LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/06/09 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 7/06/09 12:52 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

La peggior versione della vita di San Francesco. Mickey Rourke è assolutamente inadatto nel ruolo del protagonista e anche il resto del cast non offre grandi interpretazioni. Anche la parte tecnica a mio avviso non è curata come dovrebbe essere. Pessimo.

Galbo 6/06/09 07:26 - 11381 commenti

I gusti di Galbo

Alla morte di San Francesco d'Assisi le tappe fondamentali della sua vita vengono raccontate dai suoi compagni. Film che rivendica fortemente un' impronta realistica a partire dall'ambientazione, in un paesaggio (l'Umbria) che rifugge ogni connotato bucolico ma che è invece improntato ad una forte ostilità degli elementi naturali. Il limite del film è costituito dall'eccessiva lunghezza con un ritmo della narrazione a volte troppo lento. Sufficiente la prova del cast.

Matalo! 8/06/09 20:20 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Indubbiamente interessante la scelta della regista nell'utilizzo di Rourke nei panni del santo. Il punto forte del film; anche se con i capelli di 9 settimane e mezzo Rourke possiede un fisico "michelangiolesco" (Mereghetti) e capacità di uscire dai registri consueti. Una volta era un bravissimo attore. Il film di forte valenza politica (le divisioni interne al movimento contrapposte al puro del santo) perde nel cast italiano, fastidioso. Bella fotografia livida. Interessante ma non esaltante; e in fondo post-settanta, uscito in anni poco idealisti. PS: Cavani diresse un celebre sceneggiato su Francesco nei 60; protagonista Lou Castel. Una visione sessantottina per un santo che si ripropone nelle epoche.

Hackett 19/05/10 07:14 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Grande prova di Rourke, attore all'epoca reso famoso da tutt'altro genere di pellicole, che si cimenta in un ruolo difficile e lo rende vero, credibile ed umano. Grazie alla regia asciutta e dal polso fermo della Cavani, Francesco resta sui binari del realismo e ci presenta la forte, spiazzante scelta di un uomo libero, con i suoi dubbi e le sue paure. Lontano dalle raffigurazioni favolistiche alla Zeffirelli.

Myvincent 18/10/12 08:55 - 2546 commenti

I gusti di Myvincent

Il poverello di Assisi qui viene descritto al di fuori dell'agiografia canonica e con un tentativo di "vederlo" calato in quei tempi, ma anche dal di dentro. Aiutano la sensibilità della Cavani, i costumi di Donati, la scelta dei paesaggi e la bravura di Mickey Rourke (quasi sempre imprigionato nel ruolo di sexy e maudit). In un certo senso la regista ha tirato fuori "il Francesco" di un attore fuori dall'ordinario.

Deepred89 21/12/12 02:16 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Mickey Rourke nei panni di San Francesco d'Assisi è uno dei quei casi di casting stracultistico che da soli rendono doverosa la visione di un film (ma anche molti altri nomi del cast creano una certa aspettativa). Una scelta bizzarra ma azzeccatissima: il carisma di Rourke unito al carisma del personaggio riesce a conquistare lo spettatore, riuscendo così a mantenere vivo l'interesse nonostante una durata eccessiva, ambientazioni ripetitive e un inutile struttura a flashback. Se alla fine il film funziona il merito è fondamentalmente suo.

Cotola 24/08/14 12:51 - 7513 commenti

I gusti di Cotola

La vita di Francesco d'Assisi viene riletta dalla Cavani con un buon gusto visivo e con una scelta attoriale spiazzante ma che si rivela vincente: Rourke fornisce un'ottima prova e dà corpo al santo di Assisi in modo riuscito e convincente. Anche il resto del cast è interessante e ricco di nomi. Poi non tutto funziona alla perfezione, ma il film regge bene ed interessa nonostante la lunga durata: 150 minuti. Un buon film che merita la sua occasione.

Paulaster 22/12/15 09:56 - 2773 commenti

I gusti di Paulaster

Il racconto storico che rischia di cadere nel didascalico viene spiazzato da una lettura affidata al carisma pietoso di Rourke, di intensa interpretazione spirituale. Il livello registico è poco lineare in quanto le riprese assolate o nella tenda son di scarso effetto, mentre quelle che rimandano al passato hanno un’ottima fotografia per descrivere il clima di povertà. Il messaggio evangelico colpisce maggiormente nell’ultima parte.
MEMORABILE: La fossa comune; Rourke che si rotola nella neve; “Parlami”.

Saintgifts 7/11/16 12:34 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Il Francesco della Cavani è diverso da quello dell'immaginario collettivo; è più concreto, più rivolto agli esseri umani reietti, poveri e malati, in un certo senso più simile a Gesù Cristo. Manca la parte poetica che al Santo faceva chiamare fratello e sorella tutte le cose, tutti gli animali e tutte le sensazioni di questo mondo. Rourke ne dà un'interpretazione sofferta, estremamente dolorosa, efficace, che rende facile capire come abbia potuto coinvolgere chi più gli stava vicino. Ottima anche la Chiara della Bonham Carter.
MEMORABILE: Lo score di Vangelis.

Daidae 26/04/17 12:46 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Non so quanto questo film sia attinente alla realtà, dal momento che poco conosco della vita del santo. Il film in sé è valido, anche se il ritmo è lento (e la durata supera le due ore). Il giovane Rourke se la cava bene nel complesso, non male il resto del cast. Tutto sommato è un film più che guardabile, ma sinceramente mi aspettavo di meglio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Thor76 • 14/10/11 04:59
    Disoccupato - 3 interventi
    Bellissime struggenti musiche del grande premio Oscar Vangelis.
    Ultima modifica: 14/10/11 08:37 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 13/11/16 11:24
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flano cinematografico di Francesco: