Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Dall'unione di Marco Risi (figlio del più celebre Dino ma già autore di buone commedie e lavori anche più impegnativi come IL MURO DI GOMMA) e Niccolò Ammaniti (il più noto scrittore “pulp” della nuova generazione) era lecito aspettarsi di più. Invece L’ULTIMO CAPODANNO non è nient'altro che uno sconclusionato film a episodi in cui i protagonisti sono gli occupanti di una grossa palazzina che si apprestano a festeggiare (ognuno a modo suo) il Capodanno. C'è la casalinga (Iva Zanicchi) che organizza il cenone mentre il figlio ribelle si chiude in stanza con...Leggi tutto l'amico a fumare erba, c'è l'avvocato (Alessandro Haber, presenza fissa del nuovo cinema italiano “alternativo”) che si veste sadomaso e passa la serata con Sukia, prostituta specializzata in bondage, mentre la moglie (Angela Finocchiaro) l’aspetta invano a casa; c'è la bellona (Monica Bellucci, che offre ampiamente scene di nudo integrale) tradita dal ragazzo e che si vendica con il Guttalax, ci sono tre gangster romaneschi (tra i quali Ricky Memphis) che giocano a fare i discorsi nonsense alla Tarantino, c’è lo gigolò (Beppe Fiorello) che attira involontariamente a una festa l'amico invadente con tutta la compagnia al seguito (spicca l'immarcescibile Adriano Pappalardo), c'è quella che si suicida col sonnifero, c'è la famiglia apparentemente perfetta (il padre è Piero Natoli) pronta a scatenarsi nell'imprevedibile finale, dove quasi tutti verranno coinvolti in un crescendo di violenza parossistica (la componente “pulp” finalmente esplode) tra morti tremende e colpi di scena. L'intenzione di fare un film “nuovo” c’è e a tratti si intuiscono trovate ironiche geniali, ma nel complesso ci si annoia, manca un ritmo accettabile e la sceneggiatura latita. Tutto sommato è comprensibile il clamoroso fiasco fatto registrare ai botteghini (prima di scomparire dalle sale il film è uscito a più riprese).

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Capannelle 19/02/08 13:19 - 4450 commenti

I gusti di Capannelle

Tentativo mal riuscito di grottesco a episodi. Troppe comparsate senza senso (Haber sadomaso, Zanicchi mamma dell'allucinato, Memphis e Tirabassi picciotti, Fiorello gigolò per tardone..) inseriti in situazioni abbastanza banali. Si salvano solo la fotografia, la prova della Bellucci (tanto nudo e poche battute) e la battagliera famiglia del Natoli, protagonista anche lei del finale pulp che fa sobbalzare uno spettatore ormai assonnato. Sovvenzionato con soldi pubblici (come tanti altri) al botteghino ha incassato il 7% rispetto al finanziato.
MEMORABILE: Pappalardo che sta tirando giù il televisore e tutto quanto succede intorno.

Mark 8/05/08 14:01 - 264 commenti

I gusti di Mark

Ironia nucleare. Commedia sui generis, densa di sprazzi di comicità originali anche se piuttosto macabri. Da segnalare la lungimiranza di Risi nella scelta del cast: buona parte degli attori di questo film infatti si riveleranno attori di successo dei nostri giorni (Bellucci, Santamaria, Tirabassi, Memphis).

Deepred89 13/08/08 12:31 - 3742 commenti

I gusti di Deepred89

Stravagante ma poco riuscita pellicola che tenta di fondere la commedia grottesca italiana con il cinema "pulp" alla Tarantino. I personaggi sono interessanti ma le varie storie scorrono lentamente e senza convincere. Il tutto si risolleva nella parte finale, con un delirio folle e a tratti tendente allo splatter davvero spassoso, ma arrivarci non è un'impresa facile. Buona la regia di Risi, anche se un po' di equilibrio in più non avrebbe guastato e più curata del solito la fotografia. Cast assolutamente eterogeneo.

