1303: La paura ha inizio

Media utenti
Titolo originale: Apartment 1303
Anno: 2012
Genere: horror (colore)
Note: Remake del giapponese "Apartment 1303".
Numero commenti presenti: 12

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/06/14 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 16/06/14 03:01 - 6670 commenti

I gusti di Rambo90

Una ragazza va a vivere nel classico appartamento infestato e muore dopo due giorni. La sorella cerca di capire cosa sia successo. Un horror rabberciato, dove nulla funziona a cominciare dalla storia, già vista e per nulla appassionante. Gli spaventi stanno a zero, anche perché non succede quasi niente e dopo 20 minuti già si sa dove si voglia andare a parare. Attori imbarazzanti al punto che la Barton ci fa la figura della grande interprete! Viene da domandarsi perché negli Usa sia uscito on demand e noi ce lo sorbiamo nei cinema. Noia ovunque.

Pumpkh75 17/02/15 22:12 - 1380 commenti

I gusti di Pumpkh75

Talmente brutto che si prova dell’imbarazzo, oltre ad averlo visto, persino a recensirlo. La storia è orripilante, il cast, svogliato, pare proprio incapace e le fantasme che danno le capocciate fanno sbellicare di risate e ricordano delle teenager sbronze con il trucco colato. Glisso per pietà sul ruolo del portiere lascivo e su quello quasi surreale della De Mornay; soprattutto mi chiedo dove siano finiti i 5 milioni di budget. Sceneggiatore e regista è tale Taverna: che non sia un nome ma il luogo di concepimento dell’opera?

Nando 1/08/15 16:10 - 3534 commenti

I gusti di Nando

Un remake, tipicamente americano, di un film giapponese... Situazioni ridicole accompagnate da recitazione pedestre in cui salvo la De Mornay, che incarna un'icona anni 80. Svolgimento abbastanza telefonato che vede paure all'inizio immaginate e successivamente reali che constano in un adolescente che emerge in vasca da bagno. Sinceramente scadente e inutile.

Buiomega71 2/04/16 00:33 - 2372 commenti

I gusti di Buiomega71

Per metà non si capisce dove Taverna voglia andare a parare (dramma familiare tra figlia e madre cantante perennemente sbronza), poi si segnalano infinite e sfiancanti perlustrazioni dell'alloggio maledetto, ci sono i soliti fantasmi giappo del nonsenepuòpiù, la caduta dal balcone di Janet esteticamente pacchiana e SFX in CG orripilanti nella loro sciatteria. Però c'è una strana atmosfera polanskiana che attanaglia come per magia, l'appartamento è davvero inquietante e il finale beffardo non così scontato. Brutto un po' lo è, ma non tutto da buttare.
MEMORABILE: Il lascivo portinaio a Janet che le si presenta con un: "Fammi vedere le tette"; La telefonata della sorella morta; Il cadavere (con mosche) che marcisce.

Parsifal68 16/07/16 00:08 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Una sciocchezza immane, questo rifacimento di un horror giapponese di qualche anno prima. La paura e la tensione sono talmente assenti che viene da pensare che si tratti in realtà di una parodia... E invece no! Sulle attrici preferirei sorvolare; chissà perchè la De Mornay ha accettato di interpretare un film così... Evitabilissimo.

Lythops 28/04/17 14:17 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Film che suscita orrore, ma non perché è un horror. Piuttosto il sentimento repulsivo viene per la recitazione, i rumori messi lì, per le musiche copiate da tanti altri lavori di genere analogo, per i "buh!" rivolti costantemente al povero spettatore. Bambine inquietanti, suoni già sentiti, recitazione pessima, dialoghi di una banalità veramente sconcertante. Guardabili i titoli di testa.

Belfagor 30/04/17 10:34 - 2634 commenti

I gusti di Belfagor

Anche se non fosse un remake, questo film avrebbe comunque una natura completamente derivativa, al punto che si potrebbe intitolare "L'inquilina del tredicesimo piano nella stanza 1408". La sagra del già visto con tanto di fantasma rancoroso, condita con effetti speciali dozzinali e una recitazione mummificata. Lacrime amare per la presenza della De Mornay in un simile disastro. 3D posticcio, volto unicamente a lucrare su un prodotto di scarto.

Gabigol 7/11/17 12:34 - 422 commenti

I gusti di Gabigol

Impossibile trarre qualcosa di buono da un remake (già qui si trema) costruito sui classici jumpscares tanto cari all'horror mainstream americano, interpretazioni attoriali scarcagnate - tacciamo sul personaggio della madre - e le non ben definite sciocchezze che permeano l'intera vicenda narrata. Questo è il risultato a cui si approda quando mancano una certa professionalità, serietà e le idee.

