Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/09/20 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 17/09/20 15:41 - 2866 commenti

I gusti di Anthonyvm

"L'assassino delle favole" torna a terrorizzare una cittadina veneta, ma un ex ispettore si mette sulle sue tracce. Divertente zibaldone di citazioni giallesche, da Profondo rosso (esilaranti le musiche che ricalcano i Goblin al limite del plagio) a Non ho sonno, passando per gli artisti pazzi de La casa dalle finestre che ridono. Il complesso, lungi dal potersi definire professionale, mantiene comunque una certa dignità indie. Frison dirige il gioco con passione, anche se certe scelte di regia e soprattutto lo script lasciano a desiderare. Acerbo, ma meglio di Assassinio di sangue.
MEMORABILE: La risata sguaiata del killer; Le vittime che indossano senza problemi la maschera da maiale trovata nella scatola; Le "fiabe sonore" per psicopatici.

Corinne 24/10/20 20:10 - 408 commenti

I gusti di Corinne

Attingendo a piene mani dai due film simbolo del giallo settantiano (gli appassionati potranno divertirsi a far la conta delle innumerevoli citazioni: dalla trama alle musiche fino alle suggestioni visive), Frison costruisce una pellicola che, al netto delle sue imperfezioni e forzature, convince e intrattiene, spingendo sul pedale dell'horror e reggendo bene il minutaggio alla Profondo rosso. E pur costruendo una storia perfettamente argentiana, il regista ci mette del suo (i pacchi recapitati alle vittime e i nastri video dall'atmosfera surreale).
MEMORABILE: Il pesce marcio e in generale tutto il video; I drappi rossi della sala congressi; La rivelazione finale, non del tutto sorprendente ma morbosissima.

Bubobubo 12/11/20 19:03 - 1486 commenti

I gusti di Bubobubo

Cinquanta sfumature di Veneto rurale ed un semiamatoriale iperrealismo dal retrogusto avatiano che, come una sottile patina, si deposita su una trama che sembra un'appassionata decalcomania di Profondo rosso. Bello certo non lo si può definire, a tratti i punti di contatto con le fonti fanno gridare al plagio (il carillon, la conferenza al cinema... le musiche!), il parco attoriale è al massimo modesto (ma piuttosto conturbante la giovane Benetti) e certe incongruenze logiche fanno storcere il naso. A compensare i mezzi limitati c'è però un'innegabile passione, che fa simpatia.
MEMORABILE: La maschera da maiale.

Sir gawain 20/07/21 18:42 - 25 commenti

I gusti di Sir gawain

Film velleitario. Si nota la passione di Frison ispirato da Argento ma soprattutto dagli horror rurali di Avati, ma ciò non basta purtroppo e soprattutto non salva il film da un pessimo impianto tecnico (audio compreso), scene completamente trash (la risatina ridicola dell'assassino), falle logiche enormi, cast mediocre compreso il regista che si ritaglia il ruolo di protagonista e un assurdo finale implausibile con troppi colpi di scena venuti fuori tutti assieme. Da segnalare qualche scena che quasi vagamente crea un'atmosfera inquietante, ma è troppo poco.

Daniela 24/07/21 10:41 - 10489 commenti

I gusti di Daniela

In un paese dell'entroterra veneto ogni tanto si fa vivo un serial killer, ammazza tre persone e poi si mette tranquillo per qualche anno prima di colpire di nuovo... Palese l'intenzione di proporre un thriller di stampo argentiano, magari ibridato con le atmosfere dell'horror rurale di Avati, ma il risultato non va oltre il "vorrei ma non posso" per colpa di una sceneggiatura che oscilla tra l'approssimativo e il didascalico ed una messa in scena piatta. Ad affossare ulteriormente il film contribuisce il livello delle interpretazioni, tutte tra il modesto e l'imbarazzante. Bocciato.
MEMORABILE: La risata irritante del killer; In negativo lo spiegone nell'ultima sequenza.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.