LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/09/15 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 2/09/15 04:41 - 6070 commenti

I gusti di Herrkinski

Debutto sulla lunga distanza per Kessner, che si aggiunge alla crescente lista di buoni cineasti horror canadesi con questo revival dello slasher anni '70/'80. Non dissimile dal recente Charlie's Farm (ma più riuscito), il film ha una trama risaputa e omaggia a più riprese Hooper, Fulci ma anche altri registi/film minori; buona la tensione, efficace il gore (anche se arriva tardi) e notevole la fotografia, nitida anche al buio ma dal feeling vintage. Qualche escamotage evitabile (il "missing reel" ha stufato), ma nel complesso molto godibile.
MEMORABILE: Il primo omicidio tra i ragazzi, a sorpresa; La scena di eye-violence fulciana; Le battute di Robert Patrick.

Myvincent 3/05/17 14:17 - 2954 commenti

I gusti di Myvincent

Sebbene i giovani attori siano dei professionisti e se la cavino più che bene, trattasi del trito e ritrito horror dove ritroviamo la solita casa maledetta abitata dal solito orco che si diletta di cannibalismo. Colpiscono gli occhi freddamente demoniaci di quest'ultimo, mentre il resto si rende guardabile giusto per la cattiveria degli animaleschi omicidi (cosa che da un altro punto di vista potrebbe essere un punto a sfavore). Facilmente dimenticabile.

Lupus73 30/05/20 15:49 - 1024 commenti

I gusti di Lupus73

1984 (e antefatto del '77): studenti fuggono dal ballo scolastico per un weekend trasgressivo; un intoppo e si trovano in uno chalet nel bosco. Puro revival degli slasher anni '80, con maniaco cannibale (ma va?) che non aggiunge nulla di nuovo e usa perfino dei trucchetti posticci per far sembrare la pellicola rovinata e vintage (hair scratch e scuffs). Oltre a sguazzare nel puro manierismo, il prodotto tende anche ad annoiare, tanto che non si vede l'ora che finisca. Tra gli slasher moderni ma tradizionali meglio allora Cold prey.
MEMORABILE: L'effetto "parte mancante" di celluloide.

Pumpkh75 11/05/21 15:38 - 1443 commenti

I gusti di Pumpkh75

Omaggio lapalissiano allo slasher, che fallisce scegliendo il decennio 80’s come improvvida ambientazione non avendo i mezzi economici necessari né rispettandone le coordinate: gli attori maldestri dipingono parodie involontarie, il sangue arriva tutto e dopo e i memorabilia sono gettati là, anche letteralmente, perché bisogna rendere onore al periodo. Ci sono più missing reel (ancora?) che nudità, il villain denota però l’attitudine giusta e ricorda uno Rob Zombie falcidiato dalle carie. Un Venerdi 13 girato di Giovedi e a fine mese.

Fedeerra 15/09/21 05:19 - 750 commenti

I gusti di Fedeerra

“Lost after dark” è una riuscita rievocazione del body count anni 80, e come ogni classico slasher la violenza è protagonista: furibonda, a volte inaspettatamente imprevedibile (come l’escalation degli omicidi e la scelta della final girl), con un’estetica dichiaratamente old ma senza rinunciare a un tocco di modernità. Ian Kessner dirige con piglio, dissipa ogni complessità di logica favorendo una narrazione semplicistica ma estremamente funzionale. Bello!

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.