Anime in delirio

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/07/09 DAL BENEMERITO STEFANIA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stefania 4/07/09 02:01 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Una donna, in stato confusionale, vaga per le strade di Los Angeles. Sembra un fantasma e un fantasma la insegue: Dave. Ricoverata in una clinica, confiderà a un medico la sua follia d'amore. Potrebbe essere un tradizionale melò, ma la scelta vincente è quella di mostrare gli eventi attraverso lo sguardo della protagonista, che alterna momenti di lucido distacco ad altri di esaltazione paranoica. Questo regala al film sfumature ambigue, da "noir". Superba l'interpretazione della Crawford.

Rebis 4/06/10 20:56 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Curtis Bernhardt è un alchimista dei generi: impianta sul corpo esagitato del melò articolazioni noir (la chiave psicoanalitica, l'osmosi emozionale tra protagonista e ambienti, le luci espressioniste) e protuberanze horror (lo spettro della moglie morta, il lago e le nebbie gotiche, il titolo originale...): ne deduce un quadro psicotico convincente e profondo. Stupefacenti i due lunghi piano sequenza in soggettiva che addensano l'immedesimazione del pubblico, portandolo... davanti allo specchio! Maestosa la Crowford che rimpiazzò la Davis, rimasta incinta: nessun rimpianto. Febbrile.

Belfagor 20/01/12 12:41 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Ricoverata in stato confusionale, una donna ricostruisce la propria storia di amore, gelosia e follia. Bernhardt fonde con maestria diversi generi: la trama melodrammatica è sviluppata secondo lo stile noir (analessi, ambienti empatici, rilettura della femme fatale, forti chiaroscuri) ma in un'atmosfera da horror onirico con spettrali risvolti gotici. Alcune soluzioni registiche, come le sequenze in soggettiva per farci immedesimare nella protagonista, sono davvero brillanti. Magistrale interpretazione di Joan Crawford.

Galbo 13/01/14 07:05 - 11390 commenti

I gusti di Galbo

Il titolo originale rende molto meglio di quello italico il senso di un film sospeso tra i generi melò e noir. La protagonista infatti è preda di una vera e propria possessione, non ricambiata, per il personaggio maschile e questo sentimento permea torbidamente tutta la storia che si segnala per il suggestivo comparto tecnico (la fotografia è eccellente) che sottolinea i sentimenti del personaggio, oltre che per la magistrale interpretazione della grande Joan Crawford.

Daniela 4/02/19 01:33 - 9414 commenti

I gusti di Daniela

Posseduta dalla passione, una donna precipita in una sindrome paranoica che altera ricordi e percezioni, conducendola a commettere azioni di cui non è pienamente consapevole... Melodramma in piena regola, interpretato al meglio da una regina del genere: Crawford riesce a rendere credibili i continui sbalzi di umore della protagonista, i suoi febbrili tentativi di riconquistare un uomo che non l'ha mai amata e che in fondo anche lei stessa non ama, infine la follia e la fuga nell'oblio. Convincente anche Van Heflin in un ruolo per lui inconsueto, regia esperta, fotografia di pregio.

Siska80 3/08/20 16:53 - 672 commenti

I gusti di Siska80

Bel film che sonda l'animo femminile addentrandosi nei meandri della malattia mentale. Se ne Il romanzo di Mildred la protagonista era visceralmente legata alla primogenita, qui è totalmente succube di un uomo che la raggira a più riprese e vittima dei sensi di colpa. Encomiabile l'interpretazione della Crawford, non bella ma molto intensa e convincente, in parte il resto del cast. Finale esasperato, ma purtroppo sempre attuale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Rebis • 4/06/10 21:03
    Comunicazione esterna - 4283 interventi
    Bel DVD proposto dalla WB con immagini ripulite e restaurate, audio nitido (eng, ita, fra) e sub opzionali, il commento audio del dott. Drew Casper (?) e un piccolo ma gustoso speciale sul cinema noir! Per gli appassionati un acquisto obbligato.