Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/12/17 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 18/12/17 08:57 - 10233 commenti

I gusti di Daniela

A seguito di un incidente stradale, un uomo si sveglia sul ciglio di una strada di campagna, privo di memoria e con il potere di provocare la morte istantanea di chiunque - persona o animale - si trovi a meno di 20 metri di distanza... Thriller fantascientifico a basso budget, povero di effetti speciali ma in grado di calamitare l'attenzione fino alla suggestiva spiegazione finale che lascia un margine di mistero. Senza troppe pretese, ma originale, ben scritto, bene interpretato, soprattutto imprevedibile nei suoi sviluppi: un gradito excursus ai confini della realtà.

Capannelle 22/12/17 00:26 - 3864 commenti

I gusti di Capannelle

Dunque, abbiamo un inizio intriso di mistero e fantascienza, con effetti talmente forti che ci si aspetterebbe un'escalation sovrannaturale. La trama conduce però i due protagonisti (senza infamia e senza lode gli attori) verso esiti più thriller che invece di guardare al futuro guardano a un torbido passato. Nel fare questo però il ritratto del protagonista assume contorni stravaganti e poco credibili. Insomma, gli autori non si accontentano del compitino ma l'arrosto che cucinano sa un po' di bruciato.

Cotola 3/01/18 19:19 - 7846 commenti

I gusti di Cotola

Bella ed originale l'idea di partenza ed intrigante l'inizio pieno di mistero e di punti interrogativi. Si prosegue con una storia che sa mantenere vivo l'interesse ed il coinvolgimento dello spettatore grazie ad una sceneggiatura accorta che riesce e dosare con parsimonia le rivelazioni sul passato dei protagonisti. Pian piano però da fantascientifico il film si trasforma in thriller e non sarebbe certo un male: ma tante e grandi sono le forzature ed il finale può non convincere. In ogni caso uno spettacolo assolutamente godibile che merita un'occhiata.

Piero68 11/10/18 14:51 - 2816 commenti

I gusti di Piero68

Ai confini della realtà di produzione canadese, ben riuscito e convincente. Il basso budget non intacca minimamente la qualità finale grazie anche a una narrazione che incentra la sua attenzione più sull'aspetto thrilling che sci-fi. Buono e inaspettato il colpo di scena finale, che sposta completamente l'argomentazione su ben altre tematiche. Discreta anche la conclusione che, invece di lasciare lo spettatore in una sorta di limbo, preferisce comunque mettere in qualche modo la parola fine. Peccato per il doppiaggio, unico vero neo del film.
MEMORABILE: L'arresto di Liam e le conseguenze della separazione da Rose.

Taxius 28/10/18 12:20 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Dopo un incidente stradale un uomo si risveglia sul ciglio della strada senza memoria e con uno strano potere: qualunque essere vivente che venga a trovarsi a qualche metro da lui muore improvvisamente. Thriller fantascientifico di ottima fattura che fa dell'originalità la sua arma migliore. La trama è solida e scorrevole e riesce a tenere sempre alta la tensione fino all'imprevedibile colpo di scena finale. Un film semplice, dall'ottima regia e totalmente privo di effetti speciali che merita assolutamente una visione.

Galbo 7/11/18 05:39 - 11596 commenti

I gusti di Galbo

Un buon esempio di come la (relativa) povertà di mezzi non sia un limite alla costruzione di un godibile thriller che parte da una buona idea e si sviluppa in modo quasi sempre coerente, assicurando una costante tensione narrativa e qualche colpo di scena ben assestato. Buona sceneggiatura, ambientazione funzionale alla trama e interpreti ben scelti. Un film riuscito.