Herrkinski 10/10/08 17:48 - 8271 commenti

I gusti di Herrkinski

Tentativo bizzarro di inaugurare un nuovo filone "pulp" all'italiana, ricalcando le orme di Tarantino. Peccato che al posto di Travolta, Jackson o Willis ci sono Pappalardo, Haber e Fiorellino e al posto della Thurman c'è la Bellucci... Ma il grosso dei problemi sta in una sceneggiatura che accumula trashate micidiali minuto dopo minuto, interpretazioni penose, stupidaggini assortite e piazza la Bellucci nuda e frignante come maggior attrazione del film. Gradevole qualche tocco gore o surreale, ma in complesso un disastro totale. 100% Trash!

Galbo 16/03/09 17:39 - 12465 commenti

I gusti di Galbo

L'ultimo capodanno rappresenta il tentativo di Marco Risi di rivitalizzare la commedia all'italiana alla fine degli anni '90, alla luce delle nuove tendenze del cinema; in particolare è chiara l'influenza del cinema pulp di Tarantino. Il tentativo è apprezzabile ma il risultato non è all'altezza delle ambizioni. Se risulta valido lo spirito corrosivo e caustico (fortemente antibuonista) di fondo, il limite del film è la scarsa efficacia della sceneggiatura con troppi personaggi poco delineati e un cast non sempre all'altezza.

Pigro 15/03/09 09:31 - 9810 commenti

I gusti di Pigro

Nell'ultima notte dell'anno può accadere di tutto ai tanti personaggi di questo film corale, in un crescendo delirante di situazioni grottesche e surreali a sfondo macabro. Un incredibile groviglio di situazioni di ordinaria abiezione quotidiana, enfatizzata dalla festa più disinibita dell'anno in cui arrivano al pettine in modo apocalittico le bassezze degli esseri umani. Ottimo il ritmo, che prende piede fin dalla prima sequenza fuori di testa e che scandisce i tempi comici. Piacevole l'assortimento di attori coinvolti. Gustoso.

Undying 17/03/09 18:20 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Tentativo poco riuscito, da parte di un regista solitamente all'opera con temi seri ed impegnati, di dare spessore alla commedia italiana raccontando le vicende stupide e biasimevoli di un umano gruppo di personaggi radunati, chi da una parte, chi dall'altra, per festeggiare (maniacalmente) l'ennesimo capodanno. La sceneggiatura, evidentemente influenzata dallo stile "pulp" di Tarantino, non è valorizzata dalle troppe comparse televisive che, essendo poco adatte al ruolo - leggasi non-attori - rendono noiosa, per parte abbondante, la visione del film.

Brainiac 25/07/09 21:40 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Operazione riuscita solo a metà, questa di Marco Risi (che comunque, avendo girato ottimi film come Mery per sempre e Fortapasc ha dimostrato di avere dei numeri). La parte riuscita è quella realistica, perché riprende da Tarantino ciò che Tarantino stesso aveva saccheggiato dalla cinematografia italiana: l'accuratezza dei personaggi, descritti con svisate di puro realismo e la veridicità dei dialoghi ripresi dal parlare comune (si senta la spassosa disquisizione sulle olive ascolane). Ciò che non torna è l'approccio surreale, troppo insistito. Non male.

Piero68 28/01/11 12:03 - 2962 commenti

I gusti di Piero68

Il grosso pregio di Risi e Ammaniti è quello di aver confezionato un grottesco stile anni '80 come non se ne vedevano da molto, con inserti moderni quasi tarantiniani. Sotto i riflettori i soliti vizi privati dell'italico popolo, questa volta nello spaccato della festa di fine anno. Forse la sceneggiatura balbetta un po' e alcuni personaggi lasciano a desiderare per l'interpretazione (vedi Bellucci e Pappalardo), ma nel contesto il film è godibile e se proprio non si ride in maniera sonora gli spunti per riflettere non mancano. Finale apocalittico.

Nando 16/08/11 15:33 - 3838 commenti

I gusti di Nando

Pellicola dotata di humour lievemente nero che all'epoca fu un clamoroso flop al botteghino. Tuttavia, nonostante le molteplici situazioni, alcune di queste sono godibili e suscitano ilarità ed al tempo stesso fanno riflettere. Uno spaccato condominiale forse eccessivo ma tendente al veritiero, alla faccia dei perbenisti.

