Moby Dick la balena bianca

Media utenti
Titolo originale: Moby Dick
Anno: 1956
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dal romanzo scritto da Herman Melville pubblicato nel 1851, sceneggiatura scritta da Ray Bradbury.
Numero commenti presenti: 13

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/02/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 17/02/07 19:20 - 4523 commenti

I gusti di Puppigallo

Un po’ come per Lo squalo, anche qui quando compare la star (la balena bianca), l’adrenalina sale. Ma a differenza del film di Spielberg, ce n'è un’altra di super star, il capitano Achab, ottimamente interpretato da Gregory Peck. La sua ossessione è quasi tangibile e si capisce subito che è a caccia di una sola balena, per altro realizzata molto bene (il modello è credibile e curato). Tra i vari, riusciti personaggi spicca il selvaggio Queequeg dalla mira infallibile. Ritmo, tensione e poche pause per un'avventura marina tutta da gustare, compreso l'iniziale cameo di Welles predicatore.
MEMORABILE: Achab, morto e legato al fianco della balena, muove il braccio senza vita, quando il bestione risale, quasi a chiamare i suoi uomini.

lovejoy 9/12/07 21:25 - 1824 commenti

I gusti di lovejoy

Huston trae dal capolavoro di Melville un'opera molto potente, sopratutto sul piano visivo, con una fotografia coinvolgente. Molte le scene memorabili, tra le quali: l'inizio; il sermone di Padre Mapple; La partenza; La Bonaccia e la caccia finale. Notevole ritmo e grandi interpreti, Peck e Genn su tutti. Splendida la colonna sonora.
MEMORABILE: Achab sul dorso della balena: Dal cuore dell'inferno io ti trafiggo, in nome dell'odio... Sputo il mio ultimo respiro su di te, o maledetto mostro.

Homesick 20/02/08 17:18 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Trasposizione cinematografica del romanzo di Melville. Un tradizionale tono avventuroso, sempre efficace e gradito, si accompagna a toni biblici e vanta il cameo di Welles nel ruolo di un predicatore che recita il sermone da un pulpito a forma di nave. Grande interpretazione di Peck che presta un volto truce e reso folle dall’odio al malsano, titanico, empio e spietato Capitano Achab. Ovvio aspettarsi lo strafalcione zoologico della balena considerata pesce e per di più divoratrice di uomini…
MEMORABILE: Il doblone inchiodato all’albero maestro. I fuochi di St. Elmo. L’epico scontro finale.

Galbo 9/05/08 05:23 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

Non la prima nè l'ultima ma certamente la migliore trasposizione cinematografica mai realizzata del celebre romanzo di Melville. Merito sopratutto della splendida ed appassionata regia di John Huston che dirige un classico film d'avventura, rispettando filologicamente il libro e curando in modo particolare la caratterizzazione del personaggio principale (Achab) vero simbionte della balena verso la quale traspare bene una vera e propria ossessione. Ottimo il cast, belle le musiche e buoni (nonostante l'epoca) gli effetti speciali.

Rickblaine 31/03/09 15:03 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Dal libro allo schermo la storia della balena bianca che mette paura a chiunque, capitani e marinai. Girato per bene e ben organizzato. Non stanca e ogni scena ha un suo perché, non per niente è tratto dal capolavoro di Melville. Buoni anche gli effetti speciali per quel che potevano essere nel periodo. Ottimo il cast, su tutti Gregory Peck che si cimenta nella parte convincendo prepotentemente che nessun altro oltre lui è adatto a quel ruolo.
MEMORABILE: La profezia di Elia. Il finale.

Enzus79 31/03/09 15:20 - 1845 commenti

I gusti di Enzus79

Classico della letteratura mondiale portato sullo schermo. Il risultato è vicino all'ottimo. Un film cupo, nero, che affascina, così come tutti i suoi personaggi ed i monologhi che fa Achab. Non stanca e non annoia mai. Gran bel film. Eccezionale Peck!
MEMORABILE: Quando la balena riesce dal mare con Achab a fianco.

