvita intorno ai protagonisti in un'escalation soffocante e senza sbocchi, attraverso un ambiente portuale pidocchioso, duro e miserabile, mirabilmente immortalato dalla splendida fotografia di Joe MacDonald (Sfida infernale) e dagli eccellenti movimenti di macchina di un Kazan già in grado di fare la differenza. Avvertibili gli accenni al maccartismo, che in quegli anni devastava l'America come una peste. Ottime le prove attoriali, tra cui spiccano quella di Zero Mostel e di Jack Palance.

Myvincent 18/12/18 08:52 - 3800 commenti

I gusti di Myvincent

Non è ovviamente un proto esempio di infection-movie, ma molto altro. Uno spaccato sui bassifondi di New Orleans, dove brancola gente sfinita dal lavoro e dove ha modo di nutrirsi la violenza e il sopruso sull'altro: terreno di coltura di germi pestiferi, qui riferiti nel vero senso della parola. Il cast è grandioso, con un Richard Widmark ancora lontano dai personaggi malavitosi, un Jack Palance che esordisce in un ruolo che più "filthy" non si poteva. Il titolo italiano è decisamente fuorviante rispetto a quello originale.

Nicola81 26/12/18 22:52 - 2899 commenti

I gusti di Nicola81

Kazan prepara il terreno ai suoi lavori più celebri e celebrati coniugando una trama poliziesca piuttosto originale con riflessioni più ampie (l'analisi dei bassifondi portuali, le restrizioni imposte agli organi di informazione per cause di forza maggiore). Ritmo alto con qualche rallentamento quando ci si sofferma sulla vita coniugale del protagonista. Ottimo cast con Widmark in uno dei suoi primi ruoli da buono, Douglas poliziotto burbero, Palance all'esordio sul grande schermo. Soggetto che ispirerà il nostro Milano: il clan dei calabresi.

Barbara Bel Geddes HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina La donna che visse due volteSpazio vuotoLocandina Nella morsaSpazio vuotoLocandina I cinque pennySpazio vuotoLocandina L'idolo
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Daniela • 5/10/11 16:52
    Gran Burattinaio - 5934 interventi
    Bandiera gialla è il primo ruolo importante nella carriera cinematografica di Zero Mostel, che si interruppe pochi anni più tardi quando, in piena era maccartista, il suo nome fu inserito nella blacklist della Commissione sulle attività antiamericane (HUAC) per sospetta appartenenza al partito comunista.
    Riprese ad apparire al cinema negli anni '60 e nel 1976, nel Prestanome diretto da Martin Ritt, ebbe modo di interpretare un ruolo parzialmente autobiografico, quello di un comico vittima del maccartismo.
  • Homevideo Digital • 25/04/12 09:54
    Portaborse - 4039 interventi
    Dvd della A & R Productions in uscita il 13/05/2012!!