Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BELLA E PERDUTA

All'interno del forum, per questo film:
Bella e perduta
Dati:Anno: 2015Genere: drammatico (colore)
Regia:Pietro Marcello
Cast:Tommaso Cestrone, Sergio Vitolo, Gesuino Pittalis
Note:La voce narrante del bue Sarchiapone è di Elio Germano.
Visite:391
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/11/15 DAL BENEMERITO REBIS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Rebis 29/11/15 13:39 - 2075 commenti

L'eterogeneità dei materiali, ricomposti in nuclei di lirica e sensoriale bellezza, riflette la stratificazione di temi - ecologia, camorra, conservazione dei beni culturali, folklore - e costituisce l'integralità dello sguardo di Marcello capace di cogliere la densità del reale traghettando il film dal documentario al fiabesco, sino alle soglie dell'archetipo. Una rarefazione progressiva che è atto di coraggio, capacità di accogliere l'imprevisto (la morte di Cestrone durante le riprese) cambiando pelle, rifuggendo generi e temi nell'allegoria: la cura dell'anima che vivifica tutto il creato.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Hackett 2/1/18 10:15 - 1670 commenti

Fiaba onirica mescolata al racconto del reale. Bella esperienza visiva che lascia dentro qualcosa. Racconto coraggioso e civile che denuncia i crimini contro una bellezza offesa e incompresa, la bellezza di un territorio che non sappiamo proteggere e la mancanza di sensibilità nel confronto del mondo animale del quale non riusciamo a proteggere l'anima. Film criptico, non facile, ma necessario.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Paulaster 5/2/20 16:11 - 2485 commenti

La storia di un pastore che salvaguardò una reggia borbonica. L'impronta favolistica serve a dare i giusti meriti al protagonista (deceduto durante le riprese) per il suo impegno a mantenere la bellezza di un luogo contro la camorra. Poetica la voce fuori campo (di Elio Germano) che nelle parole di un bufalo porta a denunciare anche la situazione precaria degli animali sul territorio. Alla fine qualcosa a livello burocratico si muove, ma sembra fuori tempo massimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stele in memoria; I bufali che entrano in mare; “Essere bufali è un’arte”.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Kinodrop 12/2/20 20:29 - 1240 commenti

Da una base documentaristica sulle contraddizioni di una terra tanto bella e feconda quanto martoriata dalla criminalità, Marcello inventa in corso d'opera una sorta di controrealtà favolistica in cui si mischiano elementi folkloristici (pulcinella), ecologici e naturalistici (il bufalino "parlante"). Un ingegnoso modo di usare poesia e fantasia come grimaldello di denuncia e di protesta (che però rischia di attenuare un po' troppo la durezza delle cose). Un narrazione "pastorale" dai ritmi lenti e quasi sospesi. Un po' criptico ma coinvolge.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La reggia depredata; Il coraggioso custode Tommaso e la sua ostinazione.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)