90 notti in giro per il mondo

Media utenti
Anno: 1964
Genere: documentario (colore)
Regia: Mino Loy
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/07/16 DAL BENEMERITO FAUNO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fauno 3/07/16 02:17 - 2025 commenti

I gusti di Fauno

Documentario elegante e scorrevole, anche se non tutte le artiste notturne che concludono il discorso su una nazione sono all'altezza (eccellenti la cantante Bambi e la giapponesina del Carousel, nonché l'altra stripteaser che lascia la scelta a uno del pubblico su cosa illuminare di lei). Scioccante la concezione delle donne da parte delle culture arabe e cinesi, interessanti le immagini sul canale di Panama, mentre dell'India ne parlano meglio i film di Marcellini. Quanto alla Svezia direi che Loy azzecca in pieno la definizione dei latin lover...
MEMORABILE: Le abitanti di San Francisco che girano con bigodini e foulard; La fasciatura dei piedi; Il matrimonio dei beduini del deserto; La danza del ventre.

Ronax 24/11/21 01:26 - 1005 commenti

I gusti di Ronax

Ennesima e improba impresa dell'infaticabile Mino Loy che, per deliziare il pubblico di soli uomini del tempo, allestisce il consueto guazzabuglio senza capo né coda a base di spogliarelli da oratorio in finti night ricostruiti in studio, conditi con fasulle interviste, spezzoni di repertorio e scarti di magazzino provenienti da ogni parte del globo, dall'India a San Francisco, da Parigi a Hong Kong, dalla Thailandia alla Svezia, dalla Polinesia al Giappone e via discorrendo. Il tutto frullato con il solito terribile commento partorito dalla coppia Castaldo & Rienzi.
MEMORABILE: I piedi deformati dell'anziana donna cinese.

Mino Loy HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Fauno • 3/07/16 02:27
    Compilatore d’emergenza - 2601 interventi
    Due punti mi hanno fatto sobbalzare:

    Le donne di San Francisco con foulard e bigodini le avevo già viste nello straordinario film Il serpente di fuoco di Roger Corman, fra l'altro proprio in un centro di lavatrici a gettone.

    Ricordate la celebre frase ne I guerrieri della notte che Swan (Beck) rivolge ad Ajax (Remar), prima che quest'ultimo parta deciso verso la ragazza della panchina?

    Sei un t...o, l'ho sempre saputo!

    Qui Mino Loy giudica alla stessa maniera i mediterranei che partono alla volta della Svezia, convinti di scoprire l'Eldorado delle megastorie d'amore e di sesso, salvo poi rimanerne profondamente delusi...


    N.B. I film di Marcellini sono I tabù e Tabù n.2
    Ultima modifica: 5/07/16 02:44 da Fauno