Voglio mangiare il tuo pancreas

Media utenti
Titolo originale: Kimi no suizô o tabetai
Anno: 2018
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Note: Soggetto dal romanzo omonimo di Yoru Sumino pubblicato nel 2014. Dallo stesso romanzo sono stati tratti anche un manga (2016) e un film live action (2017) diretto da Sho Tsukikawa.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/11/19 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 27/11/19 12:04 - 9624 commenti

I gusti di Daniela

Uno studente molto schivo scopre per caso che una compagna di scuola, spensierata e chiassosa, è affetta da una malattia al pancreas grave ed incurabile. Lei gli impone di conservare il segreto con il resto della classe e lo obbliga a farle compagnia in quelli che saranno gli ultimi giorni della sua vita... Storia di un amicizia che non ha il tempo di trasformarsi in amore, talvolta forzata nella contrapposizione dei caratteri ma commovente e sincera. Animazione di buon livello anche se non esaltante, bella la spiegazione dello strano titolo.

Galbo 19/02/20 17:33 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

Un anime dallo strano titolo che racconta una tenera amicizia tra due ragazzi, destinata a cambiare le loro vite. Raccontata con toni lievi e garbati, la storia esplicita con molto realismo le dinamiche dei personaggi e il loro rapporto con i sentimenti. Animazione di buon livello anche se il comparto tecnico si contraddistingue più per la bellezza degli sfondi, come spesso accade nelle pellicole di questo genere. Buon film.

Deepred89 31/07/20 00:22 - 3306 commenti

I gusti di Deepred89

Tenendo bene a mente Quel fantastico peggior anno della mia vita, Ushijima combina il tema della malattia con lo shojo con stramboidi silenziosamente attratti l'un l'altro. Qualche eccesso nella caratterizzazione dei personaggi, ma si apprezzano i disegni eleganti e mai spocchiosi e la tenacia, tipicamente asiatica, nel percorrere le strade del sentimento e dell'emozione senza paura di esagerare. E infatti si esagera, ma con purezza, in maniera non programmatica. Riuscito il colpetto di scena, che non modifica la sostanza ma preserva il candore del personaggio coinvolto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.