Frida professione manager

Media utenti
Anno: 2000
Genere: erotico (colore)
Note: I titoli del film riportano "Frida professione menager".
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/10 DAL BENEMERITO UOMOOCCHIO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Uomoocchio 16/01/10 18:09 - 40 commenti

I gusti di Uomoocchio

Ultimo film di Polselli, misteriosissimo. Anche la protagonista mi è sconosciuta e somiglia alla storica Calderoni. Lui e lei si sposano ma lei, presissima dal suo lavoro di ingegnere, non gliela dà mai. Lui allora scappa con la fioraia e lei impazzisce. Privo della follia o del genio dei film "psicotronici", vi si trovano solo sciatteria, squallore e comicità involontaria. Può anche essere divertente però: i dialoghi sono deliranti e i momenti cultissimi non mancano!
MEMORABILE: Cimarosa che declama proverbi in siciliano, amplessi ripresi in modo assurdo (un cunnilingus con lui che ha il blazer sulle spalle e lei le mutande).

Fauno 1/03/13 09:58 - 1895 commenti

I gusti di Fauno

Un pallino in meno per due motivi principali: a) del dialetto in siciliano stretto di Cimarosa se ne poteva fare a meno; b) giacchè eravamo nell'era dei telefonini stavolta Renato poteva evitare di indorare la pillola con il bluff già usato nei sexadelici e puntare invece a rompere la diga con la tecnica diretta e sopraffina dei due film-inchiesta. In questa vita a quanto pare non è riuscito a renderci beati nella piena e dolce consapevolezza dei nostri limiti... Forse in un'altra vita o in un altro pianeta porterà a termine il tutto.
MEMORABILE: La rassomiglianza della Mango alla Calderoni in certe inquadrature è quasi speculare: si vede che era la sua musa d'ispirazione.

Panza 18/12/14 17:15 - 1487 commenti

I gusti di Panza

Sembra un film girato dieci anni prima che condivide molte caratteristiche con gli erotici degli anni '90, tra cui interpreti scadenti (la Mango se la cava ma Madonna non ce la fa proprio) e una sciatteria generale. I dialoghi sono allucinanti ("Il ballo l'ho emarginato", e siamo solo ai primi minuti di film) e inseriti in una narrazione filmica sgrammaticata e mai avvincente e con scene di sesso sciatte. Allucinante l'apparizione di Tano Cimarosa che declama proverbi in siciliano e gira con una statuetta di un pupo siciliano. Allucinante è il tutto, insomma.
MEMORABILE: I siparietti dell'omosessuale che lavora al vivaio.

Marcolino1 18/05/17 18:38 - 496 commenti

I gusti di Marcolino1

Le vedute urbane dall'auto e la critica verso la decadenza morale della società nel discernere sensualità e meccanica promiscuità sono autocitazioni di Torino centrale del vizio e Mania. Il titolo invece evoca l'emancipazione femminile e l'edilizia fagocitatrice dell'arte classica contrapposta alla cultura popolare (i proverbi siciliani). Si applica l'autocensura come in Oscenità (nelle scene erotiche), anche se le ragioni della stessa nel film del 1980 erano di tutt'altro tenore. La regia si adagia pigra senza l'altalena surreale dei flashback.
MEMORABILE: La discoteca, luogo di libertà sfrenata con incontri etero e omo; La bambola gonfiabile, simbolo ironico della vuota superficialità del tradimento.

B. Legnani 26/05/20 13:13 - 4671 commenti

I gusti di B. Legnani

Strambo film di Polselli, su una vita di coppia. Non ci sono logica nella trama e naturalezza nei dialoghi (previsto), ma sorprende la mancanza di recitazione sopra le righe tipica del suo cinema, almeno dagli Anni Settanta in poi. Musiche tradizionali di sottofondo, ambientazione, dettagli naturalistici paiono voler dare un tono contenuto, che resta tale per la prima parte, cedendo un poco poi. Girato in estrema povertà, come testimoniano le vedute turistiche sulle riflessioni della protagonista e il matrimonio, nel quale viene inquadrato in primissimo piano solo il celebrante (Bonini Olas)!
MEMORABILE: I continui zoom su Cimarosa, accosciato, che aveva prima citato persino Gano di Magonza; "Non si può lavorare con una testa estranea fra le gambe!".

Bubobubo 16/06/20 22:39 - 1135 commenti

I gusti di Bubobubo

Traggono in inganno i primissimi, incredibili minuti, con gli scarni titoli di testa incredibilmente sbagliati (!) e un matrimonio a distanza simulato tra inquadrature fisse su sfondo nero, dialoghi totalizzanti e interpolazione di riprese del traffico capitolino (!!). Lo sbracamento definitivo parrebbe dietro l'angolo, ma duole ammettere che l'ultimo lungometraggio di Polselli è "solo" un mediocre, poveristico softcore fuori tempo massimo. Le assurdità non mancano (Cimarosa recita tutto il tempo in dialetto, i siparietti comici sono atroci), ma a prevalere è, piuttosto, la noia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Fauno • 26/02/13 12:02
    Compilatore d’emergenza - 2527 interventi
    Scambi fra collezionisti. FAUNO.
  • Discussione B. Legnani • 2/03/13 14:56
    Consigliere - 13744 interventi
    La rassomiglianza della Mango alla Calderoni (Fauno). *** È vero!
  • Discussione Panza • 10/12/14 19:30
    Contratto a progetto - 4970 interventi
    Confermo che il titolo del film è proprio Frida professione menager con il grave refuso che ne consegue:
    Ultima modifica: 10/12/14 19:33 da Zender
  • Discussione Zender • 10/12/14 19:32
    Consigliere - 43776 interventi
    Ok, lasciamo comunque in Aka. Mi arrenderei solo se anche la locandina scrivesse menager :)
  • Discussione Panza • 10/12/14 19:44
    Contratto a progetto - 4970 interventi
    Zender ebbe a dire: Ok, lasciamo comunque in Aka. Mi arrenderei solo se anche la locandina scrivesse menager :) Speriamo un giorno di riuscirsi. :)
  • Discussione Tarabas • 11/12/14 10:10
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    Sarei sorpreso di scoprire che l'hanno stampata, la locandina...
  • Discussione Schramm • 18/09/18 16:53
    Risorse umane - 6702 interventi
    Tarabas ebbe a dire: Sarei sorpreso di scoprire che l'hanno stampata, la locandina... in dvd sì, col refuso corretto: http://www.fasterage.net/vb/attachment.php?attachmentid=26929&thumb=1&d=1478075455
  • Discussione Zender • 18/09/18 17:36
    Consigliere - 43776 interventi
    Ma è una cover fintissima Schramm! Ovviamente si parla di dvd veri, no farloccate. E questa non è certo una locandina ma una composizione né più né meno di quella che feci io al tempo...
    Ultima modifica: 18/09/18 17:37 da Zender
  • Discussione Schramm • 18/09/18 17:49
    Risorse umane - 6702 interventi
    oltretutto molto simile, quasi identica alla tua. vabè era per annotare che per il dvd quella c'è. è quasi ovvio che non avendo avuto distribuzione (chi era l'autolesionista che faceva di polselli il proprio protegé in quell'anno? :D ) il film sia rimasto orfano di locandina...
  • Discussione Zender • 18/09/18 18:47
    Consigliere - 43776 interventi
    Sì, ma è un dvd farlocco intendo, non ufficiale, come potrei farlo io... Mi trovo il film voglio dire e mi faccio una copertina. Non vuol dire che esista il dvd ma solo che io gli ho fatto una cover farlocca.