Alleluja e Sartana figli di... Dio

Media utenti
Anno: 1972
Genere: spaghetti western (colore)
Note: Aka "Alleluja e Sartana figli di Dio". Come nel vero Trinità, le mani che fanno meraviglie con le carte appartengono a Tony Binarelli.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/10/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 19/10/07 23:01 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Alleluja e Sartana senza volerlo si trovano a difendere gli abitanti del minuscolo villaggio di Mountsville dalle mire di tal Lupo... Dispensabile film parallelo del non trascendentale Trinità e Sartana figli di..., col tarzanide Ron Ely al posto di Baird, e Dell'Acqua confermato come Sartana acrobatico. Siamo nel sottobosco cazzotti (tanti) & risate (meno), povericchio e raffazzonato (terribile il montaggio), ma non ignobile. Per i devoti, c'è una Carla Mancini parlante e presente assai più a lungo della canonica inquadratura.

B. Legnani 14/12/08 02:32 - 4692 commenti

I gusti di B. Legnani

Leggermente meno peggio del film parallelo (con cast quasi identico), ma sotto la sufficienza. Non è tanto divertente, visto che le risorse comiche scadono persino nelle torte in faccia. Anche qui meglio Widmark/Dell'Acqua che il compare. Non riuscito il personaggio di Marano, manco quando mussolineggiando arringa i suoi ("Oggi spezzeremo le reni..."). Meglio Andronico (prete sempre ignudo) e Maggio, che almeno fanno sorridere. Location un po' troppo appenniniche. Patatosa la Glass (mica una novità), ben visibile la Mancini (nel ruolo di Julia).

Homesick 24/06/14 17:41 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Riprende due personaggi del western (Alleluja e Sartana) e segue il modello farsesco di Trinità, menando sberle e cercando di far ridere senza riuscirvi; almeno però evita la facile volgarità che spesso affligge il western comico. Piuttosto dimenticabile il cast, in cui meritano tuttavia un occhio di riguardo l’acrobatico Dell’Acqua e il volto della Glas.
MEMORABILE: Ezio Marano che ulula.

Ronax 25/08/19 00:26 - 899 commenti

I gusti di Ronax

Nell'ambito dei Trinità d'imitazione, un sottogenere fra i più stucchevoli del cinema bis, il filmetto di Siciliano non è fra i peggiori. La storia ha un minimo di costrutto, qualche trovata riesce a strappare un sorriso e le scazzottate non occupano tre quarti di film per fare metraggio, Inoltre, il duo di protagonisti ispira un minimo di simpatia in più rispetto ad altre analoghe coppie e ci si lustra gli occhi con il delizioso visetto di Uschi Glass. Ovviamente restiamo nell'ambito di un cinema minimo da vedere e dimenticare in un sol colpo.
MEMORABILE: Gli ululati del capobanda e le incursioni notturne dei banditi travestiti da fantasmi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.