The Majestic - Film (2001)

The Majestic
Media utenti
MMJ Davinotti jr

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

L'ennesimo film sull’uomo che in seguito a incidente perde la memoria lontano da casa e viene riconosciuto per quello che altri vogliono che sia (in questo caso un giovane soldato morto in guerra). Il punto è che qui, strano a dirsi, non è affatto la vita trascorsa nei panni del redivivo Luke Trimball nel piccolo paesino di Lawson, a dare un senso al film. Tutt’altro, essa sembra quasi una parentesi necessaria che il regista Frank Darabont non ha avuto la furbizia di snellire e rendere più agile, affezionato com'è ai tempi dilatati e alle durate eccessive. Due ore e mezza sono decisamente troppe, per raccontare quella che, essenzialmente, è tutta...Leggi tutto un altra storia. La storia di uno sceneggiatore esordiente (Jim Carrey) che alle soglie del successo viene accusato nell'America dei Cinquanta di comunismo. Siamo in piena “caccia alle streghe" e basta aver casualmente partecipato in gioventù a un'associazione paracomunista per finire sotto inchiesta. Il suo incidente e la conseguente scomparsa causa amnesia faranno credere alla commissione che l'uomo sia altamente pericoloso. La mezz'ora conclusiva, in cui il film si riallaccia al prologo, è formidabile, appassionante, magistralmente interpretata da Carrey, ma non basta a riabilitare del tutto un'opera per la sua gran parte melensa, stanca, che anche uno straordinario Martin Landau (il padre che in Carrey riconosce il figlio scomparso in guerra) fatica a rivitalizzare. Darabont sfrutta una confezione scintillante, le belle musiche di Mark Isham, per dare grande respiro alla sua opera: godibile, sentita ma per la sua gran parte ingenua e superficiale. Carrey drammatico, bravo, era meglio in TRUMAN SHOW.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/08/06 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 28/06/07 08:56 - 5279 commenti

I gusti di Puppigallo

Quello che si dice un buon film. La sceneggiatura ha il suo peso (altrimenti, le due ore più che abbondanti sarebbero risultate eterne) ed è realizzato con una certa classe. Landau e Carrey sono veramente bravi (il primo vince ai punti). Il ritmo non è certo la forza di questa pellicola (durante il ballo si rischia l’abbiocco), ma i dialoghi sono piacevoli e ha il pregio di dimostrare che, anche da una situazione che sembra totalmente negativa, può nascerne un qualcosa di così positivo da cambiare in meglio la vita di un uomo, almeno finchè…
MEMORABILE: Carrey commenta le condizioni del cinema: "Questo posto cade a pezzi. Basterebbe uscire sbattendo la porta".

Galbo 18/11/07 16:20 - 12399 commenti

I gusti di Galbo

Film non fortunato commercialmente di Frank Darabont, che si conferma tuttavia anche con quest'opera un ottimo narratore. Il film, oltre che uno spettacolo piacevole, è anche una riflessione amara ma speranzosa sul tema della memoria (spesso rinnegata come metaforicamente accade al protagonista del film) e sulla negazione delle libertà individuali. Tutto ciò attraverso una bella parabola cinematografica interpretata in modo eccellente da Jim Carrey e Martin Landau.

Rambo90 8/11/10 20:15 - 7701 commenti

I gusti di Rambo90

Jim Carrey è abituato ai ruoli di uomo cinico e di successo che cambia direzione e stile di vita in seguito a un qualcosa al di sopra della sua volontà (vedi Bugiardo bugiardo). Qui una volta di più si conferma attore eccezionale, trainando un film dalla storia un po' abusata ma con un ottimo ritmo e soprattutto un buon disegno dei personaggi e una struttura molto forte dei dialoghi. Molto sottovalutato, andrebbe riconsiderato come classico.

Cotola 1/06/11 17:37 - 9052 commenti

I gusti di Cotola

La buona confezione (specie la ricostruzione d'epoca) e la regia professionale di Darabont, non riescono a coprire le pecca principale del film: lo scarso pathos e la mancanza di momenti davvero memorabili. Colpa di una sceneggiatura troppo semplice e priva di una vera tensione drammatica che penalizza non poco la riuscita dell'insieme. Carey è una conferma anche sul versante drammatico, anzi è anche meglio poiché non è "costretto" a fare il cretino con mille smorfie. Non male, ma nulla più.

Ryo 18/06/12 09:53 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Jim Carrey, attore sempre più completo, dimostra di riuscire nei ruoli drammatici quanto (o di più) i ruoli comici. Due storie parallele che si intrecciano diventando una sola. Spunti di riflessione, momenti drammatici. Un piccolo gioiello dal regista de Il miglio verde.
MEMORABILE: Luke/Peter che si cimenta al pianoforte...

Daniela 30/07/22 10:59 - 12670 commenti

I gusti di Daniela

Sceneggiatore a rischio di entrare nella lista nera di Hollywood perde la memoria a seguito di un incidente e si risveglia in un paesino dove viene scambiato per un soldato disperso durante lo sbarco in Normandia... Temi importanti (il maccartismo, le ferite della guerra, i diritti civili) conditi dalla nostalgia per la vita semplice di provincia, gli affetti familiari, l'amore per il cinema, una confezione curata, un cast in parte; eppure il film coinvolge meno del previsto per alcuni passaggi troppo telefonati e un eccesso di retorica unita a una durata eccessiva.

Enzus79 28/02/24 22:23 - 2901 commenti

I gusti di Enzus79

Dopo un incidente in macchina che gli fa perdere la memoria, un uomo vive una vita che non gli appartiene. Dramma romantico più che riuscito. Riesce ad analizzare un periodo piuttosto complesso degli States (maccartismo) in modo leggero. Jim Carrey da applausi. La durata di due ore e più è meno pesante di quel che potrebbe essere: scorrevole e senza lungaggini.

Hal Holbrook HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Una "44 magnum" per l'ispettore CallaghanSpazio vuotoLocandina Tutti gli uomini del presidenteSpazio vuotoLocandina Capricorn OneSpazio vuotoLocandina Rituals - Il trekking della morte
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.