Cerca per genere
Attori/registi più presenti

WAR-TIME - TEMPO DI GUERRA

All'interno del forum, per questo film:
War-time - Tempo di guerra
Titolo originale:The War Game
Dati:Anno: 1965Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia:Peter Watkins
Cast:Michael Aspel, Peter Graham, Dave Baldwin (n.c.), Kathy Staff (n.c.), Peter Watkins (n.c.)
Note:Aka "Il gioco della guerra" e "War-Game - Giochi di guerra". Il titolo italiano ("War Time") fu scelto dalla distribuzione italiana nel 1984 per distinguerlo da "Wargames" uscito l'anno prima, e volendo mantenere la lingua inglese.
Visite:323
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/9/08 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Pigro
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Cotola
  • Davvero notevole! a detta di:
    Schramm
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Capannelle, Harrys


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 12/9/08 9:34 - 7334 commenti

Inghilterra sotto attacco nucleare in una nuova guerra mondiale. Watkins racconta gli effetti della bomba atomica sulla popolazione con lo stile di un’inchiesta del tg (voce fuori campo, macchina a spalla, finte interviste). L’effetto è spaventoso, da brividi. La Bbc che produsse il film aspettò 20 anni per trasmetterlo per paura degli effetti sul pubblico; la Rai (che lo acquistò dopo la vincita dell'Oscar) non l’ha mai trasmesso. In bilico tra film di guerra e documentario, spiazza i generi e si afferma come capolavoro del cinema politico.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Schramm 14/11/14 14:15 - 2339 commenti

Rivisitato a quasi 50 anni dalla sua realizzazione, il dopobomba secondo Watkins appare ottimistico, quando non grottesco o ingenuo nel tratteggiare impossibili best surviving case scenarios, e finora spetta a Threads restare ineguagliato coefficiente di estinzione umana. Epperò, il lavoro di Watkins, oltre a porsi come primo e unico nukeumentary della storia del cinema, ha dalla sua una raggelante forza evocativa data dall'uso di un sinistro b/n da fase R.e.m. andata a male e dall'uso di espedienti rudimentali ma avanguardistici ed efficienti, e un'importanza antropologica da non sottostimare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "I sopravvissuti invidieranno i morti?".
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 7/5/15 22:41 - 7042 commenti

Forse uno dei primi esempi di mockumentary (se così lo possiamo definire) che prova a mostrare gli effetti dello scoppio della terza guerra mondiale? Di grande efficacia e tensione grazie alla sua asciuttezza tipicamente, almeno giornalisticamente parlando, anglossassone. Visto oggi potrebbe sembrare datato, specie dal punto di vista scientifico, ma resta ancora un terribile pugno nello stomaco (non stupisce che all'epoca si decise poi di non mandarlo in onda) e non solo per alcune scene che restano nella memoria per la loro crudezza. Da far vedere a chi sottovaluta il pericolo atomico.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 14/2/11 14:49 - 3575 commenti

Gli effetti di una ipotetica terza guerra mondiale sulla popolazione inglese. Watkins non lesina particolari agghiaccianti e combina lo stile documentary ad un filmico anche moderno. A volte però il racconto perde mordente per via dello spazio dato alle interviste o alla voce narrante. Pezzo coraggioso che non trovò distribuzione tv immediata proprio per la crudezza di alcune scene.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I poliziotti che uccidono alcuni dei feriti gravi per porre fine alle loro sofferenze.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Harrys 18/1/11 16:55 - 679 commenti

Il nucleare è sempre più una minaccia e Watkins, tanto per alimentare la fobia generale, decide di mostrarne gli ipotetici effetti, facendo ricorso ad una tecnica mai vista prima: quella del falso-documentario (mockumentary). Regno Unito, l'improvviso scoppio di una guerra nucleare dalle ignote origini getta nel baratro le vite di milioni di persone. La capacità di adoperare uno stile documentaristico facendo ricorso ad immagini di repertorio commistionate a sequenze girate in studio è strabiliante. Ad oggi datato, non se ne può ignorare la portata però.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)