Africa ama

Media utenti
Anno: 1971
Genere: documentario (colore)
Note: Scritto da Guido Guerrasio
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/11/07 DAL BENEMERITO SCHRAMM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 19/11/07 16:25 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

La pseudo-etnologia fatta film. Bastano le scarificazioni eseguite con bifrontali a dare la misura dell'autenticità dell'operazione. Che naturalmente mira solo a colpire il più forte possibile sotto la cintura, scodellando tra una noiosa danza tribale e l'altra fior di infibulazioni, circoncisioni, limature di incisivi e numerose immancabili torture ad animali spacciate per cotè culturale. Commento e raccordi che più razzisti non si potrebbero. Di brutto, di più. L'Africa ci dichiarerebbe guerra se lo vedesse. Castiglioni, sui ceci!
MEMORABILE: Scult il verdetto di un processo per adulterio con uno degli aborigeni doppiato con un "buddana è!".

Markus 29/03/08 00:59 - 3230 commenti

I gusti di Markus

Incisioni con lamette sulla pelle, dolenti riti propiziatori, un rarissimo caso di nero albino (per questo schernito dal suo popolo), sale alimentare ricavato dagli escrementi, l’infibulazione compiuta su una bambina e altre raccapriccianti immagini carpite all'ultimo scampolo d’Africa primitiva esplorata dai Castiglioni. Se in Africa segreta l’intento era pressoché antropologico qui è lo shockare - riuscendoci - un pubblico ormai avvezzo alle atrocità.

Ronax 9/02/10 22:43 - 894 commenti

I gusti di Ronax

Sfacciata mistificazione che affastella confusamente immagini raccapriccianti per stordire lo spettatore con una serie continua di colpi allo stomaco e dove la vis razzista, non essendo sbandierata come in Jacopetti, è ancora peggiore proprio perché insidiosamente nascosta. Superato il primo impatto, il film diventa man mano di una noia tremenda così come lo è lo stucchevole commento, che nonostante le pretese "serie" non riesce a evitare cadute in squallide battutacce nello stile dei peggiori mondo movie di una decina di anni prima.

Gestarsh99 28/08/10 12:44 - 1310 commenti

I gusti di Gestarsh99

A differenza di Jacopetti e del suo Africa addio, i fratelli Castiglioni non optano per una grottesca agiografia nostalgico/colonialista del continente nero ma scelgono la strada rigorosa e scientifica dell'etnologia. Lasciando da parte guerre, caos e fine degli imperi, i due autori si concentrano sui costumi tribali e le usanze più primitive delle varie etnie africane incontrate sul loro cammino. Un documentario crudo e dettagliatissimo nel quale culti spaventosi si avvicendano a pratiche scatologiche ed agghiaccianti infibulazioni artigianali.
MEMORABILE: La povera bimba sottoposta al lungo e dolorosissimo calvario della mutilazione del clitoride, con successiva cucitura delle grandi labbra...

Ryo 4/03/12 12:46 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Documentario scioccante e sconvolgente. Non tanto per le pratiche descritte o le condizioni primitive dei popoli sottosviluppati, quanto per la dimostrazione nuda e cruda di ciò che viene sempre solo "sentito raccontare" in merito a riti e usanze ancestrali del luogo. Infibulazioni, circoncisioni, escoriazioni, coprofagia, medicazioni all'antica e violenza varia compongono questo documentario dall'inizio alla fine. Ultima parte relativa all'hashish documentata in maniera molto disinformata.
MEMORABILE: "Non c'è scritto da nessuna parte, però, che gli amici dello sposo debbano palpeggiare la futura sposa: Giù le mani da quel seno, amico!"

Herrkinski 23/08/15 19:31 - 4967 commenti

I gusti di Herrkinski

Trucissimo mondo-movie a sfondo africano nello stile tipico dei Castiglioni. Come spesso succede in questi casi, o lo si odia o lo si ama; sensazionalistico e spietato nel mostrare atrocità su animali e persone, così come bizzarrie e usi raccapriccianti, tutto accompagnato dall'immancabile commento fuori campo che sciorina una "perla" dietro l'altra. Più brutale del successivo Magia nuda, si barcamena tra rituali realistici e altre immagini maggiormente "reinterpretate", con alcune cadute nel ridicolo (il processo per adulterio, l'hashish).
MEMORABILE: I cadaveri sepolti nel buco nel terreno; Le varie mutilazioni; Il nero albino; I cani uccisi; Le presunte "fasi" catastrofiche dell'hashish.

Maik271 9/03/16 14:20 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Il genere mondomovie ha sempre giocato molto sul sensazionalismo; in questo specifico caso quello che arriva allo spettatore è un vero e proprio pugno nello stomaco. La voce di Cucciolla ci accompagna alla scoperta delle usanze dei "primitivi" andando a curiosare tra pratiche abominevoli come l'infibulazione di incolpevoli bambine e momenti a tratti quasi comici come il processo all'adultera. Il finale di speranza fa ritornare lo spettatore alla "normalità" del nostro mondo occidentale. Durissimo.