Pesten 8/01/18 09:41 - 651 commenti

I gusti di Pesten

Ennesimo agghiacciante remake di un prodotto giapponese, che di certo non spingerà lo spettatore a cercare la pellicola originale. Nell'horror non è sempre necessario cercare originalità, non importa se idea e storia sono banali, ma interpretazioni pessime come quella della Michelle nei primi 30 minuti di visione fanno cadere le braccia. Il resto è un'accozzaglia di nulla, dialoghi scialbi e azione vicina allo zero. Anche le parti scary non producono reazioni da parte dello spettatore.
MEMORABILE: Le agghiaccianti bolle di sapone fatte col copia incolla per coprire il seno della Burton durante il bagno in vasca.

Piero68 25/06/18 13:11 - 2808 commenti

I gusti di Piero68

Sembra che ormai non si riesca più a girare un horror se non proponendo remake del cinema giapponese. Ma anche in questo caso il risultato è assolutamente catastrofico. Affidata la regia al carneade di turno, il film cade spesso nel ridicolo involontario e anche attori come la De Mornay e Barton, che hanno comunque alle spalle una discreta esperienza, sembrano attori reclutati alla serata del dilettante. Inutile parlare di effetti (che praticamente non esistono) e di sceneggiatura (tanto sciocca quanto inconcludente).

John Diehl HA RECITATO ANCHE IN...

Modo 28/08/18 00:22 - 845 commenti

I gusti di Modo

Horror che prende tale piega a quasi metà del film senza comunque lasciare il segno. Nell'arco non ci sono frecce da lanciare talmente è privo di suspense e soprattutto momenti da ricordare. Anche gli attori sono piatti e non mostrano un minimo di consistenza. L'unica figura che fa "paura" è la maamma quando trema per l'abuso di alcool! Per fortuna ci sono i suoni esterni che accompagnano i momenti salienti, altrimenti ci si addormenterebbe.

Minitina80 6/03/21 21:28 - 2500 commenti

I gusti di Minitina80

Uno dei tanti horror poveri nella sostanza e incapaci di suscitare la benché minima emozione. Sembra scritto e diretto da chi non ha molta dimestichezza con il genere e lo si nota in tante piccole sfumature che non passano inosservate. Anche gli interpreti non hanno la credibilità adatta per interpretare i ruoli e nemmeno mostrano tanta convinzione, almeno in apparenza. La paura tanto sbandierata nel titolo italiano è soltanto millantata e non v’è traccia alcuna di espedienti in grado di sprigionarla, nemmeno i tanto abusati jump-scare.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 24/09/14 18:52
    Pianificazione e progetti - 22535 interventi
    In dvd (e BR) per Koch Media, disponibile dal 20/11/2014

    http://www.amazon.it/gp/product/B00NUHP00K/ref=ox_sc_act_title_4?ie=UTF8&psc=1&smid=A11IL2PNWYJU7H
  • Discussione Buiomega71 • 2/04/16 09:56
    Pianificazione e progetti - 22535 interventi
    Per essere bruttarello e bruttarello, e difenderlo in toto è quasi impossibile, ma non me la sento di demolirlo del tutto, perchè qualcosina di buono (insomma) affiora

    D'apprincipio non si capisce bene dove voglia andare a parare Taverna (dramma familiare con il complesso di Elettra, tra una figlia e una madre cantante perennemente alcolizzata, che canta canzoni, sbrocca, ama/odia la figlia che nemmeno in Cartoline dall'inferno, però è notevole la Mornay, da guinnes delle milf)

    Poi c'è Janet (Julianne Michelle, che sembra la brutta copia di Angelina Jolie) che affitta il suo nuovo appartamento con vista su Detroit e vede bambine che giocano con la palla e le sbattono la porta in faccia, ha incontri poco piacevoli con portinai lascivi unti e bisunti che le chiedono di "mostrarle le tette" e comincia ad avere le visioni

    Ci sono i fantasmi femminili giappo nonsenèpuòpiù, stavolta una ragazza bionda (che assomiglia a Sarah Michelle Gellar dopo una notte di alcool e bamba) che sbatte la testa contro la vetrata del balcone, spalanca la bocca e il mascara le cola...