Kinodrop 9/11/18 17:49 - 1825 commenti

I gusti di Kinodrop

Un inizio misterioso e dal taglio fantascientifico (l'uomo nel cui raggio d'azione avvengono morti repentine e inesplicabili) lascerebbe presagire uno sviluppo interessante, ma quando si presenta una lei (come antidoto vivente), la coerenza va a farsi benedire. La materia, accettabile per un corto, è qui diluita e sovraccaricata di un prosieguo pseudo thriller collegato alla meno peggio col resto. Il low cost non giustifica la miseria della sceneggiatura e la staticità degli attori; ciò che manca è piuttosto una regia adeguata. Se ne può fare a meno.
MEMORABILE: Il raggio d'azione mortifero: un "deadly bluetooh"? Se c'è lei "non c'è campo"; Gli allarmismi della polizia; L'oscuro passato di Liam.

Il ferrini 1/01/19 00:40 - 1813 commenti

I gusti di Il ferrini

Spunto veramente originale per questo thriller fantascientifico che dimostra una volta di più quanto siano più importanti le idee dei mezzi. La coppia protagonista rappresenta un'alchimia perfetta (così come nella trama) e il film scorre mantenendo sempre alta la tensione. L'ambientazione agreste, oltre a essere funzionale nella ricerca dell'isolamento, regala bei paesaggi e la possibilità di girare le scene con gli animali. Il potere/maledizione del protagonista può rammentare Rogue degli X-Men ma qui eroi non ce ne sono. Notevole.

Gestarsh99 10/04/19 16:58 - 1381 commenti

I gusti di Gestarsh99

Thriller fanta-meteorologico di sobria fattura, in cui l'offuscante "superpotere attilesco" serve a innescare una retrospezione su pregressi causali e risvolti amnesici, schiudendo in tal modo l'uscio alla presa di coscienza di una maledizione extraterrena acquisita che scalza, sovrapponendovisi, un'altra maledizione preesistente, terrena ma di pari orrore. Ogni step verso il ricomponimento degli assetti originari è una tessera del domino che cade, conducendo a catena sulla via di Damasco dell'espiazione più cruda, redentiva e altruisticamente riconciliatoria con l'umano spirito di sacrificio.

Anthonyvm 17/07/19 22:27 - 2640 commenti

I gusti di Anthonyvm

Fanta-thriller a base di amnesie e morti misteriose: una piccola, piacevole sorpresa. Semplice l'idea di base: un uomo porta alla morte chiunque gli si avvicini, ma la presenza di una donna (ignoti i legami fra loro) inibisce gli effetti mortiferi. Bizzarra e riuscita allegoria sull'amore e sui suoi lati oscuri, sul rapporto simbiotico e malato, disfunzionale ma con un suo strano equilibrio. L'aura di mistero è efficace e tiene sveglio l'interesse del pubblico. Un buon colpo di scena getterà sul tutto un'ombra anche più oscura. Da recuperare.
MEMORABILE: I morti con gli occhi velati; Lei corre per le scale per non allontanarsi da lui, chiuso in un ascensore affollato; La scioccante rivelazione.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Pinhead80 26/02/20 20:26 - 4079 commenti

I gusti di Pinhead80

Un lampo squarcia il cielo per andare a colpire due persone che apparentemente non hanno nulla in comune tra loro. Attraverso dei flashback scopriremo molto di più. Un thriller-fantascientifico che porta una ventata di novità nel già ricco panorama del genere. La sceneggiatura è molto buona e regge da sola un film dal cast anonimo e incapace di creare la giusta empatia con il pubblico. In definitiva, pur raggiungendo la sufficienza, si poteva e si doveva fare di meglio.

Minitina80 14/12/20 19:44 - 2516 commenti

I gusti di Minitina80

Inizia in maniera subito interessante, proponendo idee a base di fantascienza, intriganti e non invasive. La metamorfosi nel thriller è graduale e non ci si accorge quasi di nulla, distratti dalla curiosità dell’assunto principale che risulterà funzionale allo sviluppo degli eventi. Il vero punto di forza, infatti, risiede proprio nella scrittura che non sciupa nulla, dimostrando di poter oscillare tra due generi non facili da coniugare. Particolari che bilanciano una produzione che non permette di osare più di tanto sull’aspetto visivo, inteso come effettistica di impatto.

