Denti assassini

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Food of the gods II - Gnaw
Anno: 1989
Genere: animali assassini (colore)
Regia: Damian Lee
Note: seguito (solo nominale) di "Il cibo degli dei"
Numero commenti presenti: 7
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 12/09/07 18:04 - 3816 commenti

I gusti di Undying

Delirante (in senso stretto) produzione canadese, spacciata per sequel de Il Cibo degli Dei (1976) a causa della presenza di insoliti ratti. Esperimenti di laboratorio, caratterizzati da sorci nutriti a base di cibi "transgenici" o -meglio- geneticamente modificati, danno luogo a pomodori alterati, dei quali si nutrono le cavie sino ad assumere dimensioni gigantesche. La protesta di alcuni studenti contro la "vivisezione" causa la liberazione dei famelici roditori, con conseguenze disastrose. Talmente brutto da risultare -quasi- divertente.
MEMORABILE: L'incubo del protagonista, nel quale, dopo essere stato contagiato e diventato di dimensioni abnormi, questi tenta di violentare una ragazza.

Schramm 30/06/08 19:07 - 2729 commenti

I gusti di Schramm

Si squittisce di noia in questa scalata verso il ridicolo di vago sapore animalista. L'indole è neghittosa, gli effetti assai poco speciali (per una buona scena di melting dobbiamo fronteggiare enormi pelouches semoventi), la recitazione men che pedestre. L'orrore? Se lo son sbafato i topi. Qualche buona soggettiva in steadycam non riscatta una tisica porcheriola che merita ogni possibile contumelia.

Cotola 23/05/09 13:49 - 8190 commenti

I gusti di Cotola

Bazzecola che vorrebbe essere il sequel di Il cibo degli dei (che già non brillava in quanto a risultati). Nessuna idea degna di nota, tensione che latita non poco ed anche la confezione è decisamente povera. Chiaramente (visto quanto detto) è una pellicola tranquillamente evitabile, soprattutto se non amate i topi.

Herrkinski 3/02/11 23:13 - 6277 commenti

I gusti di Herrkinski

Pseudo-seguito di un discreto eco-vengeance degli anni '70, giunto dopo ben 12 anni. In realtà, a parte l'idea dei topi giganti che terrorizzano la gente, questo film ha ben poco a che fare col prototipo e s'inserisce stancamente nel filone senza offrire alcunchè di nuovo. S'è comunque visto di peggio, specialmente in tempi recenti e nelle varie uscite straight-to-dvd; qui almeno si salva qualche bella scena splatter e si denota un uso discreto della mdp. Sul genere "topi assassini", dello stesso periodo, meglio comunque Di origine sconosciuta.
MEMORABILE: Il panico nella piscina; il sogno del dottore.

Minitina80 19/04/16 21:05 - 2660 commenti

I gusti di Minitina80

Il giudizio è diviso a metà, perché se da una parte ci sono alcuni spunti interessanti, dall’altra troviamo a pesare in negativo una storia prevedibile che sfocia spesso in noia e in situazioni già viste con migliori risultati altrove. Qualche trovata a effetto avrebbe sicuramente giovato in termini di freschezza narrativa, purtroppo assente e appesantita da una recitazione piatta e senza mordente. Comunque migliore nella seconda parte, dove quanto meno è più vivace e audace.
MEMORABILE: La trasformazione “cronenberghiana” del dottore infettatosi con l’ormone della crescita.

Gabigol 17/03/17 21:10 - 459 commenti

I gusti di Gabigol

Impossibile non divertirsi tra cacciatori armati come terminator, sindaci delle scuole obnubilati dalle rette e incuranti del pericolo, custodi dei sotterranei su trabiccoli che meriterebbero un film a parte e, soprattutto, sorci giganti mossi dal desiderio di conquista dopo qualche ormone di troppo assunto per sbaglio. Niente di eccezionale e tutto già visto in innumerevoli lidi; si salva in corner per l'approccio dichiaratamente goliardico e le innumerevoli scene (s)cult che faranno felici gli amanti del trash.
MEMORABILE: Il poliziotto che fa fuoco sulla folla (in alto) per colpire i topi, notoriamente animali che camminano a terra.

Anthonyvm 29/11/21 02:02 - 3398 commenti

I gusti di Anthonyvm

Pur senza collegamenti diretti con Il cibo degli dei, sembra un'evoluzione logica delle bizzarrie gigantofile di Bert I. Gordon, fra limiti tecnici e vistosi infantilismi dello script (il ragazzino enorme, la topona bianca buona). Il ritmo svelto, il body-count elevato (con apprezzabile esposizione di dettagli gore) e un paio di virtuosismi demenziali (incredibile il sogno erotico del professore) impacchettano con gusto l'opera. Effetti speciali vecchio stile (si prediligono modellini e pupazzi ai giochi visivi da post-produzione), ma nella giostra del trash sono un valore aggiunto.
MEMORABILE: Il sedere morso; La scena "melting", con mano dell'effettista che manovra la siringa in bella vista (miracoli dell'open matte!); I ratti in piscina.

Damian Lee HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 28/10/09 16:57
    Scrivano - 7613 interventi
    Damian Lee, qua regista, ha prestato il suo contributo, in ruolo di sceneggiatore, anche per un altro film affiliato, bene o male, al genere "animali assassini", ovvero Alterazione genetica (John Hess, 1988).

    L'attrice Lisa Schrage, invece, si era già intravista nel brutto slasher Prom Night Two: Hello Mary Lou (Bruce Pittman, 1987)
  • Homevideo Buiomega71 • 30/04/13 10:21
    Pianificazione e progetti - 23507 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Penta Video

    Durata effettiva: 1h, 23m e 27s

    Ultima modifica: 17/03/15 17:25 da Buiomega71
  • Homevideo Vito • 17/03/15 16:52
    Fotocopista - 92 interventi
    Bellissima!Ricordo da ragazzino quando andavo in videoteca mi fermavo sempre a guardarla e l'immagine del topone che si avvicina alla tipa mi faceva venire i brividi...

    Notare la frase SCIENZA+ERRORE=CATASTROFE!
    Ultima modifica: 17/03/15 17:52 da Zender