Il sangue delle vergini

Media utenti
Titolo originale: Sangre De Virgenes
Anno: 1967
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Red horror".
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/03/09 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 27/03/09 14:23 - 4771 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Vampirico argentino. Un gruppo di incauti ragazzi finisce nella proprietà di un vampiro e della sua amante vampirica; dopo una notte la ragazze scompaiono soggiogate dal vampiro, ma la vampira non ne può più di questa vita da morta... Gli attori sono pessimi; il film comincia con un incipit interessante, ma presto si perde tra inutili balletti e strip di giovinastri/e per poi tornare horror, con qualche effettaccio gore e un po' d'atmosfera. Non del tutto riuscito, finale ridicolo. Belle ambientazioni.
MEMORABILE: Le scene con la sensuale vampira che vorrà si morire, ma che rimane vogliosa di sesso...

R.f.e. 18/08/10 13:17 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Incredibile film di vampiri argentino ambientato parzialmente... in una stazione sciistica andina! Lento e morbosetto, non certo completamente riuscito, ma con un'atmosfera tutta sua, particolarissima. Presenta inoltre alcuni aspetti marginali da notare: i titoli di testa, che sembrano presi di peso dalla rivista "Horror" di Sansoni; e la bionda attrice locale Susana Beltran, davvero molto formosa (un'altra "donna che ha le curve in posti in cui le altre donne non hanno neppure i posti" come diceva il compianto Russ Meyer della moglie Eve).

Digital 2/06/11 15:45 - 1153 commenti

I gusti di Digital

Horror che rielabora in un contesto moderno la figura del vampiro. Tale operazione non è del tutto innovativa, visto che la Hammer ma anche altre case di produzione avevano già percorso questo tipo di strada. Però bisogna ricordare che si tratta di una pellicola del 1967 e quindi per l'epoca rappresentava una novità. La qualità comunque è modesta, anche se non è completamente disprezzabile. Pochi i momenti di terrore, piuttosto audaci le sequenze erotiche.

Ronax 27/07/12 23:05 - 990 commenti

I gusti di Ronax

Sgangheratissima follia vampirica argentina, allegramente incurante del ridicolo e con scene erotiche e di nudo audacissime per l'epoca (non a caso arrivò in sala solo nel decennio successivo). Più dalle parti di Jess Franco che non dei teen-horror seriali, di cui pure anticipa non pochi elementi, il film si lascia vedere con la benevola predisposizione riservabile a una bizzarria amatoriale girata con mezzi di fortuna da un gruppo di amici. Notevole la dinvoltura con cui, nel 1967, le ragazzotte del cast si offrivano senza veli alla cinepresa.
MEMORABILE: La vampira si prepara per andare tranquillamente a dormire mentre i poliziotti stazionano davanti alla villa.

Mco 26/12/12 22:46 - 2215 commenti

I gusti di Mco

Giunto da noi a fine anni settanta e spesso trasmesso dalle emittenti private d'antan, questo vampire movie argentino ha dalla sua un inizio stuzzicante e qualche altro momento azzeccato (come la scena dell'arrivo nell'edificio e la successiva scoperta dello pseudo-maggiordomo). Anche se, a ragion fatta, lo si ricorda per la stravagante ambientazione e soprattutto per la sexploitation (alquanto spinta per i tempi) in quanto le attrici concedono con disinvoltura le proprie generose forme all'obiettivo della mdp. Perlomeno curioso.
MEMORABILE: I bicchieri preparati per sette persone.

Trivex 27/12/12 12:51 - 1589 commenti

I gusti di Trivex

Il film, analizzato secondo corretta prospettiva tecnica ed artistica, meriterebbe il puro pallino. Ci sono parti consistenti inutili, con dialoghi di una mediocrità disarmante (quando non ci passa sopra la musichetta), lasciando al tema "core" solo pochi momenti, fatti per la gran parte di "eros" sfumato (male), anche se molto ardito per l'epoca. Il salvataggio arriva inquadrando la pellicola nel "trash coraggioso", davvero precoce (in tutti i sensi), oltre a una scena gore difficile da vedere quasi mezzo secolo fa! Comunque i due pallini sono anche stretti.
MEMORABILE: Una vampirizzata viene salvata a stento, con tante trasfusioni di sangue. Si risveglia sofferente e lui la bacia e... gli tocca voluttuosamente la tetta!

Rufus68 7/04/18 15:25 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

In attesa di capire dove siano finite le presunte vergini ci si trastulla con l'approssimazione che trasuda da ogni sequenza: i meschini décor, gli incongrui scoppi orchestrali, i problemi d'ortodonzia del vampiro, l'enorme targa con su scritto "Comisario" proprio davanti al commissario... Non c'è nulla da salvare se non la Beltrán che, almeno, mostra una balconata in pieno fiore.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 29/03/09 12:14
    Scrivano - 5628 interventi
    La colonna sonora e' molto curiosa.
    Oltre a presentare musiche d'archivio gia' sentite in altri film,mette a caso brani di musica classica !.
  • Curiosità R.f.e. • 13/09/09 14:06
    Call center Davinotti - 853 interventi
    Doppiaggio a cura della SincroVox. La procace Susana Beltran è doppiata da Anna Teresa Eugeni.

    Il regista firma anche soggetto e sceneggiatura con l'abituale pseudonimo Raul Zorrilla.
  • Curiosità R.f.e. • 18/08/10 13:18
    Call center Davinotti - 853 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    La colonna sonora e' molto curiosa.
    Oltre a presentare musiche d'archivio gia' sentite in altri film,mette a caso brani di musica classica !.


    Fra cui la celebre Danza Macabra (1874) di Camille Saint-Saëns (1835–1921).
  • Curiosità Undying • 10/11/10 21:15
    Scrivano - 7616 interventi
    Il sangue delle vergini disturba la censura.

    Film trascurabilissimo, a dispetto del regista, sorta di Mario Bava argentino che qui è costretto a barcamenarsi con scenografie incompiute ed approssimative (la villa di gotica ambientazione è in realtà una baita in stile anni Sessanta).
    Però Emilio Vieyra azzarda parecchio sul versante oltraggioso proponendo, per l'epoca, scene di sesso e sangue decisamente spinte al punto che il film venne sequestrato nella nazione d'origine per essere poi ridistribuito solo a metà degli anni Settanta.
  • Homevideo Digital • 19/03/11 19:37
    Portaborse - 3241 interventi


    Il 24/05/2011 esce il dvd targato Sinister Film.
  • Homevideo Xtron • 10/06/12 14:14
    Servizio caffè - 1902 interventi
    Il dvd Sinister ha una durata di 1h12m18s

    Ultima modifica: 10/06/12 17:13 da Zender