Monica Bellucci HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina L'appartamentoSpazio vuotoLocandina Il cielo è sempre più bluSpazio vuotoLocandina Omaggio a RomaSpazio vuotoLocandina Dracula di Bram Stoker

Pinhead80 30/09/11 12:17 - 4947 commenti

I gusti di Pinhead80

Tratto da un grandissimo e bellissimo racconto di Niccolò Ammaniti, L'ultimo capododanno disattende quelle che erano le aspettative di chi prima aveva letto il romanzo. Cast decisamente poco all'altezza (si salva Haber nel ruolo del masochista) e racconto completamente slegato che non dà assolutamente l'idea di ciò che voleva trasmettere il racconto di Ammaniti. Un'occasione persa (e sì che il materiale su cui lavorare bene c'era)...

Markus 15/07/14 12:30 - 3706 commenti

I gusti di Markus

Marco Risi è un regista che, sperimentando, fece passare messaggi sociologici anche attraverso la commedia; in questo senso i suoi Anni ’80 li trovo eccelsi ma, dal decennio successivo, c’è stato a parer mio un brusco calo d’idee e questo “Ultimo capodanno” ne è la riprova: un tentativo di scimmiottare i pulp-movie alla Tarantino senza averne né la capacità né il genio creativo. Resta solo una carrellata di volti piegati al trash voluto in cui ognuno cerca di barcamenarsi, spesso anche bene, ma intervallati da momenti di tedio assoluto.

Mickes2 21/07/14 09:34 - 1672 commenti

I gusti di Mickes2

Bella (almeno per un'ora) e nerissima commedia grottesco-surreale con echi di Greenaway e Tarantino per una girandola infernale sugli ultimi scampoli di un’umanità che con molta probabilità è giustamente arrivata alla propria ora. Il Capodanno (la serata più bella e disinibita dell’anno!!!) a sancire la fine di esistenze vacue, vigliacche, ciniche, spregevoli; un assortimento di piccole, patetiche macchiette non tutte completamente riuscite ma mai fuori contesto per quello che è un ritratto corale umoristico e decadente sulla disgustosità umana.

Gigi66 14/11/14 13:32 - 12 commenti

I gusti di Gigi66

Cultone. Più che un tentativo di pulp all'italiana, una celebrazione del grottesco liberatorio, il figlio degenere della commedia all'italiana. Certo non tutto è riuscito, ma è un film a cui non si può non voler bene, soprattutto se si considera quella che è diventata la commedia in Italia negli anni a seguire. Da recuperare.
MEMORABILE: La pelliccia della Bellucci; "Questo non è un localo"; "Te piace beve, eh..."

Rambo90 16/08/16 22:18 - 7746 commenti

I gusti di Rambo90

Follia assoluta di Risi Jr., che parte come commedia grottesca per poi diventare un film di una imprevedibilità assoluta, tra improvvisi momenti splatter che fanno ridere di gusto e personaggi irresistibili. Certo non esiste una vera trama e non è per tutti i palati, ma il ritmo c'è e il cast ricco aiuta a superare anche qualche momento meno simpatico. La Bellucci è forse in una delle sue parti più riuscite, il trio Memphis-Tirabassi-Tulli è fantastico, meno sopportabile invece la coppia Santamaria-Mazzotta. Azzeccate le musiche.

Darkknight 4/01/18 16:12 - 354 commenti

I gusti di Darkknight

Risi e Ammaniti mettono in scena vizi e volgarità dell'italietta d'oggi, ma invece di guardare alla commedia all'italiana d'antan o al cinepanettone, puntano sul pulp surreale. I personaggi sono spassosi (e ben resi dalle solite facce da fiction), così come le loro vicende che si alternano e intrecciano in una sarabanda che non cala mai di ritmo fino a un finale esplosivo alla Schegge di follia. Originale e sottovalutato. L'avesse diretto Greenaway o De La Iglesia saremmo tutti adoranti in ginocchio.
MEMORABILE: La Bellucci, casalinga in crollo psicotico, non ha mai recitato così decentemente.

Victorvega 19/12/21 21:04 - 502 commenti

I gusti di Victorvega

Tarantinata in salsa romanesca, originale e alla fin fine godibile, pur se imperfetta. Ci mette un po' a partire, a delineare le storie, poi alla fine le sviluppa, salvo farle esplodere nella mezz'ora finale, con il trionfo dello splatter e dell'inverosimiglianza. Alla fine rimane un grande minestrone di personaggi e di attori messi in campo e la sensazione che il finale rappresenti l'effetto deflagrante che il film si era proposto di creare sul pubblico. Personaggi solo abbozzati.
MEMORABILE: Il nudo della Bellucci.

