LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/05/19 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 5/05/19 09:57 - 1118 commenti

I gusti di Digital

Metà Ottocento. I famigerati fratelli Sisters si mettono sulle tracce di un chimico in grado di trovare, tramite opportuna formula, l’oro con molta più facilità. La situazione prenderà una piega diversa da quella prevista... Western contraddistinto da una forte componente ironica, capace di intrattenere, nonostante un ritmo disomogeneo, il che porta a un pizzico di tedio. Nel ricco cast a prevalere è il solito, immenso, Reilly, ma anche Phoenix e Ahmedè sono da elogiare; più standardizzata la performance di un comunque bravo Gyllenhaal.

Bubobubo 11/05/19 23:20 - 1187 commenti

I gusti di Bubobubo

All'apice della corsa all'oro, i fratelli Sisters devono mettersi sulle tracce di John Morris (Gyllenhaal), un detective privato al soldo di un ricco mercante che, incaricato di catturare il misterioso Hermann Warm (e con lui la formula segreta che permetterebbe di scovare il prezioso metallo con molta più facilità del normale), sembra essere svanito nel nulla... Western piuttosto atipico, a tratti sardonico ed esistenziale road movie à la Coen, a tratti dramma pungente, con un rustico e inaspettato finale favolistico. Splendide location.
MEMORABILE: Lo stupore dei fratelli di fronte allo sciacquone del bagno della locanda di San Francisco.

Puppigallo 12/05/19 09:24 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Girato con mestiere, questo western, che più che per gli scontri a fuoco, si ricorda per quelli verbali, può vantare momenti riusciti (la presa di coscienza del maggiore, nei confronti di quello sarebbe dovuto essere il suo ruolo), alternati però a sospetti sull' effettiva capacità di due individui come i protagonisti di dialogare a certi livelli, arrivando persino a correggersi e a fare dell'ironia ("Certo che ci rivedremo, quando avrò bisogno di camicie verrò al tuo emporio"). Comunque, la struttura è piuttosto solida, Relly è bravo e la seconda coppia (chimico e "socio") diversifica.
MEMORABILE: "Se vedono che ho qualche soldo, i loro occhi diventano pugnali"; Si sveglia, trova un orso morto, il cavallo sfregiato e il fratello "Notte di merda"

Xamini 16/05/19 23:25 - 1000 commenti

I gusti di Xamini

Non si può dire che non sia ben girato, questo western fortemente inconsueto, dove le sparatorie non sono eccitanti, i duelli non esistono e i mexican standoff si risolvono nel giro di qualche manciata di secondi. No, non è quello il suo problema. La questione sta piuttosto nell'ironia che vorrebbe essere coeniana ma è poca cosa (la prima risata si registra al'altezza della metà), nei duetti tra i nostri che non pungono come dovrebbero, in un canovaccio che non si capisce bene dove voglia andare a parare, in generale in una scrittura che porta alla noia piuttosto che al divertimento.

Alf62 28/06/19 13:56 - 64 commenti

I gusti di Alf62

Western "europeo" in cui a primeggiare non sono le scene di azione ma i rapporti umani e come questi possano cambiare a seconda delle situazioni. Sul filo dell'ironia due coppie, con caratteri molto diversi, finiscono per condividere un percorso di formazione tra natura selvaggia e primi segni di modernità come lo sciacquone del bagno. Un cinema "umano" fatto di relazioni, violenza, aberrazioni ma anche di ricerca della felicità e ottimista sulla possibilità di un cambiamento; un Hostiles meno cupo.

Cotola 6/07/19 11:18 - 7461 commenti

I gusti di Cotola

Atipico western francese, ma con attori, dinamiche ed ambientazioni prettamente americane. Lo spunto di partenza non potrebbe essere più tipico del genere: due cacciatori di taglie vanno in giro a sforacchiare per conto del Commodoro. Ben presto però le cose cambiano e si assiste ad una sorta di pellicola on the road che ci regala i suoi bei momenti ed alcuni buoni dialoghi. I ritmi sono, volutamente, tranquilli: al regista non interessa certo l'azione ed infatti mancano duelli ed altre situazioni usuali per il genere. Un buon film che conferma il talento di Audiard.