Gottardi 2/05/21 16:59 - 78 commenti

I gusti di Gottardi

Uomo si risveglia da incidente stradale senza memoria e chiunque lo avvicini cade morto stecchito. Poi incontra donna che era in macchina con lui che funziona come antidoto. Da un’idea abbastanza originale uno svolgimento un po' troppo scolastico, così come è dozzinale la regia, al limite del loffio TV movie. Gli avvenimenti avanzano al ritmo troppo lento degli sprazzi di memoria dei protagonisti, e sono spesso prevedibili; per non dire della spiegazione dell’evento paranormale, che sfocia nel ridicolo. Si salvano i primi e gli ultimi dieci minuti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 19/12/17 15:18
    Gran Burattinaio - 5480 interventi
    Consigliato a chi ama la fantascienza fatta con pochi soldi e qualche buona idea: non certo un capolavoro, piuttosto, come ho scritto nel commento, un episodio apocrifo "Ai confini della realtà".
    Film non privo di difetti (la spiegazione del mistero può lasciare perplessi o insoddisfatti) ma con il dono dell'imprevedibilità, graditissimo in un panorama in cui il 90% del genere è fatto di remake, sequel, rebout, prodotti derivativi o fatti con lo stampino.
  • Discussione Capannelle • 22/12/17 00:13
    Scrivano - 2619 interventi
    E' vero che il 90% dei film sembrano fatti con lo stampino (ma sicuramente c'è modo e modo di raccontare la stessa storiella). Poi c'è un 5% di film originali e solidi. Questo appartiene all'altro 5%, quelli originali ma anche traballanti, forzati.
  • Discussione Daniela • 22/12/17 10:06
    Gran Burattinaio - 5480 interventi
    Non posso fare obiezioni riguardo al "traballante, forzato". Senza entrare nei dettagli per non spoilerare, è innegabile che la sceneggiatura abbia più di una pecca, anche se va considerato il carattere più fantasy che fantascientifico della vicenda.
    Però, a mio parere, originalità e imprevedibilità in questo caso compensano ampiamente i difetti e giustificano la visione.
  • Discussione Poppo • 18/10/18 10:05
    Galoppino - 422 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Senza entrare nei dettagli per non spoilerare


    Per la verità hai già spoilerato (SPOILER DUNQUE!) nella recensione:

    A seguito di un incidente stradale, un uomo si sveglia sul ciglio di una strada di campagna, privo di memoria e con il potere di provocare la morte istantanea di chiunque - persona o animale - si trovi a meno di 20 metri di distanza...

    E per fotuna non ho letto nulla di nulla, come faccio sempre quando un film è in prima visione (mia).

    Ad ogni modo è un problema delle recensioni, qui come altrove; anzi altrove è sempre peggio...

    Tornando al film (SPOILER!)

    la spiegazione del mistero non deve essere presa o pretesa (fanta)scientificamente dato che tutto il film ha una trama chiaramente costruita su piani simbolici che si svelano solo nell'ultimo quarto d'ora...

    SPOILERONE!!!!!!!

    in fondo si tratta di una sorta di fulmine globulare (mezza sfera o calotta), proveniente dallo spazio, che colpisce i due, vittima e carnefice, facendo perdere la memoria a entrambi e conferendo, a sua insaputa, il potere della morte istantanea di cui sopra all'uomo (serial killer). Una sorta di maledizione, espiazione, punizione divina.

    E' un chiarissimo piano simbolico di una trama a struttura allegorica che si articola lungo tutto il racconto. Solo con lo svelamento della vera natura del personaggio/killer si comprende il film, altimenti sì, sarebbe uno sci-fi improvvisato a basso costo...