    Poi anche Janet muore (la sua caduta dal balcone è esteticamente un pugno nell'occhio, di una bruttezza visiva rara), e poi anche lei appare alla sorella Lara (Mischa Barton che assomiglia a Violante Placido), col mascara che le cola e la bocca spalancata (nonchè nella vasca da bagno, omaggio non molto riuscito a Nightmare e Storie di Fantasmi)

    Poi, il poliziotto ganzo (che assomiglia a Treat Willimas) che si faceva Janet (in una delle scene di sesso più risibili viste in vita mia), aiuta Lara a risolvere il mistero (che non svelo, anche se il movente non e poi così malaccio) dell'appartamento che spinge le sue inquiline al suicidio

    Tra effetti in CG di una sciatteria a dir poco orripilante, fantasmelle che si muovono con la grazia di un carpentiere (vedere le gambe storte della ragazza ectoplasma/vendicativa), situazioni abusate ad nauseam (le interminabili perlustrazioni di Janet nell'alloggio maledetto, con i soliti effetti BHU!), le litigate madre/figlia che noninteressanoanessuno messe lì solo per guadagnare metraggio, una regia impersonale e quasi amatoriale, voli che manco nel più trashoso "cinecomics", il filmaccio si presenta come un'accozzaglia di luoghi comuni mal gestita e peggio realizzata

    Però (ma c'è un però) non tutto, alla fine, sarebbe da buttare nel cesso

    C'è comunque una strana atmosfera polanskiana (Emily, il viscido portiere, i corridoi vuoti dello stabile) che attanaglia come per magia, l'appartamento con vista su Detroit ha qualcosa di veramente inquietante, spesso mi veniva in mente Sentinel, il cadavere che marcisce zeppo di mosche fà il suo porco effetto, la ragazza fantasma coltruccochelecola seduta nel lavandino (!) che si tagliuzza con un coltello da cucina c'ha qualcosa di morboso, pensare che la piccola Jennifer veniva fatta abusare sessualmente dalla madre ha il suo triste perchè (e motore scatenante della vendetta spiritica) e il finale beffardo non è poi così scontato (così come ha un certo peso la chiusa finale sulla balconata) e il reparto gnocca (ultimo ma non meno importante) e ben fornito

    Questo salva il filmetto dalla temuta monopalla (ci sarebbe pure l'originale giappo che (s)fortunatamente non ho ancora visto) che è si una mezza boiata, ma con momenti azzeccati che lo salvano per il rotto della cuffia

    Frase tormentone dei protagonisti: "Gli appartamenti non uccidono, le persone uccidono"
    Ultima modifica: 2/04/16 17:07 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 2/04/16 10:03
    Pianificazione e progetti - 22535 interventi
    Ottimo il dvd della Koch Media

    Formato: 2.35:1

    dvd 9 doppio strato

    Audio: italiano 5.1 DTS, italiano 5.1 dolby digital, inglese 5.1 dolby digital

    Sottotitoli: italiano

    Come extra trailer vari del film

    Durata effettiva: 1h, 21m e 42s
  • Discussione Capannelle • 2/04/16 11:56
    Scrivano - 2586 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    ..però è notevole la Mornay, da guinnes delle milf
    Uno dei miei miti giovanili da quando fece da spalla a Tom Cruise. La ragazza è effettivamente invecchiata bene.
    "Bello" anche il titolo italiano: per un attimo ho pensato al medioevo.
    Ultima modifica: 2/04/16 11:58 da Capannelle
  • Discussione Buiomega71 • 2/04/16 13:29
    Pianificazione e progetti - 22535 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    ..però è notevole la Mornay, da guinnes delle milf
    Uno dei miei miti giovanili da quando fece da spalla a Tom Cruise. La ragazza è effettivamente invecchiata bene.
    "Bello" anche il titolo italiano: per un attimo ho pensato al medioevo.


    Sì, Capa, la Mornay stà invecchiando davvero bene, magari meglio di altre colleghe (anche se il suo ruolo di madre/possessiva/isterica/alcolizzata c'entrerebbe una mazza con il resto del film, anche se la scena in cui la figlia, presa per disperazione, la soffoca, ha il suo perchè)

    Però, essì, che milfone da combattimento!
    Ultima modifica: 2/04/16 15:02 da Buiomega71
  • Discussione Raremirko • 26/08/18 21:21
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Come al solito d'accordissimo con Buio, del quale alzerei comunque un tantino il voto, visto che per me il film è discreto.

    Si, horror impersonale, rivedibile, imho sin troppo breve (neanche 80 minuti) ma anche morbosetto e d'atmosfera.


    E poi ho un debole per la Barton, sempre bellissima.


    Curioso anche io di vedere l'originale orientale, allora.
  • Discussione Raremirko • 26/08/18 22:10
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Qualcuno in rete ha pure tirato in ballo il videogame Silent hill 4 The room e devo dire che il paragone ci sta, sia per la stanza, sia come tematiche.