Myvincent 26/01/23 06:47 - 3801 commenti

I gusti di Myvincent

Doveva essere un film ruggente e invece è solo un miagolio rauco. Risi sembra restaurare la classica commedia all’italiana prendendo come spunto un momento tanto critico per ciascuno di noi come il passaggio all’anno nuovo. Invece pare solo un guazzabuglio di situazioni, in cui si innestano anche elementi grotteschi e addirittura horror, senza un registro sensato. Peccato perché il cast radunato c’era, attratto da un regista che di qualità altrove ne ha dimostrate. Finale drammaticamente esplosivo.
MEMORABILE: La Zanicchi che canta Patty Pravo!

Pumpkh75 12/03/24 18:11 - 1782 commenti

I gusti di Pumpkh75

Vive di istanti e di espressioni anche all’interno dei singoli episodi e dei singoli personaggi, segno che l’amalgama non è venuta benissimo e risente allo stesso modo di una sceneggiatura che nel voler rappresentare mostri e nuovi mostri nell’epoca post-tarantiniana accatasta, frulla e mozza preso più dall’entusiasmo che da una coscienza logica. Impepano il tutto un cast all-star a luci intermittenti, l’innocuo splatter alla bisogna, il famoso e insistito nudo della Bellucci che in tutta sincerità ci scopre imperturbabili, al di là della funzione. Gaglioffo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Ruber • 31/05/10 23:55
    Formatore stagisti - 9266 interventi
    L'unico motivo buono per guardare questo film è per guardare la Bellucci come mamma l'ha fatta! per noi maschietti roba prelibata :))
    Ultima modifica: 1/06/10 09:09 da Zender
  • Curiosità Fedemelis • 6/03/20 07:42
    Fotocopista - 2151 interventi
    In televisione, mentre Enzo Di Girolamo (Giallini) si prepara per il cenone di Capodanno, viene trasmesso un filmato (forse un servizio RAI) formato dal montaggio di varie esultanze di calciatori. La più particolare è sicuramente la "Macarena" (tormentone dell'estate) ballata dai giocatori del Piacenza dopo il gol di Pasquale Luiso in Piacenza-Vicenza 1-0 del 29-09-1996. Qui un articolo su Repubblica del giorno dopo.




    Nella breve e veloce sequenza possiamo riconoscere inoltre:

    1) Del Piero in Juventus-River Plate 1-0 del 26-11-1996, Coppa Intercontinentale 1996.
    2) Ravanelli in Juventus-Glasgow Rangers 4-1 del 18-10-1996, Champions League '95/'96.
    3) Zola in Parma-Inter 2-1 del 10-9-1995, Serie A '95/'96.
    4) Un giocatore del Porto in Milan-Porto 2-3 del 11-9-1996, Champions League '96/'97.
    5) Un giocatore della Nigeria in Nigeria-Brasile 4-3 del 31-7-1996, Olimpiadi '96.
    6) Un gruppo di giocatori del Vicenza in Vicenza-Juventus 2-1 del 4-2-1996, Serie A '95/'96.



    E infine:
    7) Asprilla in Newcastle-Halmstad 4-0 del 10-9-1996, Coppa UEFA '96/'97.
    8) Boban in Croazia-Danimarca 3-0 del 16/6/1996, Europeo '96.
    9) Savicevic in Milan-Udinese 2-1 del 8/12/1996, Serie A '96/'97.

  • Homevideo Buiomega71 • 14/09/23 16:45
    Consigliere - 26304 interventi
    In blu ray per la Oblivion, disponibile dal 15 dicembre 2023
    Ultima modifica: 13/10/23 17:34 da Buiomega71
  • Homevideo Pumpkh75 • 12/03/24 17:55
    Addetto riparazione hardware - 434 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    In blu ray per la Oblivion, disponibile dal 15 dicembre 2023

    Ottima edizione! Gran bel lavoro di restauro e interessanti a dir poco le interviste degli extra! Per chi se lo sta chiedendo, la risposta è: si, vale assolutamente l'acquisto!
    Ultima modifica: 12/03/24 17:55 da Pumpkh75