Rufus68 17/07/19 00:16 - 3015 commenti

I gusti di Rufus68

Questo tipo di film, al solito, disorienta. È sicuramente un'antologia di meraviglie esotiche buona per titillare i bollori del borghese medio anni Settanta. Eppure, a ben vedere, quale differenza c'è con la spietata ricognizione antropologica di Terra senza pane? Forse Castiglioni mente (o esagera) come un colonialista in gita e Buñuel no? Non è detto. Non sarà che la differenza risiede solo nella qualità delle immagini, nella profondità dello sguardo? Nell'arte, insomma, mentre Africa ama rileva solo quale curioso sensazionalismo e nulla più?
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Markus • 5/03/12 19:09
    Scrivano - 4788 interventi
    Ryo, ho letto il tuo commento sul film in oggetto e in particolare la tua frase "Ultima parte relativa all'hashish documentata in maniera molto disinformata" non posso che condividerla; infatti, ricordo delle gran risate con l'amico (e forumista) Pol in tal proposito. L'uso di questa droga viene a dir poco enfatizzata ai massimi livelli fino a sfiorare il ridicolo involontario.
  • Discussione Ryo • 5/03/12 23:46
    Formatore stagisti - 111 interventi
    Markus ebbe a dire: Ryo, ho letto il tuo commento sul film in oggetto e in particolare la tua frase "Ultima parte relativa all'hashish documentata in maniera molto disinformata" non posso che condividerla; infatti, ricordo delle gran risate con l'amico (e forumista) Pol in tal proposito. L'uso di questa droga viene a dir poco enfatizzata ai massimi livelli fino a sfiorare il ridicolo involontario. Esatto, contando che si parla degli anni 70 e in quei tempi si cercava di "demonizzare" le droghe leggere. Ora non dico che l'hashish faccia bene, ma da qui a dire che porta a non capire più niente e che i consumatori finiscono inevitabilmente a fare orge ce ne vuole...
  • Discussione Gestarsh99 • 6/03/12 00:33
    Scrivano - 13797 interventi
    Ryo ebbe a dire: Esatto, contando che si parla degli anni 70 e in quei tempi si cercava di "demonizzare" le droghe leggere. Ora non dico che l'hashish faccia bene, ma da qui a dire che porta a non capire più niente e che i consumatori finiscono inevitabilmente a fare orge ce ne vuole... Beh, già nel lontanissimo 1936 Reefer madness aka Tell your children aveva dedicato tutti i suoi 68 minuti ad una storia inconcepibile di uso&abuso di droghe leggere che conducevano irrimediabilmente alla pazzia, al suicidio e al delirio orgiastico. Stiamo parlando di un film americano di propaganda proibizionista realizzato prima della Seconda Guerra Mondiale (Grillo ne mostrò ironicamente alcuni spezzoni durante un suo show di qualche annetto fa).
  • Discussione Markus • 6/03/12 08:06
    Scrivano - 4788 interventi
    Non credo che l'intento dei Castiglioni fosse quello di far passare la linea del proibizionismo, forse è solo disinformazione o più probabilmente l'enfatizzazione a fini dello spettacolo di qualsiasi cosa (in fin dei conti il sensazionalismo è la spina dorsale dei mondo-movies).
  • Discussione Ryo • 6/03/12 11:08
    Formatore stagisti - 111 interventi
    Devo procurarmi assolutamente questo tell your children (il titolo dice tutto) allora. Sicuramente mi farò 4 risate. Che poi, ironicamente, negli anni 50 in tv passavano gli spot delle sigarette con i medici che fumavano e dicevano "distende i nervi e rilassa i muscoli" e cose del genere. Dove sta la coerenza?
  • Discussione Markus • 6/03/12 11:40
    Scrivano - 4788 interventi
    La coerenza sta che le multinazionali del tabacco erano molto potenti e finanziavano in maniera cospicua le campagne elettorali.
  • Discussione Gestarsh99 • 6/03/12 14:32
    Scrivano - 13797 interventi
    Markus ebbe a dire: Non credo che l'intento dei Castiglioni fosse quello di far passare la linea del proibizionismo, forse è solo disinformazione o più probabilmente l'enfatizzazione a fini dello spettacolo di qualsiasi cosa (in fin dei conti il sensazionalismo è la spina dorsale dei mondo-movies). Si, naturalmente le motivazioni dei Castiglioni erano ben altre. Il parallelismo che ho evidenziato era sul tipo di effetti analoghi illustrati nei due film.
  • Discussione Markus • 6/03/12 15:18
    Scrivano - 4788 interventi
    Sì, avevo ben capito Gest (era una mia aggiunta).
  • Discussione Ruber • 30/06/13 02:00
    Compilatore d’emergenza - 8943 interventi
    Questo e forse uno dei pochi "Africa" a essere uscito in dvd, cmq lo si trova su youtube e sulla rete, sulla reteriportano come fonte il dvd.
    Ultima modifica: 30/06/13 02:07 da Ruber
  • Curiosità Zender • 12/03/16 17:26
    Consigliere - 43813 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film: