Ti va di pagare? - Priceless - Film (2006)

Ti va di pagare? - Priceless
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Sentimentale che vuol essere raffinato e sognante, può contare su di una confezione indubbiamente di qualità ma lascia sostanzialmente con l'amaro in bocca. Soprattutto chi magari da un'idea così avrebbe pensato di godersi qualche riuscita gag e un gioco di mascheramenti incalzante. Niente da fare. La deliziosa Audrey Tautou veste i panni di Irène, a rimorchio di un riccone in là con gli anni con cui bene se la passa senza dover chiedere chissà cosa all'amore. Si accontenta di spennarlo lentamente e di andare in vacanza con lui negli hotel di lusso. A Biarritz per esempio, dove la sera del proprio compleanno incontra nel lounge Jean (Elmaleh), un cameriere che per l'occasione si fa passare per...Leggi tutto altolocato ospite dell'albergo. A Irène brillano gli occhi, quando sente parlare chi mostra di essere ben "foderato", e tra un cargo battente bandiera liberiana e un altro i due finiscono a letto, complice qualche bottiglia di troppo. Lo stesso accade esattamente l'anno dopo, quando tuttavia il compagno di lei se ne accorge e la pianta seduta stante. Irène prova ad agganciarsi disperatamente a Jean, ma quando scopre che è un semplice cameriere spiantato pensa subito a come rimpiazzare la sua gallina dalle uova d'oro, che avrebbe dovuto sposare tre mesi dopo. Operazione non facile, alla quale Jean reagisce con l'ostinazione di chi pretende di permettersi una così dando fondo ai propri risparmi. Ma anche quelli prima o poi finiscono; non gli resta che seguire l'esempio di lei, lasciandosi avvicinare da una vecchierella danarosa (Adam). Un'idea semplice ma che poteva produrre ottimi risultati, da commedia brillante comicamente sfiziosa. Il film opta invece per la sofisticheria laccata puntando sulla bella espressività di una Tautou in splendida forma fisica, regolarmente vestita in abiti di gran pregio e capace d'interpretare con favolistica disinvoltura anche un ruolo che sta agli antipodi dell'ingenua Amélie Poulain. Da cui eredita tuttavia lo sguardo incantato e rapito, accompagnato però da una visione ben precisa e "terrena" della vita. Gad Elmaleh gli si accoppia con aria ben più sperduta, perennemente imbambolato, quasi un robot da teleguidare a piacere; un personaggio che fa il furbo senza esserlo ma che trova chi lo apprezza e addirittura lo paga, per averlo accanto. Improbabile gigolo, molto meno credibile della Tautou nel ruolo, non può proprio presentarsi come personaggio divertente e spiritoso. Al massimo buffo, del tutto secondario rispetto a chi gli ruba costantemente la scena in un film in cui il sesso forte pare decisamente quello femminile. Gli uomini sono marionette inutili, manovrati o sfruttati anche quando sembrano esser loro a condurre il gioco. I soldi sono tutto, o almeno così sembra; perché l'amore lo si trova comunque mentre il denaro va cercato e utilizzato per potersi godere la vita nel migliore dei modi. Un messaggio non esattamente edificante pronto ad essere smentito dall'ovvio finale che ritratta per non far scadere il tutto nel gretto materialismo senza scampo. Ma sembra una scorciatoia troppo facile, costruita ad hoc con una ruffianeria detestabile e priva di coraggio, che richiama l'involucro favoleggiante col quale si avvolge un film sospeso che mai affonda il colpo, monotono nel proporre con Elmaleh sempre lo stesso volto stupefatto e rapito. Evidente quanto la Tautou gli sia qui infinitamente superiore.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/07/08 DAL BENEMERITO FLAZICH POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/04/20
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Flazich 29/07/08 23:00 - 685 commenti

I gusti di Flazich

Simpatica commediola francese che ha come unico merito l'annoverare nel cast la stupenda Audrey Tautou nei panni della mantenuta. Il film inizia con la classica situazione da commedia degli errori ma poi ha un punto di svolta e lo sfruttato diventa anch'esso sfruttatore. Il film non ha la presunzione di voler trasmettere alcun tipo di morale. È semplicemente una commediola.

