Chef - La ricetta perfetta

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/08/14 DAL BENEMERITO CANGACEIRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 21/06/19 16:20 - 4485 commenti

I gusti di Puppigallo

Commedia per famiglie, fatta apposta per ricordare, che non tutto è mai perduto; e che sia professionalmente, che sul fronte affetti, c'è sempre una seconda possibilità. La scontatezza va di pari passo con la simpatia dei protagonisti (anche il bambino, quasi mai sorridente, non è male). Ha un suo perchè e lo si segue senza particolari problemi, ma lo si dimentica anche a velocità supersonica; e questo, nonostante la leggerezza dell'"impasto filmico", non è mai un bene. P.S. Dei tre attori famosi, che passano e vanno, almeno Downey Jr. resta un po' in mente per la strampalataggine.
MEMORABILE: I piatti, che prepara da solo dopo essersene andato; Lo chef dà di matto davanti al critico culinario, strizzando il dolce per perorare la sua causa.

Cangaceiro 2/08/14 18:22 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Un film sentito, fatto col cuore dal factotum Favreau, credibile e divertito nei panni di un corpulento e talentuoso Vissani d'America. Ci si perde un po' in frizzi e lazzi nella prima parte, dove comunque i momenti azzeccati non mancano e appare anche un Hoffman doppiato da Giorgio Lopez con voce marcatamente decrepita. La storia decolla piano, sbocciando in un variopinto e scanzonato road-movie formativo che a tratti emoziona con sincerità. Invidiabile la verve di Leguizamo, gran cameo di Downey Jr. Tolti gli ingenui difetti sarebbe stato un gioiellino.
MEMORABILE: Il cameo/supercazzola di Downey Jr.; La "sensazione piacevole" data dall'amido di mais...

Daniela 3/08/14 09:09 - 9078 commenti

I gusti di Daniela

Chef di talento intorpidito da anni di forzata routine è costretto ad un reboot dopo il licenziamento seguito ad una diatriba in rete... Commedia che, alternando l'alta cucina con lo street food, cerca di accontentare tutti i palati (i vegetariani comunque non saliveranno). Un poco ruffiana, specie nel finale troppo conciliante, ma resa gradevole dalla bella colonna sonora, da cammei di lusso e soprattutto dalla prestazione del cast: Favreau è inaspettatamente simpatico come pure Leguizamo, Emjay Anthony è un bimbo credibile, non un nanetto saccente come talvolta accade in questi casi.

Galbo 11/09/14 05:39 - 11307 commenti

I gusti di Galbo

Liberatosi da kolossal ipertrofici, il regista e attore Jon Favreau si concede una commedia leggera che parla di esseri umani e di cibo, lontana da effetti speciali e dal budget verosimilmente ridotto. Missione compiuta: Chef è un film piacevole che ruota intorno ad un personaggio ben scritto, che cerca sé stesso e si trova in un’attività semplice ma appagante, quella dello street food. Favreau attore è bravo e come regista ha il pregio di scegliere bene i personaggi che lo affiancano. Un po’ debole il finale ma nel complesso un film riuscito.

Nando 21/03/15 01:00 - 3453 commenti

I gusti di Nando

Favolona culinaria in salsa americana. Ritmo piacevole, protagonista intraprendente, ex moglie fascinosa e figlio simpatico, ricetta per una pellicola senza impegno che sbeffeggia certe critiche e rende ridicoli certi ristoratori legati al menù. Hoffman mostra tutta la sua fine in una parte triste.

Viccrowley 7/04/15 21:47 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Chi direbbe mai che il regista di bombaroli cinecomics fotocopia come Iron Man possa tirare fuori dal cilindro una commedia così garbata? Favreau inoltre raddoppia tenendo per sé anche il ruolo da protagonista e donandogli spessore e umanità conditi da grande ironia. Il suo chef stellato che riscopre il valore dei sentimenti oltre che l'amore per il suo lavoro è personaggio sfaccettato che si circonda di azzeccati comprimari per raccontare una garbata storia che passa da commedia a road movie senza colpo ferire.

Piero68 22/07/15 11:43 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

In un mondo letteralmente travolto dalla curiosità verso l'arte culinaria, grazie ai tantissimi reality o prodotti televisivi che ci spiattellano chef e cucine in ogni "salsa", persino l'iperbolico Favreau decide di confrontarsi con l'argomento. E il bello è che ci riesce pure. La commedia è infatti gradevole, il cast di ottimo livello e la sceneggiatura riesce a intrecciare vari argomenti di attualissimo interesse. Perché non c'è solo la cucina. Ci sono i social-network, la crisi economica, il rapporto padre-figlio e tanto altro. Consigliato.

Magnetti 7/12/15 21:46 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Sfruttando il grande appeal dell'argomento cucina su piccolo e grande schermo si propone una variante americana al 100%, che sarebbe tutto dire... visto che la loro cultura culinaria è piuttosto limitata, benché gustosa. Eppure funziona e diverte soprattutto quando la trama cambia rotta dagli ambienti chef di alto livello al cibo di strada, guadagnando in credibilità tanto da far sbavare lo spettatore (il panino cubano...). Molto bene il rapporto padre figlio.
MEMORABILE: L'imbarazzante bellezza di Sofia Vergara che non mi ha quasi fatto accorgere della presenza di una certa Johansson Scarlett nel film.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.