Silenzio: si uccide

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/02/13 DAL BENEMERITO DUSSO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 1/02/13 11:32 - 1540 commenti

I gusti di Dusso

Di solito non c'è da aspettarsi molto dalle sceneggiature di Lorenzo Gicca Palli e questo infatti è uno dei punti deboli del film, che soprattutto nelle fasi finali della vicenda si nota. Inoltre la regia di Zurli è veloce ma non certo impeccabile, come se non bastasse Luisa Rivelli che offre un'interpretazione decisamente mediocre che non passa inosservata. Rod Dana invece è un agente per certi versi diverso dal solito e gli esterni utilizzati sono un po' piu del solito. Uno spy italico di medio livello.

Fauno 9/12/19 01:34 - 1936 commenti

I gusti di Fauno

Il titolo sarebbe più consono al thriller, mentre questo è integralmente uno spy-movie, sia perché tocca più o meno tutte le capitali europee del vizio, con tanto di night club e di suite in hotel a 5 stelle (anche se il nocciolo della questione è la lotta fra due organizzazioni per un traffico d'armi verso l'Africa), sia perché la componente femminile ha vita breve e si rinnova celermente. Musica ok, arti marziali spettacolari e ben intercalate; grottesco, ma a tratti pittoresco l'aspetto dittatoriale di Santuccio nel ruolo capo dei servizi segreti.
MEMORABILE: La vedova nera; La presa di corrente; La scena alla spiaggia della gemella; L'agguato a tre nello scantinato; Il misterioso capo dell'organizzazione.

Myvincent 18/04/20 07:50 - 2608 commenti

I gusti di Myvincent

Un agente per niente segreto deve indagare su una morte sospetta che conduce a una serie di volti femminili dei quali non c'è molto da fidarsi. Pane per i denti per l'atletico Rod Dana, che mostra i muscoli e fa capriole attorniato da donne più o meno attraenti cambiando spesso sfondo paesaggistico. Il film diverte per la componente umoristica che dà vivacità al progetto complessivo, nonché per un finale che più "Bond" non si poteva.

Daidae 27/04/20 00:57 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Buon film di spionaggio all'italiana, dal titolo decisamente fuorviante. Rod Dana, attore americano spesso presente nel sottogenere "eurospy" all'italiana, qui fa una buona parte, concede diverse scene pericolose (quella sui cornicioni) e fa le capriole all'indietro. Altri punti di forza del film: la colonna sonora e il bel cast femminile, su tutte Spela Rozin. Inutile citare la bellezza delle location negli anni 60. Film da riscoprire.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daidae • 27/04/20 00:50
    Compilatore d’emergenza - 874 interventi
    L'attore che interpreta il primo agente segreto, a me sembra Enrico Chiappafreddo, che però non appare nei titoli di testa.
    Secondo voi?

    Ultima modifica: 27/04/20 00:52 da Daidae