Daniela 18/01/09 08:39 - 12790 commenti

I gusti di Daniela

Un goffo e timido cameriere (il lunare Gad Elmaleh), per amore di una mantenuta (Tautou, bellissima) che l'ha scambiato inizialmente per un riccone, si trasforma in gigolò per poterle starle accanto negli alberghi di lusso della Costa Azzurra, facendosi pagare le spese da una matura signora. Il sottofondo sarebbe amaro (la giovinezza e/o la bellezza come merci) e il romanticismo acquista venature ciniche, ma il tono è leggero, la commedia gracevole. Molto carini i titoli di testa.
MEMORABILE: La scena al ristorante, che culmina con la restituzione dell'orologio

Nando 15/03/11 22:48 - 3838 commenti

I gusti di Nando

Commediola di stampo francese che vede un discreto gioco e variazione delle parti tra due giovani che vicendevolmente variano modo di vivere. Una narrazione frivola ma dotata di un lieve brio che la rende simpaticamente semplice e al tempo stesso priva di pretese altezzose.

Redeyes 6/07/12 21:04 - 2456 commenti

I gusti di Redeyes

Certo un visino come quello della Tautou ti mette di buonumore, Elmaleh ispira simpatia, e allora anche una sceneggiatura scialbetta, che ad altro non serve se non a tirare la volata all'amore che ogni cosa vince, fa passare un'ora e mezzo piacevole. I punti di forza sono la semplicità e la linearità. Vedibile.

Galbo 5/10/12 05:56 - 12458 commenti

I gusti di Galbo

Briosa commedia francese diretta da Pierre Salvadori. La sua carta migliore è decisamente l'affiatamento tra i due protagonisti Audrey Tautou e Gad Elmaleh, assai adatti ai rispettivi ruoli. I loro duetti sono il motore propulsivo di un film che diverte benchè la trama non sia originalissima e la sceneggiatura si lascia andare a qualche clichè di troppo, specie nella parte finale.

Saintgifts 14/12/15 19:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Audrey Tautou non è più Amelie, anzi... Gad Elmaleh riesce, da barman, a diventare un credibile principe. La commedia è tutta francese e si vede, non solo per la meravigliosa Côte d'Azur, ma per un'amoralità aleggiante (a tutti i livelli) affrontata però con naturalezza, senza moralismi visibili o invisibili, nel più perfetto... c'est la vie. Pochissimi momenti di calo, ci scappa anche qualche genuina risata. Sceneggiatura apparentemente semplice, ma ricca di sfumature e con un finale che si accetta volentieri, anche se prevedibile.
MEMORABILE: I tre portieri, con la puzza sotto il naso, devono abbozzare...

Modo 6/12/18 11:13 - 959 commenti

I gusti di Modo

Briosa commedia di stampo francese girata nella splendida Costa Azzurra. I due attori Audrey Tautou e Gad Elmaleh sono bravi nei loro rispettivi ruoli di escort e gigolò per "necessità". Nel complesso si un film semplice con una storia non particolarmente originale e che a tratti appare troppo compassato. Stoccata in una scena al cibo italiano poco pretenzioso (snobismo innato francese). Guardabile.

Markus 18/04/20 12:54 - 3705 commenti

I gusti di Markus

Per amore si fa di tutto, ma per soldi ancor di più. Questa un po' la summa, almeno per tre quarti di film, della vicenda raccontata a mo' di commedia brillante da Pierre Salvadori. Nulla di nuovo sotto il sole della Costa Azzurra: la vicenda è scontata e assai prevedibile, tanto che a un certo punto ci si augura che la storia affondi in una cattiveria che viene invece solo scalfita. Sulla bellezza di Audrey Tautou non si discute ed è più in parte di Gad Elmaleh, che come gigolò di ricche femmes âgées non pare francamente credile.

Annelise Hesme HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina TanguySpazio vuotoLocandina Finché nozze non ci separinoSpazio vuotoLocandina ParigiSpazio vuotoLocandina Le avventure galanti del giovane Molière
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.