Les vacances de Max - Corto (1914)

Les vacances de Max
Media utenti
Titolo originale: Les vacances de Max
Anno: 1914
Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia: Max Linder

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/04/22 DAL BENEMERITO PINHEAD80
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pinhead80 8/04/22 18:16 - 4699 commenti

I gusti di Pinhead80

Max viene invitato dallo zio a passare le vacanze da lui, ma la sua consorte non è stata invitata. Con mille sotterfugi riuscirà a portarla ugualmente con sé scatenando inevitabilmente tutta una serie di situazioni paradossali e divertenti che faranno da cornice all'intera storia. Dopo un inizio un po' in sordina il cortometraggio si ravviva decisamente nella seconda parte regalandoci momenti abbastanza divertenti. Per l'occasione Linder (qui anche regista e sceneggiatore) si avvale di un cast di buon livello in grado di stare al passo con il suo talento.
MEMORABILE: La ragazza nella valigia su per le scale.

B. Legnani 10/04/22 16:05 - 5508 commenti

I gusti di B. Legnani

Lo zio di Max lo invita a casa propria per le vacanze, ignorando che il nipote si sia sposato da poco. Con uno stratagemma Max porta con sé la consorte, che deve sistematicamente nascondersi, fino a che... Comica non corta (ben oltre il quarto d'ora), che paga una certa ripetitività, relativa alla necessità della continua ricerca del modo di nascondersi. I momenti davero buffi sono scarsotti, per cui, nonostante la simpatia degli interpreti, si resta nella medietà.

Caesars 4/05/22 17:12 - 3757 commenti

I gusti di Caesars

Questo corto risulta essere un po' troppo lungo e così, pur partendo da uno spunto (Max è costretto a portare di nascosto, in una valigia, la moglie nella casa dello zio, ignaro del matrimonio) che può creare qualche situazione divertente, si viene a creare, giocoforza, una certa ripetitività nelle azioni, che nuoce alla riuscita finale dell'opera. Certo Linder è al solito impagabile nel ruolo del protagonista, ed è affiancato efficacemente da buoni attori, ma la pellicola non riesce a convincere appieno.

Pigro 15/06/22 09:42 - 9600 commenti

I gusti di Pigro

Invitato dallo zio scapolone per le vacanze non osa dirgli di essersi sposato e quindi nasconde la moglie in valigia. Le premesse sono una più sciocca dell’altra, ma alla fine tutto regge e i momenti divertenti non mancano. A parte il solito finale tirato via, la pellicola offre diverse situazioni buffe, non prive di mordente, come il protagonista che sputa in faccia alla consorte per pulirla dalla fuliggine. Il risultato è che il cortometraggio, dopo un inizio lento, assume un buon ritmo e riesce a farsi vedere con gusto.

Lucy d'Orbel HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Max vittima della chinaSpazio vuotoLocandina Max a peur de l'eauSpazio vuotoLocandina Le roman de MaxSpazio vuotoLocandina Max Linder pratique tous les sports
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.