Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA BAMBOLA DI PEZZA

All'interno del forum, per questo film:
La bambola di pezza
Titolo originale:Picture Mommy Dead
Dati:Anno: 1966Genere: thriller (colore)
Regia:Bert I. Gordon
Cast:Don Ameche, Martha Hyer, Zsa Zsa Gabor, Susan Gordon, Maxwell Reed, Wendell Corey, Signe Hasso, Anna Lee
Visite:876
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/5/10 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 17/12/15 4:01 - 3875 commenti

Contorto e confuso thriller al limite del comprensibile, con sovrapposizione di passato/presente (alterato dalla visione della piccola protagonista) a ingarbugliare l'esito. La bambola di pezza c'entra poco, anche se conserva la collana (ovvero uno dei motivi che dà origine ad avidità e odio, in sovrapposizione ai più umani sentimenti). Il complesso di Elettra, assai più raro di quello di Edipo, è al centro di una sceneggiatura che poco convince resa perlomeno più vivace da alcuni momenti di buona regia. Ma alla fine il salvabile è poca cosa...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 19/6/12 23:52 - 7166 commenti

Ci sono diversi elementi abitudinari di questo genere di film (complotti per intascare l'eredità, visioni vere o finte, colpi di scena finali), però bisogna considerare il fatto che siamo ancora nel 1966. La pellicola è ben realizzata e si avvale di buone atmosfere e di un discreto ritmo. Anche il cast fa la sua buona figura. Per nulla malvagio e consigliato, pur senza aspettarsi nulla, agli amanti del genere.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 7/5/10 11:11 - 4740 commenti

Buon thriller diretto dallo specialista Bert I. Gordon, con un finale morboso-incestuoso per l'epoca abbastanza forte (nonostante sia tutto suggerito). La presenza della madre della piccola Susan (morta in un misterioso incendio) aleggia per tutta la pellicola, nonostante appaia soltanto in flashback. Tornata a casa la piccola dopo un internamento dovrà subire un girone dantesco di complotti e controcomplotti. Ottimo cast (Ameche, la Gabor), il film è meritevole della visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il sangue che cola dal dipinto della Gabor.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Mco 18/9/15 11:15 - 2103 commenti

Piccola gemma incastonata negli anfratti dell'horror patinato di fine anni Sessanta. Tra letture di clausole testamentarie, cartelle cliniche e passaggi temporali tra il passato e il presente si consuma una vicenda che colora di follia un indubbio complesso di Elettra. Il disvelamento progressivo è funzionale alla tensione filmica e il cast regala perle di bravura. Inquieta spingendo il pedale sull'acceleratore delle suggestioni anziché su quello delle facili epifanie. Il viso di Susan Gordon rimane impresso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La passeggiata mano nella mano finale.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Trivex 29/10/15 9:50 - 1431 commenti

Una "violenza psicologica" inaudita alberga nella villa abitata da "brave persona", ed è pronta a manifestarsi. I componenti dell' "antifamiglia" sono uno spaccato di una parte del sistema americano che non bada ai sentimenti quando c'è di mezzo il denaro. Quasi incredibile trovare personaggi tanto spregiudicati e abietti e le conseguenze appaiono scontate e inevitabili, perché una tale cattiveria a volte è l'anticamera della lucida (?) follia. Film "grave" e perfettamente supportato dalla sublime atmosfera della seconda parte degli anni 60.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 6/12/16 16:01 - 1773 commenti

Giallo ereditario con qualche escursione nell'horror parapsicologico, che paga pegno all'antipatia di tutti i personaggi (un bel covo di vipere) e a una certa confusione dovuta all'alternanza passato/presente e realtà/immaginazione. In compenso il ritmo è discreto e il finale morboso risulta piuttosto efficace. La giovanissima protagonista (casualmente figlia del regista) non brilla per doti recitative, mentre gli altri interpreti se la cavano. Dignitoso, se non ci si aspetta troppo.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Stefania 17/7/12 0:11 - 1600 commenti

Non ci siamo: pomposo ma statico, agghindatissimo ma senza eleganza. Ci si prova in ogni modo, a costruire la suspence, attraverso la nebulosità dei ricordi infantili, la suggestione di oggetti (il ritratto, la bambola, la collana, il falco), insinuando moventi ereditari... ma i personaggi non hanno sottigliezza o ambiguità, le aspettative già deboli vengono puntualmente deluse da svolte narrative prevedibili, nell'insieme si assiste ad uno scimmiottamento, veramente insulso, di atmosfere hitchcockiane. Molto fumo, pochi brividi e poco... cinema.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio col rampone; l'alternanza di piani temporali nel pre-finale.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Fedeerra 9/1/18 4:23 - 350 commenti

Nonostante l'intreccio psicologico dominato da un contesto borghese il film mostra i suoi momenti migliori nel gotico e nell'orrore; come i graffi insanguinati sulla tela del quadro, l'aquila ammaestrata, i tuoni che riecheggiano all'interno della lussuosa villa. Styling eccentrico riscattato però dall'ottima prova di Susan Gordon, figlia del regista e ambigua protagonista.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)