    Invece è un capolavoro al pari di Under The Skin.
    Ultima modifica: 18/10/18 10:39 da Poppo
  • Discussione Buiomega71 • 18/10/18 11:17
    Pianificazione e progetti - 22646 interventi
    Il film non l ho visto, ma non avverto nessuna traccia di spoiler nel commento di Daniela, nemmeno lontanamente
  • Discussione Caesars • 18/10/18 15:39
    Scrivano - 12690 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il film non l ho visto, ma non avverto nessuna traccia di spoiler nel commento di Daniela, nemmeno lontanamente

    Concordo. Anch'io non ho visto il film, ma direi che assolutamente Daniela non sveli nulla di particolare.
  • Discussione Poppo • 18/10/18 20:05
    Galoppino - 422 interventi
    Beh, certamente il concetto di spoiler è spesso soggettivo; tutti d'accordo se si tratta di svelare il finale di un film quando qualcuno dice o scrive "l'assassino è il maggiordomo", però io starei sempre attento nello svelare meccanismi che il film svela lentamente...

    copio incollo da un sito qualsiasi

    Liam ha un incidente automobilistico, ne esce vivo ma senza memoria. Quando si risveglia e gira per il mondo capisce di essere circondato da persone defunte. Crede che un virus si stia diffondendo nel mondo ma piano piano si rende conto che il problema è un altro

    e già qui ti raccontano la trama della parte iniziale del film... ma ok, ci sta, anche se io preferisco non sapere nulla (paranoia?);

    ma poi, per darti il colpo di grazia, ci aggiungono (ed ecco lo SPOILER):

    chiunque si avvicini a lui entro un raggio di 50 metri muore immediatamente.

    Io dico che così rovini la "suspense" della prima parte del film; poi che ognuno faccia quel che crede.

    Personalente evito nella maniera più assoluta qualsiasi lettura pre-visione-film, specie se thriller, sci-fi, drama, horror; non mi fido più manco delle cover dei dvd e bd.

    [le cit. sono tratte da mymovies]
    Ultima modifica: 18/10/18 20:42 da Poppo
  • Discussione Zender • 19/10/18 08:53
    Consigliere - 44450 interventi
    Sì, ma se non si vuol che si sveli nulla di "importante" anche della prima parte del film è davvero bene non leggere nulla e trovarsi sempre "vergini" alla visione e lasciare che chi vuol parlare del film qualcosa dica, perché poi diventa anche assurdo scrivere recensioni o commenti stando attenti a ogni rischio di spoiler nella prima parte di un film.

    Il concetto di spoiler è mooolto soggettivo (se non lo so io che mi vedo segnalare di tutto e di più come spoiler), ma qui lo intendiamo come non svelare il finale o comunque qualcosa che sta nell'ultima parte (e qualcuno non sta attento nemmeno a questo).
    Ultima modifica: 19/10/18 08:53 da Zender
  • Discussione Poppo • 20/10/18 14:40
    Galoppino - 422 interventi
    In sostanza concordiamo: solo il mio appunto voleva far notare come la parte iniziale del film (primi trenta minuti su novanta), stia al finale (rivelazione dell'identità dei due protagonisti) come immagine riflessa, speculare (postivo vs. negativo).

    In altre parole ci sono film molto raffinati e altri molto più tradizionali nella struttura narrativa.

    Se di questi ultimi è facile intendersi su cosa sia uno spoiler, ossia "rivelazione del finale", per i precedenti è molto più complicato capire quando stiamo "guastando" la visione rivelando qualcosa che il film svelerà lungo il suo svolgersi.

    [nella fattispecie i primi trenta minuti del film ci mostrano il mistero di queste morti continue ed inesorabili svelarsi poco per volta: è un terzo del fim, mica poco...]

    In battuta finale si tratta di sensibilità personali e qualità delle strutture narrative.

    Questo è un film di qualità eccelsa (IMHO) è mi spiace che l'abbiano visto in pochi qui...

    Inutile aggiungere che trovo paradossale poi pretendere di parlare di "spoiler" o "non spoiler" non avendo visto il film...

    Sopra io stesso ho fatto un vero spoiler sul finale, ma a distanza di tempo dall'uscita del film mi pare quanto meno accettabile, specie nella sezione "discussione".
    Ultima modifica: 20/10/18 14:53 da Poppo