La donna vespa - Film (1959)

La donna vespa
Media utenti
Titolo originale: The wasp woman
Anno: 1959
Genere: horror (bianco e nero)

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/10/09 DAL BENEMERITO REBIS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 2/08/10 09:15 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Gustosa produzione all'osso di Corman, il cui dipanarsi è facilmente pronosticabile dopo pochi minuti, mentre purtroppo assai di più ne trascorrono prima di arrivare al dunque. Il make-up (curiosa nemesi per la protagonista che dirige un'indistria di cosmetici!) è da dopolavoro. Non male però la Cabot, e il filmetto ha un suo modesto fascino retrò. Brividi solo di nostalgia.

Rebis 26/07/10 17:26 - 2345 commenti

I gusti di Rebis

Da un enzima della vespa regina il Dottor Zinthrop ricava un elisir ringiovanente: Janice Sterlin, rampante imprenditrice e titolare di una industria di cosmesi, testerà il prodotto a sue spese... Complemento femminile al Dottor. K, è un opera di poco precedente al ciclo su Allan Poe, realizzata in economia, che riesce a cavare da un'idea appena eccentrica tutto il potenziale narrativo possibile. Gradevole ma senza guizzi, approda (un pò tardi) all'attesa trasformazione della protagonista, tutta fuori campo e in puro weird style. Corman sbircia già alle fruttuose conseguenze della genetica.

Homesick 31/07/10 17:48 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Declinazione al femminile del mito faustiano attualizzata da brevi chiose sociologiche su maschilismo, pubblicità e consumismo, incontra grossi limiti nel ritmo lento – cagionato dalla verbosa sceneggiatura - , negli spazi angusti (tutto girato in interni eccetto il preambolo all’aperto) e in un’estrema parsimonia di mezzi che nella rappresentazione del momento clou – ossia il volto della donna vespa – suscita un senso del ridicolo affine a quello dei mostri di cartapesta o peluche della sci-fi nipponica più trash. Stagnante, ma pur sempre riconducibile ai classici disegni cormaniani.
MEMORABILE: Il ronzio che precede e accompagna ogni entrata in scena della donna-vespa.

Daniela 14/01/18 23:23 - 12704 commenti

I gusti di Daniela

Uno scienziato sta mettendo a punto un siero tratto dalle vespe in grado di ringiovanire i tessuti e la direttrice dell'azienda cosmetica presso cui lavora vuol essere la prima a testarne gli effetti... La paura di invecchiare e prima ancora quella di perdere, insieme alla bellezza, anche il proprio posto nel mondo: è lo spunto faustiano di questo film di Corman che, a parte un certo fascino vintage, risulta assai mediocre soprattutto nelle poche scene d'azione, compromesse dal look ridicolo del mostro, versione al femminile del Dottor K comparso sugli schermi l'anno precedente.
MEMORABILE: Le segretarie dell'azienda passano il tempo in ciance e manicure, sono pettegole e pure spione per compiacere i maschi dell'azienda

Von Leppe 20/02/18 18:28 - 1263 commenti

I gusti di Von Leppe

Scienziato svanito (interpretato da Michael Mark, che aveva fatto la sua comparsa anche in alcuni classici Universal) sperimenta un siero per il ringiovanimento che fa gola a una ditta di cosmetici. Interessante l'idea della donna vespa (l'anno prima era uscito L'esperimento del dottor K), ma viene portata sullo schermo in modo non soddisfacente. La comparsa del mostro si fa attendere e la sua realizzazione non è delle migliori. La trama si segue discretamente pur mancando mistero e tensione.

Rufus68 9/05/20 20:53 - 3853 commenti

I gusti di Rufus68

L'anelito all'eterna giovinezza messo al servizio d'un film verboso e inconcludente. L'intuizione su come un tema simbolico e assai profondo venga utilizzato e stravolto in un mondo consumistico (lo slogan dell'azienda) rimane l'unica nota positiva in un andamento lento e prevedibile. Discreta la Cabot novella Dorian Gray, abbastanza ridicolo il make up dell'essere mutante (che ammicca ad altre mosche più che alle vespe in questione) e debole il cast di contorno. Un Corman di passaggio.

Schramm 15/11/20 12:54 - 3495 commenti

I gusti di Schramm

L'elisir di lunga vita, l'eterna primavera di bellezza: Corman ci prova, a coniugare l'ecorevenge con l'egovengeance, ma la turris davidica è lontanissima, e venustà di spunto e Sahara tecnico entro cui il film si spaparanza sono di proporzionalità così inversa da cortocircuitare il più indomito weirdofilo. Slancio tensivo inerte, carica orrorifica imperdonabilmente ritardataria rispetto a un antefatto che si spalma su 3/4 del film, che arriva senza pungiglione in un ultimo quarto in folle, alla scalcinata e tutt'altro che intermittente insegna del non-ce-la-possiamo-proprio-fare.
MEMORABILE: Il costume del titolo: parliamone.

Anthonyvm 29/12/20 15:52 - 5765 commenti

I gusti di Anthonyvm

Piccola ma a suo modo iconica produzione cormaniana, scientificamente più strampalata del solito, con una donna che agogna la giovinezza e la beltà e finisce per trasformarsi in mostro. Più che sull'incauto mad-doctor di turno, il monito morale sembra colpire la vanità della protagonista (che non rispetta le dosi del farmaco sperimentale), in una caricatura della società dei consumi e della cultura dell'apparire, ai limiti della tossicodipendenza. Tecnicamente parlando non si va oltre gli standard dei B-movie minori del regista e il make-up della donna vespa è ridicolo. Passabile.
MEMORABILE: La cavia che diventa topo; La lotta col gatto ante-Re-animator; I banchetti antropofagi della donna vespa; L'incidente del dottore; Il tragico finale.

Teddy 20/04/24 04:41 - 847 commenti

I gusti di Teddy

È nella proverbiale spontaneità di questo cinema, in cui i personaggi pullulano di parole e l’exploitation è solo di superficie, che la necessità si trasforma in vera virtù. Il film è schietto, verboso, incapace di empatia eppure dotato di una sottilissima implicazione morale. Il climax di isterismo comunque c’è tutto e le apparizioni della donna vespa, per quanto goffe e datate, restano impresse.

Roger Corman HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il conquistatore del mondoSpazio vuotoLocandina Il mostro del pianeta perdutoSpazio vuotoLocandina I vivi e i mortiSpazio vuotoLocandina La piccola bottega degli orrori
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.