Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/07/20 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nicola81 28/07/20 22:21 - 2522 commenti

I gusti di Nicola81

Dal romanzo di Cornell Woolrich "L'incubo nero". Reduce di guerra viene assunto come autista da un gangster. Quando scopre che questi tiene segregata la propria moglie, decide di assecondarla nei suoi progetti di fuga. La trama di questo noir è abbastanza banale, ma la struttura narrativa lo è molto meno, riservandoci un risvolto onirico decisamente inatteso per i canoni del periodo e che finisce per essere proprio la cosa migliore di un film il cui epilogo risulta fin troppo agevole per i "buoni". Azzeccati comunque gli interpreti, a cominciare da una splendida Michèle Morgan.

Cotola 24/07/20 20:16 - 8497 commenti

I gusti di Cotola

Tratto dal "solito" Cornell Woolrich, un piccolo noir che parte benissimo: i primi 20 minuti sono un gioiellino. Poi quando lui incontra lei, il film sembra prendere una strada già vista ma per poco. Ben presto si arriva ad una svolta non del tutto prevedibile ed il film riparte con un buon grado di coinvolgimento fino ad un vero e proprio inatteso colpo di scena che rimescola tutte le carte. Confezione professionale, regia discreta ed una buona prova del cast per quello che è un piacevolissimo intrattenimento.  

Daniela 31/07/20 00:34 - 11832 commenti

I gusti di Daniela

Reduce spiantato viene assunto come autista da un malavitoso. Quando l'infelice moglie di questi chiede il suo aiuto per fuggire a Cuba, il protagonista non si tira indietro... La firma di Woolrich è una sorta di garanzia: raramente i film tratti da suoi romanzi sono banali e anche questo lo conferma: tra colpi di scena inaspettati, inserti onirici ed inattesi rewind, l'interesse è sempre desto. Di valore il cast in cui spiccano il sadico Cochran e dal suo tirapiedi Lorre, mentre Cummings risulta funzionale e Morgan illumina con lo sguardo ogni scena in cui appare.
MEMORABILE: L'omicidio in cantina tramite cane feroce; L'automobile coi doppi comandi che consente a Cochran di pigiare l'acceleratore sostituendosi all'autista.

Myvincent 3/09/20 19:25 - 3360 commenti

I gusti di Myvincent

Da un canovaccio un po' usurato (lei, il nemico pubblico numero uno, l'altro), si sviluppa questo dramma tinto di nero che ricorda Gilda, fino a quando il racconto subisce uno sviluppo inaspettato che desta lo spettatore dal suo torpore. Con un marchingegno narrativo e un'atmosfera "fatata", prende corpo una storia nella storia in cui lo sguardo lontano di Michèle Morgan è la sintesi perfetta di tutto il film.
MEMORABILE: La simpatia indiscutibile di Robert Cummings, eroe positivo e squattrinato.

Pessoa 29/09/22 10:05 - 2444 commenti

I gusti di Pessoa

Noir atipico in cui Ripley riesce a cogliere le atmosfere torbide dello splendido romanzo di Woolrich pur incorrendo in qualche momento poco riuscito dovuto alla banalizzazione della storia. Il cast brilla solo con la Morgan, alla sua ultima fatica americana, e Lorre, la cui espressività mette spesso in ombra le prove di Cummings e Cochran, più stereotipate. La regia trova qualche buon momento ma sembra talvolta affannata, anche a causa di una confezione che lascia parecchio al caso. Non male, sicuramente, ma nemmeno capace di conquistare il pubblico dei non appassionati del genere.

Peter Lorre HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Caesars • 31/03/22 14:49
    Scrivano - 16336 interventi
    In uscita, il 19 Maggio, in dvd della DNA, contenete anche Sabbie mobili di Irving Pichel