Santatecla 30/07/09 08:34 - 6 commenti

I gusti di Santatecla

Se dovessi confrontare il "Moby Dick" di celluloide con il "Moby Dick" cartaceo, non potrei che notare quanto il primo sia soltanto lo schizzo di quel complesso capolavoro della letteratura creato da Melville. Ma credo che la difficoltà di abbozzare quello schizzo in maniera così efficace, come è riuscito a fare Huston, sia tale da lasciare lo spettatore decisamente ammirato. Nel "Moby Dick" di Huston si respira una buona dose di quell'aria tenebrosa, di quel senso di sovrannaturale che circonda le figure tragiche di Achab e della balena bianca.

Pigro 11/03/11 15:10 - 7897 commenti

I gusti di Pigro

Prosciugata della complessità narrativa di Melville, la storia di Moby Dick mantiene nella versione di Huston la profonda dimensione del mito con un potente respiro epico e un senso vertigonoso del terribile da far accapponare la pelle. Giganteggiano in questa eccellente pellicola la follia di Achab, ma soprattutto il mare e la strenua lotta contro le balene fino al pazzesco duello finale, reso in maniera magistrale dallo sciabordio di riprese spettacolari. Un vero must del grande cinema d'avventura, che sa emozionare e stordire.

Von Leppe 1/01/12 19:33 - 1044 commenti

I gusti di Von Leppe

Grande interpretazione di Gregory Peck, dalla figura funerea e segaligna che si abbandona a monologhi inquieti e vaga come un fantasma sulla nave. Il film infatti riesce a trasmettere l'odio del capitano Achab, che lo trascina insiema alla sua ciurma nell'abisso; dove si ha il culmine nel grande finale che non poteva essere girato meglio. Effetti speciali ben fatti (la schiena martoriata dell'enorme balena quando spunta dal mare), fotografia da vecchio dipinto americano dell'ottocento. Ottimi i costumi e i personaggi.
MEMORABILE: Provare rancore per una massa bruta che agisce solo d'istinto è blasfemo.

Myvincent 25/01/14 05:50 - 2602 commenti

I gusti di Myvincent

Melville in cinemascope fa la sua figura raccontando le gesta eroiche di un uomo caparbio che lotta contro le forze indomabili della natura. Ci sono un capitano burbero e una ciurma di marinai al suo seguito per inseguire un sogno di vendetta grande quanto la balena bianca. Gli ultimi 20' sono ad altissima tensione drammatica e Gregory Peck riesce a trasmettere mille sfaccettature umane solo con i suoi sguardi.

Belfagor 1/06/14 16:23 - 2626 commenti

I gusti di Belfagor

Splendido adattamento del romanzo di Melville, diretto con mano sicura da Huston, che rende non solo la grandezza del romanzo ma anche dei suoi protagonisti. L'interpretazione di Peck dà vita a un Achab titanico e spietato, il vero centro del film, mentre la balena Moby Dick assurge a incarnazione della natura e del destino contro i quali nulla può la rabbia dell'uomo. Dinnanzi a una simile contrapposizione, il resto del cast rischia di essere messo in ombra, ma l'eccellente prova di Welles spicca in ogni caso.
MEMORABILE: La profezia; I fuochi di Sant'Elmo; Lo scontro finale tra Achab e la balena.

Saintgifts 17/10/15 00:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Trasportare sullo schermo tutti i significati etico filosofici che stanno sotto la superficie della storia della caccia alla balena bianca da parte dell'ostinato capitano Achab, è impresa impossibile. Huston ci prova e ottiene un risultato più che pregevole, sia sotto l'aspetto visivo che sotto l'aspetto più metaforico. Gregory Peck è un capitano Achab presso che perfetto, credo esattamente come Huston voleva rappresentarlo, riesce a trasmettere, soprattutto attraverso i suoi sguardi, tutti i sentimenti rancorosi che si celano nel suo animo.
MEMORABILE: L'occhio della balena.

