Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/02/21 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 20/02/21 14:31 - 5622 commenti

I gusti di Herrkinski

Tutrice legale instaura un racket con cui fa internare anziani per appropriarsi delle loro fortune, finché non le capita la madre d'un boss della mafia russa. Vicenda piuttosto originale che parte come un dramma a sfondo sociale esplorando una truffa legalizzata e le falle del sistema sanitario e giuridico americano, per poi spostarsi verso lidi tipicamente thriller/noir con l'arrivo dei mafiosi; pur con una lieve ironia e situazioni improbabili, si colpiscono duramente l'arrivismo e la corruzione del mondo odierno, in una visione della società pessimista in cui non si salva nessuno.
MEMORABILE: Il personaggio assolutamente odioso della Pike; Il finale.

Kinodrop 23/02/21 19:14 - 1797 commenti

I gusti di Kinodrop

Un'associazione per delinquere manovrata dalla spregiudicata Marla ai danni di anziani molto abbienti si scontra con una altrettanto spietata gang della mafia russa. Nella prima parte il peggio dell'America rampante è ben descritto nella sua disumanità, non solo degli individui ma di un sistema che lo rende possibile, poi la narrazione prende una poco verosimile piega revenge dall'esito paradossalmente non improbabile. Rimane la grande prova di bastardaggine dell'interpretazione magistrale della Pike, mentre Dinklage e company appaiono cattivi sì, ma un po' troppo addomesticati.
MEMORABILE: Il lato oscuro della "ciliegia"; Il muro con le foto degli "assistiti"; La stoltezza dei killer; La macchinazione della vendetta; L'epilogo.

Daniela 22/02/21 09:35 - 10118 commenti

I gusti di Daniela

Nella giungla del sogno americano, scontro tra due predatori: considerato che la prima è una truffatrice di vecchietti indifesi ed il secondo un boss della mafia russa, l'esito sembra scontato ma... Ritratto al vetriolo di un sistema che consente lo sfruttamento legale degli anziani con la complicità di medici corrotti e giudici miopi e nello stesso tempo commedia criminale senza esclusione di colpi, un film che agghiaccia e diverte con Pike degna di entrare nella top delle peggiori bastarde cinematografiche, Dinklage un concentrato di rabbia, West ferita ma non doma. Bella sorpresa.
MEMORABILE: I capelli della protagonista; Il sequestro legale della "ciliegia"; L'inettitudine degli uomini del boss; Fuggire o passare al contrattacco? 

Galbo 26/02/21 11:25 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Commedia nera e atto di accusa nei confronti del sistema sanitario americano, con le "tutele" degli anziani che creano vere e proprie prigionie legalizzate. Ma il film funziona sopratutto sul versante spettacolare, con un grande ritmo, la violenza visiva sempre funzionale alla trama e sopratutto una grande cura nella caratterizzazione dei personaggi, quello della Pike (che è straordinaria) in particolare, con la partecipazione di un cinico Dinklage e il piacevole ritorno di Dianne Wiest. Un ottimo spettacolo dal finale amaro. 

Josephtura 26/02/21 14:10 - 168 commenti

I gusti di Josephtura

Peccato, un'occasione sprecata. Molto brave la Pike e la Wiest, con una nota speciale per quest'ultima. La storia sarebbe anche ben ispirata, ma poi tutto il contorno frana attorno a una criminalità organizzata che fa sembrare i loro colleghi di Mamma, ho perso l'aereo dei geni. In questo modo la trama, con tutta la cattiveria e il cinismo, diventa irreale per finire quasi nel grottesco. Peccato veramente.
MEMORABILE: Vogliono eliminare due persone e manco sono buoni a fare questo.

Anthonyvm 26/02/21 15:59 - 2543 commenti

I gusti di Anthonyvm

Gara di destrezza tra un ex-boss della mafia russa e una spietata tutrice di anziani al centro di scandalosi giri fraudolenti. Caustica crime comedy con una Rosamund Pike cattivissima e ambiziosa, al cospetto della quale persino il "povero" Peter Dinklage pare uno sfruttatore della merce umana meno biasimevole. La partita è condotta con serrata ferocia da Blakeson su uno script-scacchiera ben rifinito, al netto di qualche concessione di troppo alla sospensione dell'incredulità nell'ultimo atto. Il finale, seppur non fuori luogo, ha l'aria di un contentino moralista forse evitabile.
MEMORABILE: Gli sgherri di Dinklage arrivano all'ospizio; Il tentato omicidio della Pike in auto; Il cambio d'abiti nel minimarket; L'enorme muro di fotografie.

Redeyes 1/03/21 07:21 - 2251 commenti

I gusti di Redeyes

La calcolatrice Grayson (una Pike perfetta), sfruttando un sistema fallace si arricchisce senza scrupolo alcuno sul dolore di poveri anziani fnché non succede che... Da qui decolla questa commedia nera ben condita di un po' di scarsamente plausibile ma piacevole action con lo sparring partner Dinklage. Gli scagnozzi ricordano goffi personaggi del primo Ritchie, la protagonista un'estensione di Amy Elliott-Dunne e tutto va come deve andare. Buono il ritmo e più che sufficiente la sceneggiatura. Le cattive ragazze sanciscono per distacco la vittoria di genere ma il karma è dietro l'angolo!

Bubobubo 22/03/21 14:58 - 1402 commenti

I gusti di Bubobubo

Volgendo abilmente a suo favore ogni cavillo legale, la spietata Marla Grayson (Pike) ha messo su un impero economico basato sul confinamento di anziani indigenti (o presunti tali) in strutture compiacenti. Finché nelle macchinazioni della Grayson non finisce la ricca e apparentemente innocua Jennifer Peterson (Wiest)... Dopo Restituire al mittente, altro convincente ruolo borderline per un'espressiva Pike: peccato solo che le situazioni cucitele addosso siano al limite del caricaturale e quasi mai avvincenti sul versante thrilling. Si salva il finale, forse intuibile ma catartico.
MEMORABILE: Primo contatto fra Marla e Jennifer; Il finale.

Dianne Wiest HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 1/03/21 09:35
    Gran Burattinaio - 5461 interventi
    Golden Globe a Rosamund Pike come Miglior attrice protagonista in un film commedia-musicale, per la sua interpretazione nel film I Care A Lot.