Deepred89 12/08/19 17:50 - 3272 commenti

I gusti di Deepred89

Un po' di ironia, un po' di violenza, recitazione e regia senza sbavature: a mancare è l'anima o qualsivoglia elemento in grado di instillare passione o emozioni. Non c'è conflitto, non ci sono sorprese, giusto quelle battute spente e quei passaggi semi-splatter cari a certo autorialismo a stelle e strisce figlio dei Coen, qui con una cornice western che anziché nobilitare appesantisce. Una soporifera ed esteticamente professionale caccia all'oro dai prevedibili esiti, certamente non fastidiosa, ma fondamentalmente inutile.

Piero68 7/01/20 10:18 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Western atipico che poggia le sue fondamenta non sui soliti duelli a pistolettate bensì su una serie di rapporti umani tra i protagonisti che vanno dall'amicizia incondizionata a un genuino rapporto tra fratelli. Non sempre brillante e con una regia abbastanza altalenante, Audiard porta a casa il risultato più grazie alla professionalità del cast e alla buona fotografia che non per meriti personali. Ancora una volta Reilly dimostra di essere davvero un ottimo attore e che forse la sua carriera non gli ha reso giustizia.

Nando 20/01/20 14:45 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Western on the road che narra la ricerca di due fratelli nei confronti di un cercatore d'oro. Lievemente anomalo per il suo genere, con poche e sbrigative sparatorie e maggiori momenti di riflessione e dialogo con belle immagini tra i boschi. Ottimi i quattro protagonisti maschili e finale altamente bucolico. Certo in alcuni momenti risulta lento, ma forse la cosa è voluta.

Enzus79 3/07/20 22:50 - 1763 commenti

I gusti di Enzus79

Buon western con Joaquin Phoenix (bravissimo) e John C. Reilly nel ruolo di due fratelli killer, uno impulsivo e l'altro riflessivo. Pur non avendo dei ritmi alti il film in un certo modo coinvolge e convince, soprattutto per le dinamiche che portano al finale e i dialoghi ben scritti. Bellissime le ambientazioni e ottima la regia di Jacques Audiard. Da vedere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Cotola • 24/07/19 19:09
    Consigliere avanzato - 3619 interventi
    È mancato Rutger Hauer.
  • Discussione Buiomega71 • 24/07/19 19:24
    Pianificazione e progetti - 21769 interventi
    E da dove vieni John Ryder?
    Disneyland

    Addio Rutger
  • Discussione Zender • 24/07/19 19:34
    Consigliere - 43386 interventi
    Adesso se non altro vedrà davvero cose che noi umani, almeno per il momento... Peraltro il primo Blade runner non era ambientato nel 2019? Questa si chiama coerenza...
    Ultima modifica: 24/07/19 19:41 da Zender
  • Discussione Daniela • 24/07/19 19:56
    Consigliere massimo - 5074 interventi
    Si, era Los Angeles e correva l'anno 2019 quando Roy Batty raggiunse il momento della scadenza.
    Il suo ricordo non scomparirà come lacrime nella pioggia...
    Ultima modifica: 24/07/19 20:43 da Daniela
  • Discussione Gestarsh99 • 24/07/19 20:02
    Scrivano - 14108 interventi
    Per onorarlo, tocca rigustarsi per la centesima volta The hitcher (magari in double bill col mini-digestivo Furia cieca).
  • Discussione Herrkinski • 24/07/19 21:12
    Scrivano - 2290 interventi
    Dispiace. The hitcher, Ladyhawke e Furia cieca hanno senza dubbio segnato la mia infanzia ma in generale ha lasciato tanti bei titoli sia tra le cose più mainstream che in quelle exploitation.
  • Discussione Caesars • 24/07/19 21:35
    Scrivano - 10501 interventi
    Spiace. Era ancora giovane...
  • Discussione Graf • 24/07/19 22:39
    Call center Davinotti - 908 interventi
    Un grande attore, dal volto molto "cinematografico".
    Addio, Rutger.
    Una prece.
    Ultima modifica: 24/07/19 22:41 da Graf
  • Discussione 124c • 25/07/19 12:53
    Risorse umane - 5141 interventi
    Addio, Rutger Hauer, non tutti i tuoi film erano di primo piano, ma quando azzeccavi un personaggio lo facevi bene.