LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/05/11 DAL BENEMERITO GREYMOUSER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Greymouser 28/05/11 00:26 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Meraviglia che il regista del mediocre Punisher riesca a fare un buon gangster-movie come questo - tratto, pare, da una storia vera. Niente tempi morti, attori con le facce giuste (vecchie e scafate conoscenze, come il Sorvino di Quei bravi ragazzi, o il carismatico Walken), un Ray Stevenson alla sua migliore interpretazione di sempre. Insomma, funziona tutto a meraviglia, e - pur non gridando al capolavoro - mi sembra un prodotto ben fatto e godibilissimo, dal ritmo sempre alto e coinvolgente.

Schramm 9/12/11 16:17 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Rise and fall di Danny Greene, bug di sistema vivente nell'organizzazione mafiosa a stelle e strisce. Hensleigh la delinea tra gran spolvero di volti noir (sui quali svetta un redivivo Walken, al suo meglio dopo una triste masnada di ruoli sacrificati) con un serrato senso del ritmo che sembra non conoscere cedimenti, e di una densità, corposità e respiro che il cinema sembrava aver museificato e rimosso da decadi. Non sfugge a un velo di deja-vu che qua e là s'ispessisce, e nemmeno a una vaga meccanicità di fondo, ma sguazziamo dalle parti dell'alta godibibilità.

Daniela 29/12/11 08:08 - 9109 commenti

I gusti di Daniela

Ritratto in piedi di Danny Greene, personaggio di spicco della malavita di Clevelant, dall'affermazione nel sindacato degli scaricatori fino allo scontro con la mafia cittadina e quella newyorkese, il film ne sottolinea il carattere ribelle e "romantico", glissando su altri aspetti (l'attività come informatore dell'FBI), avvalendosi di un protagonista con la faccia giusta ed un cast eccezionale nel settore criminale. Però, se lo spettacolo tiene, raramente avvince, per l'impressione di assistere ad un compito ben fatto ma velato di polvere accademica.
MEMORABILE: Fionnula Flanagan dona a Stevenson una collana - La fine del mafioso Nardi - Stevenson parla ai ragazzini in bicicletta

Gestarsh99 29/06/12 00:15 - 1310 commenti

I gusti di Gestarsh99

Basata sulla vita vera del mobster irlandese Danny Greene, una bella storia di mafia sobria e contenuta, i cui meriti essenziali si risolvono nella fisicità possente e determinata dell'ottimo Ray Stevenson. I richiami a Scorsese sono esplicitamente puntuali e riverenti: l'incolume esplosione in auto, gli infami accoppamenti ritorsivi, l'ostaggio nel bagagliaio stilettato senza pietà. Girato in digitale, senza mai abusare degli eccessi cruenti o del cinismo subumano su cui fa leva la maggior parte dei gangster-movie post-tarantiniani. Un buon compromesso tra l'epopea mafiosa alla Pileggi e il dramma ibernico rude e contemplativo.
MEMORABILE: La matita infilzata nella mano; I ceffoni in serie rifilati al capocantiere Bob Gunton.

Rigoletto 20/02/15 19:11 - 1483 commenti

I gusti di Rigoletto

Notevole gangster movie con un Stevenson dominatore assoluto, non solo per la presenza fisica ma perché riesce a innestare nel personaggio un che di sbarazzino che lo rende simpatico senza essere uno stinco di santo. Hensleigh riesce nel difficile compito di far odorare di Padrino (senza naturalmente avvicinarsi) un film che solo nell'ultima parte tira un po' il fiato. È l'unico cedimento in un lavoro abbastanza compatto. Ottimi il rotondetto Kilmer e lo scarno Walken, in ruoli opposti ma assolti con padronanza del mestiere (specie per Walken).
MEMORABILE: Gli schiaffoni al datore di lavoro-aguzzino.

Beffardo57 19/02/18 21:50 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Gangster movie molto scorrevole ma anche molto superficiale: passa senza lasciare traccia. Il protagonista Ray Stevenson non esprime nulla, mentre i comprimari di lusso (Vincent D'Onofrio, il solito Paul Sorvino, che fa il boss, un incredibilmente appesantito Val Kilmer, Tony Lo Bianco) fanno il loro lavoro al minimo sindacale. Quando entra in scena Christopher Walken, sempre carismatico, la faccenda cambia, ma è solo un breve cameo. Se si cerca il grande cinema, conviene tornare a Coppola e Scorsese; questa è televisione o poco più.

Tarabas 24/06/19 09:56 - 1681 commenti

I gusti di Tarabas

Buon film di genere, racconta la storia vera di un celebre criminale irlandese legato alla mafia di Cleveland: partito come una specie di Robin Hood celtico per la sua gente, finirà a lavare i panni sporchi della Famiglia dei mangiaspaghetti locali. Non ci sono grandi motivi di originalità né particolare interesse registico. Il cast è comunque di buon livello (camei di Walken e Sorvino inclusi) e la vicenda è sufficientemente interessante. Per appassionati del genere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 14/07/11 21:08
    Segretario - 3014 interventi
    Il 14/09/2011 esce il dvd targato One Movie.
  • Homevideo Patrick78 • 5/12/11 17:25
    Magazziniere - 546 interventi
    Come puntualmente succede in Italia l'uscita del DVD non solo è stata rimandata ma addirittura cancellata!Fantastici questi distributori...qualcuno sa qualcosa su una futura uscita?
  • Homevideo Daniela • 24/02/12 15:57
    Consigliere massimo - 5020 interventi
    Il 29/02/2012 esce il DVD doppiato in italiano, con il titolo "Bulletproof Man"
  • Homevideo Zender • 24/02/12 16:06
    Consigliere - 43823 interventi
    Allora gli cambio il titolo, grazie Daniela!
  • Homevideo Daniela • 24/02/12 16:48
    Consigliere massimo - 5020 interventi
    Certo che, se volevano proprio un titolo in inglese per il dvd nostrano, potevano pure lasciare quello originale, più bello...