Ogni cosa è segreta

Media utenti
Titolo originale: Every Secret Thing
Anno: 2014
Genere: drammatico (colore)
Regia: Amy Berg
Note: Soggetto da un romanzo di Laura Lippman.
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/07/15 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 1/07/15 09:08 - 9502 commenti

I gusti di Daniela

Due undicenni rapiscono ed uccidono una neonata. Anni dopo, quando scompare un'altra bimba, inevitabilmente le indagini si indirizzano verso di loro, che nel frattempo hanno scontato la pena detentiva a cui erano state condannate... In varie occasioni negli ultimi anni il cinema americano ha affrontato soggetti simili a questo: qui il risultato è modesto, poco coinvolgente. Il punto di vista adottato, quello del personaggio meno interessante (la detective incaricata delle indagini), lascia al margine gli altri e ne deriva una sensazione di incompiutezza, non di feconda ambiguità.

Ryo 11/05/16 23:52 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Pazzesco e a tratti disturbante, questo film, dai toni alquanto realistici e dal cinismo impressionante con cui vengono affrontate difficili tematiche, regala un coinvolgimento molto alto, grazie specialmente alle ottime interpretazioni delle due ragazze protagoniste. Lodevole come la sceneggiatura riesca a stordire lo spettatore rimbalzando fra un'ipotesi e l'altra, ingannando e illudendo.

Capannelle 19/03/18 00:09 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

E' un intreccio potenzialmente interessante, giocato su flashback rivelatori e le vite parallele di due ragazzine segnate nella vita. I tasselli del puzzle non sono sempre quelli giusti e la regia poteva essere più incisiva; gli va tuttavia riconosciuto che sa delineare un'atmosfera abbastanza ambigua e delle turbe caratteriali niente male. Vanta come produttrice la McDormand.

Pinhead80 5/08/18 19:42 - 3966 commenti

I gusti di Pinhead80

Due ragazze che da piccole avevano rapito una bambina, da adolescenti vengono nuovamente accusate di questo reato. Tra vari colpi di scena e dopo tante bugie emergeranno verità in grado di cambiare per sempre le vita delle protagoniste. La drammaticità dell'opera è garantita dall'argomento trattato e da un'interpretazione genuina che renda il tutto credibile. Godibile.

Ira72 13/09/18 18:05 - 951 commenti

I gusti di Ira72

“Acqua cheta rompe i ponti”. Ed è così che la goffa e complessata Alice, disturbata anzichenò, diviene regista e interprete di una storia inquietante e sordida. Dove non tutto è come potrebbe sembrare. Nel complesso il thriller non offre grandi novità cinematografiche (l’incipit è piuttosto sfruttato a Hollywood), né chissà quali colpi di scena. Non ci sono interpretazioni memorabili o colonne sonore toccanti. Però scorre, talvolta avvince, ma non scuote a sufficienza. Un lavoro discreto, insomma, tuttavia non memorabile.

Piero68 17/09/18 09:02 - 2767 commenti

I gusti di Piero68

Più che un thriller un intenso e soprattutto disturbante dramma familiare, incentrato sul problematico e conflittuale rapporto tra una mamma con evidenti incapacità genitoriali e una figlia con grossi problemi di personalità. Nel mezzo un terzo incomodo e due crimini che, soprattutto se commisurati all'età delle protagoniste, disturba ancora più del normale. Non eccezionale la regia. Ma dove manca Berg arrivano a supporto un buon montaggio e una bella fotografia dalle tinte sempre fosche. Bene la Lane, super la Fanning, sotto la media la Banks.

Anthonyvm 7/07/19 16:20 - 2013 commenti

I gusti di Anthonyvm

Considerati il buon cast e l'interessante, fosco soggetto alla base, si ha un'idea di ciò che il film poteva essere in altre mani e con qualche ristesura dello script in più. Purtroppo i momenti validi (e ce ne sono) non fanno parte di un insieme organico. Il senso di disagio e l'indignazione che emergono dai flashback e dagli interrogatori (sequenze efficaci) si perdono fra un personaggio piatto di troppo (la Banks) e una parte finale sbrigativa e poco convincente. La regia sembra estrapolata da un programma di true crime. Occasione mancata.
MEMORABILE: L'agonia della bambina distribuita in contraddittori e frammentari flashback; L'immagine della scheletrica Diane Lane di fronte all'enorme figlia.

Zoltan 7/07/20 10:51 - 201 commenti

I gusti di Zoltan

Si intuisce una narrazione da romanzo di genere e di conseguenza una scrittura non così banale. Quello che penalizza il film, però, è la messa in scena, che è troppo fredda e finisce per non creare particolare emotività allo spettatore. Il film scorre un po' troppo liscio per quasi tutta la sua durata, l'interesse è puramente per la costruzione psicologica ma la tensione non monta. Insomma, un lavoro discreto a livello emozionale ma con poco impatto. Senza infamia e senza lode.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Digital • 31/01/18 08:22
    Segretario - 3038 interventi
    Dvd e Blu-ray Koch Media disponibile dal 08/03/2018.
  • Discussione Digital • 31/01/18 08:23
    Segretario - 3038 interventi
    Il titolo italiano del dvd/blu-ray è Ogni cosa è segreta.