Daniela 23/12/19 03:56 - 9623 commenti

I gusti di Daniela

Superba ed insuperata trasposizione del capolavoro di Merville e, nello stesso tempo, opera profondamente personale del regista che trasforma la balena bianca in un Dio imperscrutabile e malevolo contro di cui un uomo, non volendosi assoggettarsi alla sua ineluttabilità, combatte fino alla morte. Confezione di gran pregio con sequenze d'azione di grande impatto impatto e personaggi indimenticabili, tutti ben resi dai rispettivi interpreti, a partire da Peck, Achab granitico, e con particolare menzione per Wells, incisivo nel suo pur breve ruolo. Film possente, dal passo epico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Columbo • 22/08/11 09:17
    Magazziniere - 1102 interventi
    Commento musicale affidato alla partitura di Philip Sainton, disponibile, a prezzo economico, su Cd Marco Polo/Naxos, diretta da William Stromberg:

    Ultima modifica: 22/08/11 09:18 da Columbo
  • Curiosità Erreesse • 9/12/13 18:44
    Galoppino - 63 interventi
    Doppiaggio:

    Emilio Cigoli: Gregory Peck (capitano Achab)
    Gualtiero De Angelis: Leo Genn (Starbuck)
    Renato Turi: Orson Welles (padre Mapple)

    fonte: antoniogenna.net
  • Discussione Daniela • 28/05/16 08:14
    Consigliere massimo - 5284 interventi
    Nel cast anche Orson Welles, che ricopre il ruolo di padre Mapple nella memorabile sequenza del sermone in chiesa dal pulpito a forma di coffa e Friedrich von Ledebur, il taciturno ed imponente rampoliere Queequeg.
    Ultima modifica: 28/05/16 09:00 da Zender
  • Discussione Zender • 28/05/16 09:01
    Consigliere - 43734 interventi
    Cos'è un rampoliere, Daniela? Un trampoliere senza la T o qualcosa che non conosco?
  • Discussione Daniela • 28/05/16 17:14
    Consigliere massimo - 5284 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Cos'è un rampoliere, Daniela? Un trampoliere senza la T o qualcosa che non conosco?

    Sorry, errore di battitura :o(
    Si tratta di un ramponiere, ossia, citando la Treccani:

    ramponière s. m. [der. di rampone]. – Marinaio addetto al lancio del rampone, nella caccia alle balene. Più genericam., fiocinatore.


    Ultima modifica: 28/05/16 17:16 da Daniela
  • Discussione Zender • 28/05/16 17:50
    Consigliere - 43734 interventi
    Ah ok, mi sembrava in effetti piuttosto strano, trampoliere :)
  • Homevideo Xtron • 14/05/17 11:43
    Servizio caffè - 1833 interventi
    C'è il dvd SINISTER

    Audio italiano e inglese
    Sottotitoli in italiano
    Formato video 1.66:1 anamorfico
    Durata 1h50m24s
    Extra: Trailer, galleria fotografica

    Immagine a 27:22

    Ultima modifica: 14/05/17 18:29 da Zender
  • Discussione Raremirko • 19/10/18 21:41
    Addetto riparazione hardware - 3503 interventi
    Mi è piaciuto e, nelle sue quasi 2 ore, non stanca mai.

    Welles quasi irriconoscibile, bene Peck ed ottimi gli sfx animatronici per la balena.

    Huston dirige con sicurezza un film cult che ha resistito bene alla prova degli anni.

    Mescola assieme tanti elementi che grande han fatto anche il romanzo di Mellville (eroismo, lotta contro l'ignoto, il mare, l'animale, ecc.).

    Ottimo.
  • Discussione Daniela • 23/12/19 04:12
    Consigliere massimo - 5284 interventi
    Soggetto dal romanzo scritto da Herman Melville pubblicato nel 1851, sceneggiatura scritta da Ray Bradbury.

    Ray Bradbury, notissimo scrittore di fantascienza le cui opere sono state molte volte trasposte sul grande e piccolo schermo, ha svolto anche una intensa attività come sceneggiatore che si è concentrata soprattutto su prodotti televisivi.
    Per quanto riguarda invece il cinema, quella di Moby Dick è stata la sceneggiatura di maggior rilievo.

    Sul rapporto burrascoso fra John Huston e Ray Bradbury si può leggere qui (inglese):
    http://www.openculture.com/2013/12/how-ray-bradbury-became-herman-melville-and-wrote-the-script-for-john-hustons-moby-dick-1956.html
    Ultima modifica: 23/12/19 09:33 da Daniela